Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Vigan e Sead Mustafà vincono a Chiesanuova | 2Out.it – Seconds Out – Free Sport Magazine

Vigan e Sead Mustafà vincono a Chiesanuova

13445688_10208509853698010_4451059715677907228_ndi Federico Di Gesualdo

C’era una certa attesa stasera a Chiesanuova di San Casciano (Firenze) per il rientro sul quadrato di Vigan Mustafà. Professionista dal 2007, Mustafà dopo quindici vittorie conquistò il titolo IBF del Mediterraneo nei mediomassimi nel 2010 e l’anno successivo combatté per il titolo IBF Internazionale contro Sofiane Sebihi. Il match però si tramutò in un incubo: in vantaggio ai punti, nel corso dell’undicesimo round Mustafà venne investito da una serie di colpi che, complice il tardivo intervento arbitrale, lo lasciarono per alcuni minuti al tappeto. A più di cinque anni da quella drammatica sera, Vigan si è dunque riaffacciato tra le dodici corde affrontando Robert Halas. Fin dal primo gong Mustafà (Team Paciucci) ha messo in moto il jab sinistro, che ha dettato il ritmo per tutto il match: il buon Halas (Team Popovic) ha cercato di arginare l’avanzata del pugile di casa, ma Vigan, più alto di lui di circa dieci centimetri, con la sua boxe pulita ed essenziale lo ha colpito ripetutamente con il destro, specie nel terzo round. Il gong finale ha sancito la fine della contesa e la vittoria di Mustafà è stata salutata con entusiasmo dal folto pubblico presente a Chiesanuova.

In cartellone anche il fratello di Vigan, Sead Mustafà (Boxe Robur Scandicci). Reduce da un pareggio al suo debutto da neo-pro, Sead era opposto ad Alessandro Ruggiero della (Pugilistica Pratese) in un match sui quattro round. Ruggiero ha dato prova di grinta, determinazione e volontà, ma Mustafà ha mostrato una boxe scintillante, bella da vedersi e tremendamente efficace: i suoi cambi di guardia, le serie di colpi di ogni tipo e la grande scelta di tempo hanno relegato Ruggiero al ruolo di comprimario. In una straordinaria seconda ripresa Sead ha sciorinato il meglio del suo repertorio e al termine dei quattro round si è aggiudicato la sua prima vittoria da neo-pro.

Deludente invece il match che ha opposto il beniamino locale Dragan Lepei (Team Paciucci) ad Aleksander Petrovic (Team Popovic). Al primo destro scagliato da Lepei l’avversario crollava al tappeto: giusto il tempo di rialzarsi e Petrovic incocciava nel sinistro del pugile del team Paciucci schiantando sulla stuola una seconda volta. L’arbitro fermava il match tra le proteste dell’angolo di Petrovic, ma, onestamente, c’era poco da protestare.

Fabio Piazza (Boxe Stiava) ha dovuto faticare contro l’ostico Ovidiu Enache (Battipagliese) nel primo match tra neo-pro della serata. Piazza ha condotto quasi sempre l’azione durante le quattro riprese portando colpi in serie  e mantenendo un ritmo elevato. Tuttavia si è avuta l’impressione che Enache riuscisse a digerire con una certa disinvoltura le bordate avversarie e, anzi, i colpi più precisi, sia pure di rimessa e con minore continuità, sono arrivati proprio dal pugile della Battipagliese. Non ci sono stati comunque dubbi sulla vittoria di Piazza.

Cinque match nei dilettanti. Leonardo Sarti (Boxe Mugello) ha vinto contro Andrea Talia (Pugilistica Pratese) in un incontro durato poche battute: Sarti si poneva subito in avanzata e procurava un taglio all’arcata sopraccigliare dell’avversario che veniva fermato dall’arbitro. Simone Rao (Boxe Padariso) ha avuto ragione di Matthias Alaimo (Boxe Mugello) in un match piuttosto equilibrato condotto a buon ritmo da entrambi. Bella prova di Omar Russo (Boxe Robur Scandicci) opposto a Erikson Smajla (X Boxing): Russo ha affrontato l’avversario andando costantemente all’attacco e imponendogli un conteggio al primo round. Smajla ha ribattuto colpo su colpo, ma la vittoria è andata meritatamente all’atleta della Robur. Successo netto per Giacomo Quilici (Accademia dello Sport) su Tiberio Stefanelli (SAF): Quilici ha prevalso facendo valere un maggiore allungo e imponendo un ritmo elevato. Leonardo Ciari (SAF) ha avuto la meglio su Andrea Bemi (Boxe Stiava) in un incontro dove entrambi hanno scambiato colpi incrociati a vicenda. Vittoria anche per Alex Naldi (SAF) che ha prevalso su Marco Melecchi (Boxe Fusco) in un match tutto sommato equilibrato.

RISULTATI – Professionisti: Vigan Mustafà b. Robert Halas pt. 6 (Mediomassimi); Sead Mustafà b. Alessandro Ruggiero pt. 4 (Medi); Dragan Lepei b. Alexsander Petrovic KO1 (Supermedi); Fabio Piazza b. Ovidiu Enache pt. 4 (Massimi). Dilettanti: Sarti b. Talia pt. 1 (69 kg Elite); Rao b. Alaimo pt. 3 (60 kg Junior); Russo b. Smajla pt. 3 (69 kg  Senior); Quilici b. Stefanelli pt. 3 (80 kg senior); Ciari b. Bemi pt. 3 (64 kg Senior); Melecchi b. Naldi pt. 3 (60 kg Junior).