di Leonardo Pisani

Nacque come Noah Brusso ma passò alla storia come Tommy Burns, il piccolo gigante di Hannover, in Canada dove nacque il 17 giugno 1881. Un altro grande peso massimo, che viene solo ricordato per il suo match a Sidney nel 1926 dove perse il titolo mondiale contro l’immenso Jack Johnson, alla 14 ripresa quando la polizia interruppe l’incontro, Jack London era a bordo ring come giornalista. Ma Burns va ricordato non solo per alcune curiosità come l’essere stato il peso massimo più basso della storia, solo 170 cm, per aver iniziato la carriera come leggero ed anche per un episodio curioso spesso dimenticato in vecchi annuari, la sua difesa del massimo titolo contro il campione mondiale dei mediomassimi Philadelphia Jack O’Brien era considerata valida anche per il titolo cadetto, quindi Burns avrebbe vinto anche il mondiale dei mediomassimi, ma non si trova più traccia di questo, sarebbe da approfondire, come una lontana origine italiana dei Brusso che viene messa in molti siti canadesi. Burns era un pugile coraggioso, affrontava chiunque ed è stato il primo a portare la difesa del titolo dei massimi fuori gli Stati Uniti a Parigi, a Londra, In Australia, un vero globe trotter ed è stato il primo bianco ad affrontare un uomo di colore con il titolo dei massimi in palio, il secondo fu Braddock contro Louis ben 29 anni dopo. Piccolo ma potente e con un allungo straordinario per la sua statura, molto veloce, aggressivo e terribile colpitore specialmente con il destro; riusciva a battere per ko avversari più pesanti e notevolmente più alti; un picchiatore, ma anomalo; le sue serie erano terribili ed era mobile, molto. Vinse il titolo nel 1906 contro Marvin Hart e lo difese 12 volte- tredici secondo altri conteggi. Si ritirò nel 1920 con un record di 46 vittorie con 34 prima del limite, 5 sconfitte – 1 prima del limite- e 9 pari. Dopo il ritiro apri un locale e in seguito divenne predicatore evangelico. Burns si spense per un attacco cardiaco il 10 maggio 1955 a 73 anni. Curiosotà: in alcuni siti canadesi danno notizia delle origini italiane di Burns è falso, sono francesi e tedesche.

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi