Anche quest’anno grande successo per il pugilato olimpico nella prestigiosa piazza medioevale alla presenza di un pubblico numeroso. Un test match importante per gli azzurri, a due mesi da Pechino 2008, che, prima dei Campionati dell’Unione Europea e del Torneo di Halle, saranno impegnati a Stintino nella seconda tappa con la Rappresentativa Ucraina…
Rientrata martedì notte da Almeria, l’Italia Boxing Team, ieri, si è subito rimessa all’opera nella prestigiosa Piazza del Campo a Siena per il primo confronto con la Rappresentativa Ucraina. E la stanchezza del viaggio e di questo intenso e stressante periodo si è fatta sentire. Gli azzurri, però, nonostante il mancato recupero, hanno superato anche la prova in Toscana battendo l’Ucraina, con sei incontri andati al tricolore su nove in programma.


L’evento, indetto ed organizzato dalla Federazione Pugilistica Italiana con la collaborazione del Comune di Siena e della Fondazione Monte dei Paschi di Siena e con il patrocinio della Provincia di Siena, anche quest’anno, ha confermato il successo del connubio tra il pugilato olimpico e Piazza del Campo. A testimoniarlo la grande affluenza di pubblico, tra cui molti stranieri, che hanno preso posto a  bordo ring per gustarsi lo spettacolo. Il primo gong è suonato per gli incontri di club organizzati dal Comitato Regionale Toscano FPI. A guidare le esibizioni, che hanno visto protagonisti molti promettenti pugili toscani, sono stati i tecnici dell’ASD Boxe Gold Gym Siena.
Alle 18.30 in punto, ora di inizio della diretta su RAI SPORT PIU’, l’inno italiano e quello ucraino, come da cerimoniale, hanno dato il via agli incontri tanto attesi, sotto la conduzione di due speaker federali d’eccezione, Rita Didomenicantonio e Claudio Sambiase.  
Pronti ai  rispettivi angoli i tecnici delle due squadre: al blu il Responsabile dell’Italia Boxing Team Francesco Damiani, affiancato dal prof. Vasilij Filimonov e dal tecnico delle Fiamme Oro Giulio Coletta, che si è alternato con Michele Cirillo, mentre al rosso gli ucraini Viktor Voitenko e Vikyor Rodityelyev. I primi ad oltrepassare le corde, nei 51 Kg., sono stati Vincenzo Picardi, napoletano di Casoria, del Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro, bronzo ai Campionati Mondiali di Chicago 2008, e l’ucraino Aetem Dalakian. L’azzurro, con disinvoltura, anche se un po’ affaticato, ha battuto il suo avversario. Ad arbitrare è stato l’ucraino Dmytro Lazarev.  
           Nei 54 Kg. la sfida è continuata con il brillante Vittorio Jahin Parrinello, il campano di Piedimonte Matese, Caserta, del Centro Sportivo Esercito, bronzo al 2° Torneo Europeo AIBA di Boxe per la Qualificazione Olimpica di Atene 2008, che, in un crescendo, ha superato ai punti l’ucraino Adrii Kiktenko, conducendo un ottimo match. Arbitro dell’incontro è stato l’italiano Carlo Franchi.
Nei 57 Kg., altra vittoria per il team azzurro con il romano Alessio Di Savino, del Centro Sportivo Esercito, oro al 2° Torneo Europeo AIBA di Boxe per la Qualificazione Olimpica di Atene 2008, che, nonostante gli attacchi del combattivo ma scomposto ucraino Andry Bukreyev, entrambi i pugili hanno comunque subito un richiamo ufficiale da parte dell’arbitro italiano Alessandro Renzini, è riuscito a battere il suo avversario in un incontro per niente facile.
Nei 60 Kg. la stanchezza ha avuto la meglio su Domenico Valentino, campano di Marcianise, agente di polizia e argento ai Campionati Mondiali di Chicago 2007, che ha cercato di imporre la sua boxe precisa e veloce contro l’ucraino Volodymyr Matviichuk ma invano, perdendo ai punti. L’ucraino ha risposto colpo su colpo approfittando dei momenti di pausa dell’azzurro. Arbitro dell’incontro è stato l’ucraino Dmytro Lazarev.
Nei +91 Kg. il colosso di Cinisello Balsamo Roberto Cammarelle, del Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro, campione dl mondo e bronzo ad Atene 2004, ha concesso al suo avversario, l’ucraino Roman Kapitonenko di mettere qualche colpo, per poi aggiudicarsi, vista l’esperienza, il match, arbitrato dall’italiano Maurizio Forni, ai punti. Per le sue imprese, degne di una boxe elegante e del suo stile inconfondibile, che già fanno tremare in Cina, Cammarelle verrà premiato come Miglior Pugile dell’Anno da Maurizio Costanzo a Saint Vincent, il prossimo 16 giugno, in occasione della cerimonia di consegna delle grolle d’oro dello sport.
Conclusa la rosa olimpica dei cinque atleti che andranno a Pechino 2008, il sesto, il campione del mondo Clemente Russo, nei 91 Kg., combatterà nella seconda tappa del Dual Match, in programma a Stintino, Sassari, il 14 giugno, sul ring senese hanno continuato a dare spettacolo gli altri azzurri dell’Italia Boxing Team.  Primo, il pugliese Dario Vangeli, di Copertino (Lecce), dell’ASD Beboxe, campione italiano in carica dei 64 Kg. ed oro al Trofeo Guanto d’Oro d’Italia 2007, che ha battuto di netto l’ucraino Denys Lazarev. Ad arbitrare l’incontro è stato l’italiano Alessandro Renzini.
Nei 69 Kg. è stata la volta del cagliaritano Luca Podda, dell’ASD Cosmo di Tarquinia, campione del Trofeo Guanto d’Oro d’Italia  2007, che, fino all’ultimo, ha tentato il colpo del vantaggio contro l’ucraino Artem Karpets ma senza risultati, perdendo ai punti, anche se di poco. Arbitro dell’incontro l’italiano Maurizio Forni.
Anche nei 75 Kg. il tricolore ha dovuto cedere all’Ucraina. Il romano Adriano Sperandio, dell’AS Universo di Monterotondo, oro al Trofeo Guanto d’Oro d’Italia 2007, non è riuscito ad entrare nel match, arbitrato dall’italiano Carlo Franchi, combattendo comunque fino all’ultima ripresa. A portare a casa la vittoria ai punti è stato l’ucraino Dmytro Bulgakov.
Nell’ultimo match della serata, l’azzurro campano Francesco Rossano, anche lui di Marcianise come il cugino Clemente Russo, della storica ASD Excelsior Boxe, oro al Trofeo Guanto d’Oro d’Italia 2007, vicecampione italiano 2007 e campione nazionale universitario in carica, nei 91 Kg., ha battuto con abilità l’ucraino Sergii Pyvovarenko, determinato a crescere e fare esperienza, essendo da poco passato senior. Arbitro dell’incontro è stato l’italiano Alessandro Renzini.

Per la foto di gruppo finale ed uno scambio di doni le due squadre sono poi salite sul ring.,  accompagnate dai due team leader, il Dott. Alberto Brasca, Vicepresidente della FPI, ed il Sig. Oleg Gonchar, dell’Ucraina. Il momento delle premiazioni e dei ringraziamenti è continuato con la chiamata sul quadrato anche degli arbitri-giudici, del Commissario di Riunione Sig. Antonio Maoggi, del medico dott. Ezio Truppa e del Responsabile degli Arbitri/Giudici Claudio De Camillis, componente della Commissione AIBA Arbitri/Giudici.
Staff tecnico al completo, è stata la volta delle istituzioni, a cominciare dal Prof. Fabio Pigozzi, Componente della Giunta Nazionale del CONI e componente del CIO, continuando con il Consigliere del Comune di Siena Marco Fedi, l’Assessore al Turismo della Provincia di Siena Dott. Giorgio Del Ciondolo, il Presidente del CONI Toscana Dott. Ernesto Rabizzi, il Presidente del CONI Siena Dott. Roberto Montermini, il Segretario Generale della FPI MdS Riccardo De Girolami, il console d’Italia a Baltimora Dott. Francesco Legaluppi, il Presidente del Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro Dott. Francesco Montini, il Componente della Commissione Tecnica Nazionale della FPI Dott. Aldo Garofalo, il Direttore del Settore Tecnico Federale MdS Nazzareno Mela, il Segretario del CONI Siena Sig. Claudio Certosini, il curatore della parte grafica dell’evento Sig. Andrea D’Amore, i rappresentanti della Gold Gym Boxe di Siena e quelli della Polisportiva Mensana di Siena, che si è esibita nella disciplina della ginnastica artistica.  Il tempo di scendere dal ring e oggi in viaggio per Stintino. L’Italia Boxing Team si sta preparando al meglio per affrontare le ultime due importanti prove prima dei Giochi Olimpici: i Campionati dell’Unione Europea, in programma in Polonia dal 15 al 22 giugno, ed il Torneo di Halle in Germania, che si svolgerà dal 18 al 22 giugno.

Ufficio Comunicazione FPI
Michela Pellegrini

 

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi