Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Turchi e Vidoz ad Amburgo contro il pronostico | 2Out.it – Seconds Out – Free Sport Magazine

Turchi e Vidoz ad Amburgo contro il pronostico

di Alfredo Bruno
Domani sera alla Color Line Arena di Amburgo Leonardo Turchi (+19, -3, =3) e Paolo Vidoz (+23, 12 per ko, -3) affrontano per il titolo i campioni d’Europa Thomas Ulrich (+30, 20 per ko, -3) e Vladimir Virchis (+22, 19 per ko, -1), rispettivamente nella categoria dei mediomassimi e dei massimi. Impresa disperata? Mission impossible? Per gli scommettitori pare proprio di sì. Ma nel pugilato per fortuna niente è definitivo e come diceva un saggio campione: “Io ho due mani come il mio avversario, ma forse ho più fame di lui”.

 

Leonardo Turchi (Conti Cavini) a 34 anni gioca la carta più importante della sua carriera e per questo ha abbandonato il Titolo Italiano che aveva riconquistato battendo Tatangelo. Thomas Ulrich, 31 anni, è un beniamino del pubblico tedesco. Ha cominciato giovanissimo e da dilettante, dove tra l’altro ha conquistato il bronzo alle Olimpiadi, si è incontrato più volte con il nostro Aurino, dal quale fu battuto nettamente ai Mondiali Militari di Ariccia. Il tedesco da professionista ha già superato due italiani nelle sfide europee (Silvio Branco e Yawe Davis). A livello mondiale invece ha trovato semaforo rosso di fronte a Zsolt Erdei e Tomasz Adamek. Turchi ha condotto una preparazione ferrea per tre mesi e avrà al suo angolo un uomo di grande bravura ed esperienza come Kalambay. Perché non sperare? Per la famosa teoria dei corsi e ricorsi anche Cristian Sanavia e Antonio Brancalion si presentarono davanti al pubblico tedesco come vittime predestinate, invece tornarono in Italia da vincitori.

 

hoffmann_vidoz.jpg
Per Paolo Vidoz (nella foto tratta dal sito boxen.de) c’è da fare un altro tipo di discorso. Il gigante di Lucinico conosce bene il suo avversario avendolo affrontato proprio ad Amburgo nel luglio del 2006. In quell’occasione il campione era Vidoz fino a quando, con un andamento incerto, un destro micidiale lo mise ko al VI round. Virchis , ukraino di 33 anni, ha una potenza devastante ma sconta qualcosa come intelligenza pugilistica, qualità che invece abbonda nel nostro atleta. Vidoz, 36 anni, è ben consapevole che questa potrebbe essere la sua ultima chance. In Germania gode di buona popolarità per aver battuto in precedenza Timo Hoffmann, Michael Sprott e Cengiz Koc, mentre era stato sconfitto, causa una mascella fratturata, dal “King Kong” Valuev.
La riunione verrà ripresa a cominciare dalle 23,00 da Sport Italia. Rosanna Conti Cavini, sarà il supervisore per la nostra Federazione.