Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

ANTONIO DE VITIS GRANDE PROTAGONISTA A SEQUALS IL 7 LUGLIO | 2Out.it – Seconds Out – Free Sport Magazine

ANTONIO DE VITIS GRANDE PROTAGONISTA A SEQUALS IL 7 LUGLIO

 

Il prossimo 7 luglio l’organizzazione di Rosanna Conti Cavini farà il suo  ritorno a Sequals per il Trofeo Carnera dopo due anni di assenza. La manifestazione è organizzata in collaborazione con il Comune di Sequals, con il commissario Claudio Colussi, la Somsi e il suo presidente Roberto Rugo, con l´amministrazione provinciale di Pordenone con il presidente Alessandro Ciriani e con la Regione Friuli Venezia Giulia. Il grande protagonista dell’evento sarà il superpiuma Antonio De Vitis che affronterà sulle dodici riprese valide per il vacante Intercontinentale Ibf l’argentino Hugo Ramirez.

Di grande prestigio anche il sottoclou con la presenza di due campioni italiani, il supermedio Andrea Di Luisa e il supergallo Giuseppe Di Micco, entrambi sfidanti ufficiali al titolo dell’Unione Europea, e l’ambizioso superwelter Antonio Santoro.

Abbiamo scambiato quattro chiacchiere con Antonio De Vitis

Antonio, per te un’emozione nuova, combattere nella magica terra di Sequals..

Sì,una nuova emozione, bellissima direi, visto che è la città che ha dato i natali a Primo Carnera. Se devo esser sincero io ero poco più che un novizio della Palestra Rodio di Brindisi, la città dove sono nato è cresciuto, quando i due compagni di allenamento Fabio Pignataro e Fabio Lipari allora pesi massimi dilettanti parteciparono al Torneo Carnera portando a casa tutti i premi del torneo. Allora sì, rimasi cosi affascinato che oggi ritorno con i ricordi a quei tempi e quando i manager Umberto e Rosanna Conti Cavini mi hanno proposto questa opportunità ho accettato senza batter ciglio, perché combattere in quella terra magica per la boxe per un pugile è il massimo.

Vincere l’Intercontinentale Ibf ti darebbe una bella soddisfazione dopo la delusione europea. Che ne pensi?

Vincere il titolo sarà una bella soddisfazione ma più del titolo è l’avversario che batterlo sarà una grande emozione visto la sua esperienza e il record attuale. Ormai il titolo europeo è alle spalle, non ci penso più, e questo fa parte del mio carattere…

 Nell’Europeo tra Fegatilli e Boschiero per chi farai il tifo?

E’ scontato che faccia il tifo per Boschiero, perché il suo successo sarebbe un buon passo avanti per la boxe italiana.

Cosa prometti al pubblico di Sequals e ai tuoi tanti tifosi?

Al pubblico di Sequals, che so essere molto attento ed esigente, prometto uno spettacolo emozionante e questo avviene quando sul ring ci sono due pugili di valore. Ho iniziato la mia preparazione già da 2 mesi, visto che avrei dovuto combattere in Africa, sotto l’attenzione dei maestri Musio, Mazza e Pignataro a Brindisi e ora sono in Piemonte in ritiro dal maestro Vottero che mi programma gli sparring e gli allenamenti quotidiani.

Ringrazio i miei manager per l’attività che riescono da sempre a farmi fare, visto i tempi duri..