di Alfredo Bruno
dsc_6358.JPG

Nei giardini del Piazzale dello Scalo Ferroviario a Ceccano si è svolta una riunione mista organizzata dalla “D. Tiberia B.C.”. Il match clou è stato disputato da Marino Bucciarelli, un welter che sta rispettando in pieno le aspettative riposte in lui.

 

  dsc_6367.JPG

Il pugile del Team Conti Cavini se l’ è dovuta vedere ancora una volta con l’ungherese Sorin da lui già battuto per squalifica. Nella prima ripresa l’ospite ha iniziato a spron battuto e Bucciarelli non si è fatto intimidire. Nella seconda Sorin teneva in modo provocatorio tanto che Lamusta era costretto a intervenire con un richiamo. Il match rischiava di degenerare ancora una volta fino a quando un micidiale gancio destro di Bucciarelli scaraventava al tappeto l’avversario che veniva contato, Sorin si rialzava e il ceccanese lo ripescava con un colpo fotocopia. Dopo il secondo conteggio l’arbitro Lamusta decretava il kot visto che l’ungherese ne aveva abbastanza. Bucciarelli, irrobustito nel fisico, appare più concreto e forse è il caso dopo questa nuova vittoria di cominciare la ricerca di avversari più consistenti.
La serata si apriva con i dilettanti Buono e Spaziani. Quest’ultimo ha imposto subito la sua maggiore prestanza fisica costringendo l’avversario a tenere stretta la guardia e pedalare all’indietro. Per la vittoria di Spaziani non ci sono stati dubbi. Più vivace il match che ha visto di fronte Giodi Scala e Sacco. I due ragazzi con un bagaglio tecnico non indifferente hanno dato vita a tre riprese culminate con uno bello scambio che ha sancito la parità.
Una breve interruzione consentiva l’esibizione di alcune forme del Taekwondo presentate dal maestro Alfredo Carella. La boxe riprendeva con un derby ciociaro tra Finiello e Marongiu. Quest’ultimo come suo solito ha cominciato a tutta birra per intimidire l’avversario. Finiello, guardia destra, braccia abbassate ha una boxe più varia e spesso ha pescato con colpi d’incontro l’ inesauribile avversario. E’ la volta poi di due vispi ragazzini, parliamo di uno School Boy e di un Cadetto, che hanno fatto scintille tra la meraviglia dei numerosi presenti. Rosi, guardia destra, infila con schioccanti uno-due Micheli più aggressivo e continuo. Una perfetta parità e uno spettacolo che ha soddisfatto tutti. E’ decisamente una serata per giovanissimi. Mauro quando accorcia le distanze trova con colpi efficaci l’impatto dell’avversario. Zoto è tenace e costringe Mauro a dare il meglio per vincere dopo tre riprese scintillanti.
dsc_6211.JPG

Non potevano mancare le premiazioni in questo Memorial alla quarta edizione per ricordare Giuseppe Liburdi. Il Trofeo è bellissimo e numerose targhe vengono consegnate a varie personalità tra cui l’assessore Ciotoli, il professor Conte e Roberto Aschi, dirigente del Comitato Laziale. Salgono sul ring numerosi campioni del passato, ma anche del presente per ricevere un caloroso e meritato applauso a coronamento di una piacevole serata.
RISULTATI
Cadetti – Gallo: Mauro S. (D. Tiberia B.C.) b. Zoto (Abruzzo); Micheli (D. Tiberia B.C.) e Rosi (Roma Tricolore) pari.
Juniores – Piuma: Scala G. (Luigi Quadrini) e Sacco (A.P. Frosinone) pari.
Seniores – Leggeri: Marongiu (New Generation) e Finiello (F. Valente) pari. Welter: Spaziani (A.P. Frosinone) b. Buono (Abruzzo).
Professionisti – Welter: Marino Bucciarelli (Conti Cavini – kg. 65,600) b. Petre Sorin (Ungheria- kg. 65,700) kot 2.
Arbitri: Favia (c.r.), Lamusta, Demaldè, Ciafrone.     

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi