Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Uguale Days, al “Parco Nuovo delle Catene” a Marghera | 2Out.it – Seconds Out – Free Sport Magazine

Uguale Days, al “Parco Nuovo delle Catene” a Marghera

dav

dav

Marghera- Venezia 8/6/2018

La giornata è stata un’esperienza unica!

L’iniziativa organizzata dall’associazione Uguale Days, al “Parco Nuovo delle Catene” a Marghera popoloso quartiere di Mestre, all’insegna della”Disabilità nello Sport” è stata un’esperienza unica anche per gli atleti di altre discipline sportive-normo dotati- in particolare per lo sport del pugilato che da tempo si sta prodigando a tutti i livelli, affinché anche in questo sport di contatto, siano introdotte quelle modifiche regolamentari e sanitarie che possano permettere alla Boxe di avere una parte riconosciuta di attività sportiva”para-olimpica”. Il lavoro fatto dai volontari e dal Presidente della Associazione Fabio Caramel e dai suoi cofondatori Pettenò Thomas e Spolladore Andrea per realizzare questo evento unico nel suo genere è stato meraviglioso: per tre giorni la disabilità è stata la-normalità-Grandi!

Anche il pugilato ha voluto testimoniare la sua partecipazione, dedicando una manifestazione agonistica di grande profilo di qualità e di vicinanza, con la presenza dell’Arbitro Federale, Roberto Camelia, che è venuto da Siracusa-grazie all’interessamento della società Union Boxe Mestre 1948 e all’impegno fattivo del Comitato Regionale Veneto della FPI, per testimoniare, anche con il suo libro” il Ring e l’Aquilone”, che si può arbitrare un match di atleti agonistici a tutti i livelli, pur avendo un un arto con la protesi: è stata meravigliosa e commossa la sua testimonianza.

Alle 17 precise, lo Speaker Enrico Barasutti, con un sole incandescente, faceva partire sotto la guida del Commissario di riunione, il veterano Franco Avanzi, il primo Trofeo- Uguale Days- la quaterna Arbitrale capeggiata per l’occasione dall’altro veterano Gian Antonio Canzian e dai suoi validi collaboratori: Roberto Camelia, Sara Brusaferro, Denis Incanuti.

Nei 10 match disputati, tutti gradevoli con qualche punta di eccellenza si sono viste conferme e positive e qualche delusione, ma il caldo era davvero il terzo incomodo per tutti gli atleti.

Senza storia il primo match tra Lorenzo Barison e Alex Jengo, che ha vinto. Caldo, emozione e timidezza hanno fatto da padroni. Si aspetta sempre che Lorenzo si sblocchi perché il ragazzo c’è.

Si è fatto notare Gianmarco Schraulek vittorioso su Daniele Delli Rocili con un buon match.

Peccato invece per Aligi Frezza, che fino alla seconda ripresa teneva testa al forte pugile sloveno Sisic Alem, in vantaggio di peso, che ha vinto per RSCH(il vecchio intervento medico). Peccato.

La stessa sorte e capitata a Gori Vasile che dopo una prima ripresa alla grande, nella seconda una  involontaria testata del suo avversario Luca Chiancone, aveva gonfiato vistosamente la parte destra della fronte. L’arbitro fermava l’incontro e come da regolamento la vittoria ai punti, meritata, andava a Gori.

Poi un amarcord…Erika Martinuzzi si ritrovava ad affrontare una sua storica avversaria, Mara Sadocco, le quali malgrado il caldo decidevano di dare spettacolo e il risultato del match è stato pregevole e molto appassionato. Erika faceva suo il risultato finale ma era come se avessero vinto insieme. Il vero spirito della Manifestazione!

Con Alberto”cippo” Cila, uno dei pupilli di casa UBM 1948, incominciava la passerella delle Guest Star. Questo genio e sregolatezza, incalzato da un ottimo avversario lo sloveno Alex Guzej. Uno spettacolo: agonismo, determinazione, tecnica e coraggio incurante del caldo, davano vita ad un match che raramente si ha la fortuna di vedere. Vinceva con convinzione e tra uno scroscio di applausi del numeroso pubblico che si era assiepato attorno al ring.

Adesso era il turno di Oleinicov Roman, contro Nicola Fasolo: anche qui un ritorno al passato. I due si conoscono bene. Partono alla grande si vedono nelle prime due riprese cose bellissime, sono due pugili caparbi e molto tecnici, poi, il terzo incomodo: il caldo soffocante si fa sentire nella terza ripresa e il ritmo è calato ma non l’agonismo. Alla fine vince Romano, ma Nicola è tornato, se mai era andato via. Un buon pugile, forse sfortunato ma Nicola c’è. Non è facile tenere testa a un Romano così determinato.

Buon pari di Alex Shomali contro un sorprendente Antonio Librizzi, un ragazzo che va seguito attentamente molto tecnico, ubbidiente ai suggerimenti del suo angolo. Davvero da seguire.

Incontro piacevole per le due tecniche a confronto: ariosa e mobile quella di Shomali in linea e frontale quella di Librizzi. Piacevole.

Senza storia l’incontro tra Emanuel Marian Gavrila contro Lazar Andjelkovic. La vittoria di Emanuel era il risultato di una maggiore preparazione e tecnica un bel pugile molto volenteroso e può ancora migliorare. Lazar non si è scoraggiato e ha fatto il suo match, con il tempo crescerà e lo ritroveremo ancora sul ring.

Nel complesso una bella riunione con gli attori protagonisti, consoni allo spirito di solidarietà della Manifestazione. Nessuna contestazione, nessuna intemperanza. Un esempio da seguire sempre.

Soddisfatto il Tecnico della UBM 1948 Adriano Favaro e del suo staff, dei risultai ottenuti dei suoi atleti e dello spettacolo offerto al pubblico. Arbitri all’altezza del compito affidatogli, bravi.

Alla fine una ovazione degli stessi al loro collega Roberto Camelia che è venuto dalla Sicilia per testimoniare che anche nel pugilato c’è la volontà di cambiare ove è possibile e Roberto con il suo coraggio e storia personale è un degno Ambasciatore di questo mondo del pugilato. E l’inclusione è la via maestra dello sport: paradigma della vita e di una società più equa, umana e solidale. Questo è lo Sport…Bellezza!

Poi…tutti a cena appassionatamente le divisioni agonistiche un c’erano più tutti amici…questo è il terzo tempo nel pugilato! Evviva la Boxe!

F/L

 

Risultati Finali

Brison Lorenzo VS Iengo Alex/ vince ai punti

UBM 1948              U.P. Anconetana

Angi Gianmarco VS Marchesan Luca/ pari

Delli Rocili Daniele VS Schraulek Gianmarco/ vince ai punti

U.P. Anconetana             UBM 1948

UBM 1948                Boxe Cavarzere

Frezza Aligi VS Sisic Alem / vince per rcsh

UBM 1948          B.K.Porto Rose

Chiancone Luca VS Gori Vasile/ vince ai punti

  1. Porto TS UBM 1948

Sadocco Mara VS Martinuzzi Erika/ vince ai punti

  1. Cavarzere UBM 1948

Guzej Alex VS Cilia”cippo”Alberto/ vince ai punti

B.K.Porto Rose    UMB 1948

Fasolo Nicola VS Oleinicov Roman/ vince ai punti

Boxe Piovese        UBM 1948

Librizzi Antonio VS Shomali Alex/ pari

Vr. Boxing Fight       UBM 1948

Andjelkovic Lazar VS Gavrila Marian Emanuel/ vince ai punti

Boxe Piovese               Boxe Santamonica

(Luciano Favaro)