Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Torneo Esordienti Senior “Carlo Maggi”: oggi le finali alle ore 20 | 2Out.it – Seconds Out – Free Sport Magazine

Torneo Esordienti Senior “Carlo Maggi”: oggi le finali alle ore 20

13310335_473962076147824_6504243979346177665_n 13319749_473962099481155_3788307916402397887_n DSC_5801 - Copia scansione0006 come oggetto avanzato-1 Cinture 13240114_472958616248170_1181538363792148419_n

 

 

 

 

 

 

Il Torneo dei III serie Esordienti, dedicato a Carlo Maggi, si affaccia nel PalaVespucci del G.S. Fiamme Oro per la penultima serata con ben 17 matches in programma, di cui uno non effettuato. Quattro ore e mezza di boxe non sono poche, ma l’ottima organizzazione della Boxe Roma Casalbruciato in collaborazione con Il Ring ha reso tutto agevole per un discreto pubblico presente. Logicamente si parte dai 56kg per arrivare ai 91kg con la regia vocale di un ringannouncer del calibro di Valerio Lamanna. Ed è proprio la società organizzatrice a iniziare bene con Di Carlo che mette sotto pressione Quattrocchi, un mancino che replica con grinta nel primo round per calare negli altri due con due conteggi, e un bello scambio finale. Scambi veloci, difficili da seguire per rapidità, nel match seguente tra Contino e Chavez. Contino fatica a reggere il ritmo e subisce un richiamo prima di cedere per ferita nel round conclusivo. Massimiliano Ranieri è elemento da seguire. Ben impostato e freddo nell’esecuzione tiene a debita distanza un indomabile Paglia. Zuffi appare più preciso di Galiffa, che tra l’altro subisce un richiamo nel secondo round. Giaquinto e Miozzi se la giocano fino all’ultimo, ma il secondo brucia l’ avversario al traguardo. Boccetti non ha vita facile con Pagani, ma conferma con la sua boxe particolare la buona impressione suscitata in precedenza. Tra Cantoni e Assogna, vince il primo grazie a un buon primo round e un richiamo nel secondo subito dal suo avversario. Un Fedi più preciso di quello visto nella serata precedente costringe Collins a sudare le proverbiali sette camicie per vincere. Tra Meuti e Tirocchi scambi pesanti fin dall’inizio. La spunta il primo che si dimostra più preciso nel finale. Bel match applaudito. Combattere con Trossi è difficile, Venditti ci prova e resiste per due round fino a quando viene tolto di gara per ferita. L’allievo di Capezzera e Lanciotti sembra in guerra continua al limite del lecito e dell’illecito, ha una carica travolgente ma pugilisticamente è ancora da definire e difficile da gestire per il terzo uomo sul ring. Molto interessante il match che ha visto De Martino contro Francisci, due giovani dalla boxe completa e pulita come due veterani. Vince il secondo per un ultimo minuto decisamente più efficace. Palombi si è trovato di fronte a un bel dilemma per accorciare la distanza contro un Ciccone, che tra l’altro sa usare bene il suo maggiore allungo. L’allievo di Bucciarelli ha comunque impressionato per il ritmo imposto che ha tenuto sotto pressione l’avversario fino alla fine, ma non è stato sufficiente per convincere i giudici. Pastore ha cominciato un po’ contratto contro Basset, poi si è sciolto e ha vinto in maniera chiara con la sua azione più incisiva e continua. Tra Triki e Prassede il match dura meno di un round e termina quando il secondo abbozza un attacco e viene centrato da un preciso gancio destro facendolo crollare al tappeto, un ko classico per un colpo classico. Prassede comunque dopo i primi controlli medici si rialza tra applausi e sollievo. Pintea ha coraggio da vendere ma non è facile arrivare a segno contro un pugile abile e preciso come Romani, autore di un’ottima prova. Iosif in guardia destra se la deve vedere con Amici sempre pericoloso nelle sue repliche. La spunta l’allievo di Autorino con un finale più incisivo.

Domani si svolgeranno le finali con inizio alle 20, ma sarà comunque una serata particolare con l’intervento di campioni, personalità e filmati, che ricorderanno Carlo Maggi, un maestro che sembra aver lasciato un vuoto incolmabile.

(al. br.)