Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Spettacolo e boxe nella terra di Rocky Marciano | 2Out.it – Seconds Out – Free Sport Magazine

Spettacolo e boxe nella terra di Rocky Marciano

Dopo Salerno, prima tappa del Quadrangolare Internazionale che ha visto protagoniste la Nazionale Maschile Italiana Senior, impegnata nel dual match con la Nazionale Australiana, e la Nazionale Femminile Italiana Senior, che si è confrontata con Francia e Romania in un intenso triangolare, il pugilato olimpico si è messo in bella mostra a Roseto degli Abruzzi, venerdì 15 giugno, dove a sfidarsi, sul ring del Lido La Lucciola sul lungomare, sono stati i guantoni rosa, e a Ripa Teatina, la terra del leggendario Rocky Marciano, al quale è dedicata la suggestiva mostra in corso presso il Convento Santa Maria della Pietà. Qui, sabato 16 giugno, presso lo Stadio Comunale, si sono svolti ben quattro incontri femminili e sei maschili.

 

 

Sotto la buona stella di Rocco Marchegiano, la cui storia, rivissuta grazie ai suggestivi pannelli allestiti all’interno della mostra curata dalla Dott.ssa Francesca Mancini, ha rinvigorito gli animi degli atleti, gli incontri si sono svolti all’insegna della correttezza e del fair play.
Di alto livello internazionale, le due serate hanno rappresentato un momento di confronto importante. La boxe femminile, di scena nella prima tappa a Roseto degli Abruzzi, dopo l’andata dominata dalla Francia, ha visto passare in vantaggio la Romania, che si è aggiudicata tre incontri grazie alla campionessa mondiale Duta Steluta (Kg 46), messa comunque in seria difficoltà dall’abile italiana Alice Caligiuri, che con coraggio ha quasi strappato la vittoria alla romena, all’atleta Andreea Rotaru (Kg 63), che ha battuto l’azzurra Monica Bernazzi, ed alla 66 Kg Larisa Rosu che ha superato la grintosa Azzurra Rosati. In parità sono finiti l’incontro tra l’italiana Silvia La Notte (kg 48) e la francese Sarah Hamraoui, quello tra l’azzurra Giacoma Cordio (Kg 54) e la francese Lorna Weaver e quello tra l’atleta del Gruppo Sportivo Esercito Patrizia Pilo (kg 70) e la francese Samantha Alvares. Il tricolore ha però trionfato nei 52 Kg con l’esperta Loredana Piazza (Kg 52) che ha battuto la romena Andreea Gheju. Nell’ultima serata in programma, quella a Ripa Teatina, la boxe azzurra ha continuato a fronteggiare l’incalzare a colpi decisi ed esperti delle atlete francesi e romene. Quattro su dieci gli ncontri in programma. A primeggiare le francesi Virginie Nave (Kg 50), che ha battuto ai punti la romena Diana Timofte, e Cindy Orain (Kg 57), che ha superato la romena Mihaela Lacatus. La Romania si è rifatta con Alexandra Berechet (Kg 60) che ha vinto contro l’italiana Elga Comastri. L’Italia si è dovuta accontentare di una sola vittoria ma meritata: quella di Paola Massagrande (Kg 54) che ha prevalso sulla romena Loredana Dragulin.
Buone le performances anche dei seniores italiani che con coraggio hanno affrontato i maturi australiani, vincitori di tre incontri su sei. Opera dell’esperto Todd Kidd (Kg 64), che ha battuto l’azzurro Dario Vangeli, da poco diventato seniores, del veloce Jarrod Fletcher (Kg 75) che ha superato, anche se di poco, il combattivo Salvatore Grieco e del peso supermassimo Brad Pitt che si è aggiudicato la vittoria contro l’italiano Daniel Betti, vincitore dell’andata. Un pari ha penalizzato l’eccellente prova dell’italiano Daniele Limone (Kg 54) che ha sostenuto a pieni voti il ritmo dell’australiano Luke Jackson. Altro pari quello tra l’azzurro Emanuele Leo (Kg 91) e l’australiano Danie Beahan, incontro intenso che ha tenuto con il fiato sospeso il pubblico fino all’ultimo. Unico vincitore italiano, il preciso Alessio Di Savino (Kg 57) che ha contrastato l’esperto Luke Boyd con grande mobilità di gambe. Risultati positivi comunque per il tricolore nel percorso di preparazione al primo grande appuntamento preolimpico: i Campionati Mondiali Seniores che si svolgeranno a Chicago dal 17 ottobre al 1 novembre.

 

vice-pres1-provincia-chieti-umberto-aimola-e-segretario-generale-fpi-riccardo-de-girolami.JPG
Dalla fanfara dei bersaglieri all’ultima performance in campo, con uno speaker d’eccezione il giornalista Antonello Antonelli: ad animare l’evento il forte connubio tra cultura e sport, da tempo oramai consolidato in Abruzzo. E nello spirito della nobile arte gli atleti, nel momento della presentazione delle squadre, si sono scambiati i cataloghi della mostra, il cui carattere internazionale rappresenta un valore aggiunto per il territorio abruzzese. A confermarlo le autorità presenti, protagoniste nella parentesi delle premiazioni. A consegnare i riconoscimenti il Presidente del Comitato Regionale Abruzzese, il Sig. Domenico Di Battista, organizzatore dell’evento, e la Dott.ssa Francesca Mancini che hanno omaggiato con una targa il Vice Pres. della Provincia di Chieti con delega allo Sport Dr. Umberto Aimola, il Sindaco di Ripa Teatina Dr. Mauro Petrucci, il Presidente della Pro Loco di Ripa Teatina Kristian Toppa, il Presidente dell’Associazione Pugilistica “Dino Zambra” Luciano Ciofalo ed il Responsabile del Settore Nazionale Dilettanti della FPI. M.d.S. Nazzareno Mela. Il Dr. Aimola, a sua volta, ha consegnato un prestigioso premio, simbolo della Provincia di Chieti, al Segretario Generale della Federazione Pugilistica Italiana M.d.S. Riccardo De Girolami.
Comunicato FPI