Avezzano fa festa, così pure il procuratore Armando De Clemente, che ha incassato nel breve giro di un paio di mesi due titoli italiani per merito di Fabrizio Trotta (Supergallo) e Giampiero Contestabile (Piuma). La sera del 30 maggio il Palasport “Luigi Marini” con ripresa diretta Rai Sport International è stato teatro di una sfida che prometteva molto viste le caratteristiche dei due pugili, ma che nella realtà è durata circa 5 minuti, pochi ma sufficienti per far capire che Contestabile è il nuovo re e sarà un grosso problema scalzarlo.
Giampiero Contestabile ( + 10,  6 per ko) in procinto di prendere la sua seconda laurea sembra scavalcare le difficoltà della vita e del ring come un caterpillar.

David Chianella (+ 15, – 5, = 2) stavolta ha pagato caro lo scotto della sua statura. Lo spoletino ha risolto molti suoi match grazie alla carica agonistica e al coraggio. Stavolta non ce l’ha fatta perché Contestabile molto più alto ha usato alla perfezione il jab sinistro, che sembra una spada, e il montante destro, senza sottovalutare il particolare che fa anche male quando arriva a segno. Se ne è accorto Chianella che dopo aver iniziato bene il primo round nel finale era costretto a subire una dura serie a due mani, che diventava un campanello d’allarme per una serata di luna storta. Il tempismo di Contestabile dettava legge e i colpi diventavano fitti. Dopo una ferita al sopracciglio sinistro una fastidiosa epistassi al naso, causata da un montante insidioso, faceva scorrere sangue in abbondanza tanto che l’arbitro Caso doveva far intervenire il medico varie volte fino allo stop con sconfitta per kot.
Negli altri incontri un altro passo in avanti dell’imbattuto superwelter Stefano Castellucci ( + 12) che ha regolato con facilità un esperto collaudatore come Mugurel Sebe ( + 11, -46, = 2). Fabrizio Trotta dopo la recente conquista del titolo italiano dei supergallo ha battuto ai punti in sei riprese il battagliero e coraggioso Luigi Mantegna. Vittoria non facile per Ivan Fiorletta ( + 22, -3, = 2) su Ionut Dinca ( + 1, -3), un romeno che lo ha impegnato lungo l’arco delle sei riprese. 

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi