( A. C.) -Oltre mille presenti hanno salutato a Lariano l’ottava prova del beniamino locale, Emanuele Barletta, che per l’occasione aveva di fronte l’ungherese Norbert Nagy, gia’ avversario di Spada, Di Giacomo, Cosseddu, Dirks e Kovacs. L’incontro, previsto sulle otto riprese, rappresentava un test match in vista di un eventuale Titolo del Mediterraneo WBC da disputarsi a settembre nella vicina Velletri. L’evento, intitolato “1° Memorial Giulio Rinaldi”, ha visto la partecipazione calorosa degli oltre mille presenti e particolari consensi ed attimi di commozione si sono avuti in occasione del ricordo di Giulio Rinaldi e dell’amico Fabio Luciani (un giovane imprenditore locale) entrambi scomparsi la scorsa settimana.

Un interminabile applauso di oltre un minuto di tutti i presenti ha cosi’ onorato la memoria dei due. Poi,dopo l’apertura dedicata ai dilettanti e prima degli incontri professionisti Chiavarini, organizzatore della serata, ha presentato sul ring Domenico Spada e Pasquale Di Silvio, entrambi applauditissimi, unitamente alla famiglia Rinaldi. La figlia Gisa ed il nipote Giulio Rinaldi sono stati omaggiati di un quadro ricordo alla memoria del grande Giulio. Nei superleggeri il fianese Andrea Angelocore ha colto la quinta vittoria su cinque incontri sbarazzandosi dell’ungherese Vass per KOT alla terza ripresa.Dopo un inizio cauto e ragionato Angelocore ha fatto breccia nella guardia di Vass ed ha preso il largo portando poderose serie a due mani. Nel corso della terza ripresa un preciso colpo all’occhio ha bloccato le velleita’ di Vass che è stato costretto all’abbandono non essendo in grado di continuare la lotta (ferito nell’occhio al canale lacrimale). Angelocore ha fatto cosi’ un ulteriore passo in avanti tenendo costante il passo di marcia di una ancor breve carriera (è professionista da dicembre 2010). Emanuele Barletta era atteso nella sua Lariano da quasi un anno: il 24 luglio del 2010 aveva fatto il suo trionfale debutto in un gremitissimo anfiteatro (tremila persone) superando il romeno Rosca e da allora aveva soatenuto in totale 7 incontri riportando 6 vittorie ed una sconfitta ai punti allorquando fu superato da D’Agata a Catania per il titolo italiano dei mediomassimi (verdetto al fotofinish). L’ottavo incontro  rappresentava per Barletta una immediata occasione di rilancio ed il suo avversario  Nagy (10 vittorie, 7 prima del limite e 6 sconfitte) un buon test in vista di un titolo. Lo straordinario calore dei presenti ha accolto “Cucciolo” come si accoglie un campione ed il suo incontro è stato seguito con interesse ed apprensione. Nagy, che inizialmente ha dato la sensazione di voler creare qualche problema a Barletta con sporadiche ed improvvise azioni, è stato pizzicato ripetutamente da qualche duro colpo del larianese ed è scivolato ripetutamente al tappeto nel corso della terza ripresa. L’incontro si è chiuso alla quarta ripresa quando un preciso destro al capo ha scaraventato Nagy al tappeto e rialzatosi è stato finito da una poderosa azione a due mani. La festante platea di Lariano ha cosi’ salutato la settima vittoria del beniamino locale che è ora atteso a piu’ importanti prove a partire da settembre prossimo. In apertura il medio Velardo si è aggiudicato la bella con Romano di Minturno vincendo l’incontro ai punti. Per Velardo si trattava dell’ultimo incontro fra i dilettanti. L’altro minturnese Santilli ha superato ai punti il ciociaro Marongiu al termine di un piacevole e combattuto incontro. Nei medi Leuti è tornato alla vittoria imponendosi al perugino Migliorati ai punti come ha fatto il rignanese De Iulis opposto all’altro perugino Volpato. Fra l’umbro Bertoldo e l’anguillarese Serami (siamo nei s.welter) salomonico verdetto di parita’.
Risultati:
welter-Santilli (Minturno) + Marongiu (New Generation) ai p.
s.welter-Serami (Sabatia) = Bertoldo (Perugia)
medi-De Iulis (Rignano) + Volpato (Perugia) ai p.
        Leuti (Co.Na) + Migliorati (Perugia) ai p.
        Velardo (Co.Na) + Romano (Minturno) ai p.
Professionisti
s.leggeri: Andrea Angelocore (Chiavarini) + Janos Vass (Ungheria) kot3
mediomassimi: Emanuele Barletta (Chiavarini) + Norbert Nagy (Ungheria) ko4

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi