di Michelangelo Anile

Copia di DSCF2152Tivoli accende i riflettori sul pugilato e le selezioni  dell’Italia  e della  Slovacchia si contendono  gli onori della vittoria  sul ring del Palazzetto dello Sport “Paolo Tosto”. Per una magistrale organizzazione del team Zonfrillo e Federici si è svolta venerdi’ 3 luglio  la riunione di pugilato che ha visto salire tra le 16 corde otto match dilettanti dei quali sei riguardanti appunto il confronto tra Italia e Slovacchia. Superiore oltremodo  la selezione laziale per i malcapitati sloveni che tornano a casa con un secco 6 a 0,  troppo  il divario  tecnico-tattico.

Sei i pugili italiani per sei altrettante vittorie:  Piroscia Cristian ( AP Roma Tricolore),  Zingaro Ennio (ASD Barone Figth Club),  Middei Michey (ASD Boxing Time),  Moriconi Marco (ASD Lupa Boxe),  Angeletti Riccardo  (ASD MMA Boxing Center),  Federici  Mario (ASD Zonfrillo e Federici Boxing Team).  Hanno inaugurato la kermesse pugilistica di Tivoli, due match valevoli per  la selezione della rappresentativa del Lazio.  Nel primo incontro,  per la categoria cadetti  (50kg.),  Gasparri si è imposto ai punti  contro Marongiu in un match dove  la maggiore esperienza  del primo è   emersa  alla distanza. Renzo Frisardi, a fine match, ha consegnato nelle mani di Gasparri la maglia azzurra della rappresentativa del Lazio .  Vittoria senza attenuanti, invece, quella che ha ottenuto Adami contro Vernile costretto al ritiro per RSC all’inizio della  terza ripresa.  Con questa vittoria, il pugile di Colonna ipoteca il passaggio nella seconda serie.  Il  match clou tra Italia e Slovacchia viene suggestivamente presentato con gli inni delle rispettive nazioni  e lo schieramento dei dodici atleti in gara al quale fa seguito la presentazione del giudice di Gara Orfeo Mollicone e di tutti gli arbitri impegnati: Fabio Angileri, Pasquale Galdieri,  Adrio Zannoni e Massimo Montanini. Presente a bordo ring Massimo Barrovecchio, eletto miglior  arbitro dell’anno per la sigla WBC.  

Parte subito bene l’Italia  con Piroscia che deve sudare non poco per arginare le folate dello slovacco Radoslav. Il ragazzo del team  AP Roma  Tricolore, seguito all’angolo Prestipino, mette in luce un repertorio pugilistico davvero spettacolare, fatto di scambi a corta distanza, di montanti  al corpo e soprattutto un buon diretto destro. Lo sloveno sorpreso non va oltre  uno sterile jab sinistro che non fa mai breccia nella guardia di Piroscia. Il conteggio  subìto dallo sloveno in chiusura del quarto round, sancisce la vittoria dell’italiano per la categoria Youth, 57 kg. (4×2).   Il secondo match categoria superleggeri vede di fronte Oravec  contro Zingaro.  Due picchiatori a confronto, un match tirato fino alla quarta  e ultima ripresa vibrante a tratti spettacolare. Zingaro, diciannove anni, al suo quinto match, mette in pratica tutti i suggerimenti del M° Ottavio Barone:  montanti al corpo, guardia chiusa e  lontano dalle bagarre. Il match consacra il pugile italiano allo scadere della quarta ripresa quando lo sloveno viene contato in piedi.  Due a zero per l’Italia  e spazio alle premiazioni .

L’impeccabile  speaker Valerio Lamanna,  voce nota nell’ambito delle manifestazioni pugilistiche, invita sul quadrato gli organizzatori dell’evento Antonio Zonfrillo e Franco Federici per la consegna delle targhe ricordo affiancati da Ezio Federici, presidente dell’ASD Zonfrillo e Federici Boxing Team.  Vengoni  premiati Roberto Aschi, Pasqualino Rossi, Emiliano e Mimmo Mattei, Paolo Salvatori, Marco Vincenzi, Paolucci Giustino, Barbara Massaccesi, Augusto Lucetelli ed  il sindaco di Tivoli Giuseppe Baisi. Quest’ultimo ha  preso la parola ed ha sottolineato  l’importanza dello sport per  Tivoli , il significato profondo profuso dagli atleti che affrontano la  disciplina del pugilato  sotto l’aspetto sportivo e ancor di più sociale. Infine, sono stati premiati  i pugili pro Emanuele  “Sioux” Blandamura,  Emanuele “Ruspa” Della Rosa e il pluricampione Ottavio Barone.

Per la categoria dei welter (4×2), si affrontano per il   terzo match  lo sloveno Pavol contro Middei.  Il giovane atleta italiano,  al suo dodicesimo match, è pugile solido e soprattutto intelligente. Il ragazzo di Marino si fa valere per una certa continuità d’azione,  sempre in linea con i colpi, preciso nella combinazioni delle serie,  qualitativamente superiore al malcapitato Sloveno che subisce anche due  conteggi in piedi nella seconda e terza ripresa. L’Italia  è al giro di boa: 3 match, tre vittorie. Moriconi  porta a quattro le vittorie della selezione laziale. Lo sloveno Zucha è stato competitivo solo nella prima ripresa, nulla ha potuto contro l’esperienza del pugile di Roma al suo tredicesimo match. Moriconi ha avuto il merito di lavorare al corpo l’avversario con precisi e potenti ganci e di non aver mai gradito la boxe scomposta dell’avversario, boxato invece con intelligenza e velocità. Senza storie il quinto match, categoria medio massini (3×3)  che vede di fronte Kucek e il forte Angeletti.  Una sola ripresa basta ad  Angeletti per abbattere le fragili difese dello sloveno che già nella prima  ripresa viene consultato dal medico di riunione per ben due volte. La seconda ripresa dura pochissimi secondi e, per l’ennesimo intervento medico, l’arbitro sospende il match.

 Il sesto e ultimo match  per la categoria dei Super Massimi (+91) , vede di fronte  Fendrik  contro il beniamino di casa Mario Federici.  Campioone Italiano Junior, al suo diciottesimo match, Mario Federici  si è imposto prepotentemente sullo sloveno apparso con qualche chilo di troppo. Una ripresa soltanto è bastata al romano di Corcolle per abbattere lo sloveno tempestato da colpi in serie e combinazioni di buon livello tecnico.  Sei a zero  e l’Italia sconfigge la Slovacchia senza attenuanti. Come Angeletti,  Federici non doveva dimostrare  nulla  e di certo non in questa occasione.  L’atleta romano  rappresenta infatti  una delle  speranze del pugilato italiano e soprattutto l’erede naturale dell’olimpionico   Roberto Cammarelle.

Si spengono i riflettori sul quadrato del Palazzetto di Tivoli, ma rimane negli occhi di tutti i presenti una serata  di sport davvero entusiasmante che ha trasmesso forti emozioni , organizzata nei minimi particolari con grande professionalità   dall’ASD Zonfrillo e Federici Boxing Team. “Abbiamo fatto dei notevoli sacrifici per allestire questa manifestazione pugilistica”, ci ha riferito Franco Federici:  “Grazie al patrocinio  del Comune di Tivoli e alla logistica del Palazzetto dello Sport , tutto questo ha avuto buon esito. Mi sembra che tutto è stato funzionante, le selezioni hanno offerto un buon pugilato  al numeroso pubblico presente , grazie  soprattutto all’impegno profuso dai pugili della Slovacchia.  Bene la prima, possiamo dire. Un sei a zero che non fa una piega. Speriamo”, ha concluso Federici, “che ci sia un ritorno, magari in Slovacchia, ma soprattutto che questa riunione pugilistica  non rimanga un fatto isolato”.  Anche Antonio Zonfrillo ci manifesta tutta la sua soddisfazione: “Condivido a pieno quello detto da Federici e vorrei ricordare che grazie anche  agli sponsor tale manifestazione  si è potuta realizzare: un  ringraziamento particolare va a  Nando Vignola titolare dell’omonima impresa edile . Una lode particolare va a tutti i ragazzi della selezione italiana, selezione che ho curato di persona insieme a Federici  a maggio per i Cadetti e School  Boy e  a giugno Youth e Senior. Chi inizia bene”, ha concluso Zonfrillo,  “è a metà dell’opera. L’altra metà speriamo di conquistarla magari in un appassionante ritorno in Slovacchia”.


Risultati:
 Marongiu  A. (ADS New Generation Boxe) b. Gasparri S. (ADS Cosmo) ,ai punti
Adami E. (ADS Colonna) b. Vernile M. (Barone Figt Club), RSC

ITALIA vs SLOVACCHIA
 Piroscia C. A.P.Roma Tricolore)  b. Baca Ratoslav  (Slovacchi), ai punti
 Zingaro E. (ASD Barone Figth Club)  b. Oravec  Jakub (Slovacchia), ai punti
 Middei Michey (ASD Boxing Time) b.  Zucha Pavol  (Slovacchia), ai punti
 Moriconi M. (ASD lupa Boxe)  b. Zucha Peter (Slovacchia) ,ai punti
 Angeletti R. (ASD MMA Boxing Center) b.  Kucek Peter (Slovacchia) , RSC
 Federici M. (ASD Zonfrillo e Federici Boxing Team) b. Fendrik Marek (Slovacchia), RSC

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi