L’ altro ieri, nell’Area Porto di Stintino, è toccato alla Squadra Azzurra Femminile difendere il tricolore contro la Rappresentativa Bulgara. Prova riuscita, dato che le abili azzurre hanno conquistato ben sei vittorie su sei incontri. “Tutte le atlete – ha commentato soddisfatto il Responsabile della Squadra Raffaele Bergamasco – hanno disputato match di ottimo livello. Un test superato brillantemente che ci fa ben sperare per il futuro e, soprattutto, per l’ambita meta dei Campionati Mondiali Femminili che si svolgeranno in Cina a novembre. Dobbiamo lavorare ancora molto. La speranza è che questo periodo di preparazione ci riservi altri momenti di confronto in campo internazionale. Dal 12 al 20 luglio, intanto, faremo tappa a Trieste, dove è in programma un test match con la Polonia. Le premesse per formare una buona squadra ci sono, dato che non solo le atlete più esperte hanno confermato il loro valore, ma anche le più giovani si sono distinte sul ring sardo”.

 

 

A cominciare dalla juniores Cosimina Basso che, nei 52 Kg., ha battuto ai punti la bulgara Greta Georgieva. Per abbandono alla prima ripresa, anche la giovane Giada Landi, nei 54 Kg., ha vinto contro la bulgara Tanya Georgieva. Nei 46 Kg., l’azzurra napoletana Carmela Chiacchio, dell’A.S. Salvatore Todisco Marianella, campionessa italiana nel 2005 e nel 2008 e argento ai Campionati dell’Unione Europea del 2007, ha superato ai punti la bulgara Velina Monova. Quarta vittoria per l’Italia, più che meritata, quella, sempre nei 46 Kg., della campionessa italiana nel 2004 e 2007 e campionessa professionista di Kick Boxing nel 2006 e 2007, oltre che ex inquilina della Casa del Grande Fratello, Alice Caligiuri che si è imposta sulla bulgara Iva Nikolova.
La migliore prova è stata quella della milanese Silvia La Notte, dell’A.P. Ursus, campionessa italiana nel 2007 e nel 2008, bronzo ai Campionati UE 2007 e campionessa mondiale di Savate e Kick Boxing, che, nei 48 Kg., ha battuto la più titolata della squadra bulgara, Sevda Asenova, campionessa in carica dell’Unione Europea. Gli ultimi guanti rosa in gara, nei 70 Kg., quelli della romana Patrizia Pilo, del Centro Sportivo dell’Esercito, campionessa italiana nel 2005 e nel 2007, bronzo ai Campionati Europei 2004 e bronzo ai Campionati dell’Unione Europea 2007, con colpi precisi, hanno inferto l’ultima sconfitta alla Bulgaria. L’avversaria Gergana Stoyanova ha dovuto cedere alla determinata Pilo.
Obiettivo raggiunto per il team azzurro e per i due tecnici Raffaele Bergamasco ed Emanuele Renzini, il cui sogno ricorrente è quello della partecipazione olimpica del pugilato femminile.
MESSA IN ONDA SU RAI SPORT PIU’
Il Dual Match Italia-Ucraina sarà trasmesso in differita su RAI SPORT PIU’ mercoledì 18 giugno dalle ore 13.30 alle ore 14.30.

Per maggiori informazioni e per i risultati potete visitare il nostro sito federale www.fpi.it (info all’interno della locandina della manifestazione) e www.boxingportotorres.it .

Comunicato FPI

 

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi