lorenibianchiniQuesta mattina, nei bellissimi locali dell’Ufficio Turismo del Comune di Brescia si è svolta la conferenza stampa di presentazione dell’evento che avrà luogo in Piazza Loggia a Brescia domenica prossima, 28 giugno. Oltre agli inviati di quotidiani e televisioni ed alla famiglia della Boxe Loreni, a fare gli onori di casa c’era l’assessore allo sport cittadino Massimo Bianchini.
Questi ha ringraziato il Team Loreni Olab per il supporto che dà all’amministrazione locale nel lavoro verso finalità importanti.
Infatti la manifestazione aiuta nello scopo, tanto caro alla giunta, di dar vita al centro storico.


Inoltre, nelle parole di Bianchini è risultato evidente come il pugilato non sia solo agonismo, ma anche un veicolo per imparare ad affrontare la vita e le sue difficoltà.
“La boxe ha una forte impronta educativa, perché è uno sport duro e l’atleta a maggior ragione deve il rispetto all’avversario ed impara a conoscere se stesso”, ha dichiarato l’assessore.
L’ulteriore fattore che ha convinto il comune a collaborare nell’allestimento della serata è l’occasione per dare un palcoscenico ai giovani pugili bresciani, così che possano avere il risalto che meritano.
La descrizione dell’appuntamento è stata affidata all’impeccabile anfitrione Mimmo Zambara, che ha illustrato come il clou sia imperniato sull’esordio a torso nudo del gigante “Iron” Michael Achiaw, ghanese cresciuto pugilisticamente nella palestra della Mariani Boxe Ring Brescia di Via Zara.
Nel contorno dilettantistico previsti match con protagonisti alfieri del sodalizio presieduto da Bruno Ambrosi e di recente passato sotto la direzione tecnica di Graziano Loreni e Sergio Fiini.
Questo passaggio delle consegne è stato descritto come un ritorno al passato, alle radici dello stile Mariani, e ci si attende di conseguenza molto.
Ha chiuso la bella chiacchierata l’intervento del patron Mario Loreni, che si è detto fiero di portare per la quarta volta la Noble Art in città, per un appuntamento che è ormai una consuetudine seguitissima.
Ha poi sottolineato come in questo caso esemplare il pugilato sia mezzo per l’integrazione razziale, con l’esordio professionistico di un ghanese che anche grazie allo sport è oggi da considerare bresciano a tutti gli effetti.
Anche due debuttanti di colore in casacca Mariani Boxe Ring Brescia sono il segno dei tempi che cambiano.
Ma sono anche altri gli obiettivi che il promoter della Leonessa persegue, come ha illustrato citando la presenza della boxe nei centri di avviamento allo sport ed alla richiesta fatta al carcere di Verziano per ospitare nella palestra di Via Zara alcuni giovani, ai quali lo sport potrebbe insegnare a controllare l’animo turbolento.
Nell’ultima frase Loreni ha poi ringraziato la boxe per quanto gli ha insegnato.
Appuntamento domenica 28 in Piazza Loggia alle 20,30 con ingresso gratuito.

Comunicato stampa Boxe Loreni del 25.06.09

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi