Gli sposi tra il Presidente Tiberia I canguri Denis Mingarelli e Andrea Palleschi L'arbitro Volpin e la tensione prima del verdetto Parità tra Dushynsky e Mezzonedi Luigi Capogna

Un po’ di sentimento e romanticismo non guasta mai anche se il pugilato è intriso di queste componenti per coinvolgimento ed emotività, ma la cornice più bella ed emozionante si è concretizzata nel vedere una coppia di neo sposi salire su un ring come nell’occasione della riunione di venerdì sera a Ceccano; infatti la bella e giovane sposa Anna Luce, nipote del grande e compianto campione Domenico Tiberia, con il neo marito Pietro è salita a centro ring, posto nel piazzale adiacente la chiesa di S. Maria a Fiume dove si è svolta la cerimonia nuziale, per ricevere un lungo e caloroso applauso augurale dal foltissimo pubblico che ha avuto la fortuna di assistere a una grande serata di boxe perfettamente allestita dalla “ASD D. Tiberia” il cui Presidente Massimo Tiberia coadiuvato dai maestri Pio Ciotoli, PierLuigi Micheli e Michele Egidi e supportato da numerosi sponsor ha varato un ottimo calendario di eventi estivi e questa prima serata è stato un eccellente prologo e un ottimo viatico per il prosieguo di tutta la programmata attività pugilistica.

Questo 1° Memorial intitolato a “ Biagio Bronzi”, un uomo sportivo, molto stimato e laborioso che amava la boxe e che seguiva sempre con passione il “suo” campione Domenico Tiberia, è stato una grande passerella per diversi giovani ciociari iniziata con le esibizioni degli agguerritissimi “canguri” Lorenzo D’Arpino contro Emanuele Iacovazzo e l’ostico Denis Mingarelli opposto al talentuoso castellucciano Andrea Palleschi per poi proseguire con sette incontri dilettantistici ed una esibizione tra professionisti.

Hanno dato inizio alle ostilità i “senior” superleggeri Fabrizio Mezzone della “Franco Valente” di Isola del Liri e l’ucraino naturalizzato cassinate Vasyl Dushynsky; due ottimi pugili ben impostati che hanno sciorinato una boxe spumeggiante fatta di diretti e montanti scambiati a viso aperto sempre a centro ring in un costante equilibrio dalla prima ripresa fino al verdetto finale di parità.

Il welter Diego Bracaglia allievo del maestro Marongiu della “New Generation” ha vinto di stretta misura su un volenteroso Andrea Miele della “G.S.Training Cassino” che mai ha fatto valere il suo maggiore allungo per tenere a debita distanza l’intraprendente ed attento avversario.

Antonio Bonacquista della “Franco Valente” del maestro Gianluca Gabriele, al limite dei pesi welter, ha vinto ai punti contro un coriaceo V. Marcheggiani della “ASD Pugilistica Frosinone” che pur subendo un conteggio in piedi nel secondo round ha dimostrato un’ottima preparazione atletica replicando sistematicamente con efficacia fino al termine dell’ultima ripresa.

Il mediomassimo David Bika della “G.S. Training” ha ottimamente impressionato tutti i presenti costringendo un pur bravo Antonio Endimiani della “New Generation” a subire un conteggio in piedi sia nella prima che nella seconda ripresa con precisi destri d’incontro per una schiacciante vittoria ai punti di un match dove il ventinovenne “colored” Bika è apparso un pugile ben impostato che non resta mai sui colpi, che sa schivare con abilità ed impone la sua boxe con tecnica sopraffina: un assoluto protagonista della serata e della categoria per futuro che gli auguriamo ricco di risultati sotto l’attenta ed oculata guida del suo bravissimo maestro Giuseppe Tucciarone.

Ottima anche la prova del peso welter Matteo Santangeli della “New Generation” che ha vinto ai punti contro Francis Onejama della palestra “Aquila boxe” dimostrando una tecnica pugilistica e varietà di colpi nettamente superiori dell’avversario.

Per la categoria “Elite” Mauro Simone della “ASD D. Tiberia” al limite dei pesi piuma ha vinto meritatamente ai punti nei confronti di Giorgio Gaglione della “G.S.Training” soprattutto per una terza ripresa più incisiva ed intensa.

L’ultimo match ha mostrato un Fabrizio Piroli della “ASD D. Tiberia” molto determinato che ha imposto già dalla prima ripresa un conteggio in piedi al suo quotato avversario l’aquilano Francesco Niro che nelle riprese successive si è ripreso molto efficacemente vanificando il maggior allungo di Piroli giudicato vincitore ai punti.

L’esibizione sulla distanza delle quattro riprese tra i professionisti pesi gallo Andrea Scala scuderia BBT, secondogenito del dinamico maestro Raimondo e il cassinate Luca Genovese della “De Clemente boxe” ha fatto da corollario ad una serata dove è emerso la grande volontà delle tante palestre pugilistiche ciociare di collaborare in maniera fattiva tra di loro ed anche con quelle che insegnano sport alternativi come l’Aikido; infatti negli intervalli pugilistici si sono esibiti gli allievi del maestro Gianluca Nicolìa in un variegato ed apprezzato repertorio di diverse tecniche della disciplina sportiva già abbastanza radicata sul nostro territorio.

Per onor di cronaca sono stati premiati diversi personaggi presenti alla riunione come i pugili Antonio Di Mario, Remo Tatangelo e Alessandro Micheli, i dirigenti e i maestri della ASD D. Tiberia, il Sig. Gino detto “il mago”, il dott. Angelo Macciomei attuale assessore allo sport del comune di Ceccano, gli eredi del compianto Biagio Bronzi, il sottoscritto e l’incomparabile Valerio Lamanna “la voce del ring” che con la sua inconfondibile voce ha magistralmente diretto con impeccabile professionalità una serata dagli alti contenuti tecnici e spettacolari.

L’ambizioso progetto di una organizzazione sinergica di tutta l’attività pugilistica provinciale è partito con ottimi presupposti ma la massiccia opera di collaborazione dovrà continuare ad espletarsi necessariamente con riunioni periodiche tra i vari responsabili delle palestre per studiare problemi, iniziative e nuove formule operative affinche il futuro di questo meraviglioso sport continui a calamitare su di sé l’interesse dei giovani e a puntare sul fascino inossidabile di una tradizione ultradecennale culminata in tanti veri campioni ciociari come Bruno Arcari, Luigi Quadrini, Domenico Adinolfi, Domenico Tiberia, Dario Della Valle, Rosario Pacileo, Sven Paris, Remo Tatangelo, Giodi Scala, Alessandro Micheli e tantissimi altri pugili che pur non avendo raggiunto la notorietà, hanno ovunque combattuto con tanta passione e professionalità anche se non ripagati dai risultati che sicuramente si aspettavano e per i quali hanno continuato ad inseguire i loro fugaci sogni.

Perche tutti quelli che continuano a salire su un ring sono e resteranno eterni sognatori in una società sempre più priva di certezze dove il caos e la confusione regnano nell’indifferenza di un futuro senza valori.

Risultati dilettanti:

pesi superleggeri: F. Mezzone pari V.Dushynsky; pesi welter: Bracaglia vp A. Miele; welter: A. Benacquista vp V. Marcheggiani; medimassimi D. Bika vp A. Endiniani; welter: M. Santangeli vp F. Onejama; piuma: M. Simone vp G. Gaglione; superleggeri: F. Piroli vp F. Niro.

Arbitri:

Sig. Volpin, Sig. D’Erasmo e Sig.ra Corradi

Medico di servizio:

Dott. Tamburrini di Cassino

Commissario di riunione:

Sig. Orfeo Mollicone

 

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi