di Alfredo Bruno

Davide Buccioni manda avanti le sue forze più giovani: Simone Califano e Adriano Cardarello faranno la loro rentrèe domani 2 luglio in una riunione mista che presenta varie particolarità. La prima è la location visto che il ring verrà installato nello  Stadio del Rugby dell’Acqua Acetosa (Largo Giulio Onesti). E’ la prima volta che gli impianti CONI dell’ Acqua Acetosa aprono alla boxe e lo fanno nel campo di uno sport come il rugby che ben si abbina con la noble art. Il Palazzetto di viale Tiziano per ora è un semplice amarcord che è stato sostituito con altre interessanti soluzioni. Due soli i match di professionisti, ma capaci di calamitare intensamente l’interesse degli appassionati.

Simone Califano ( + 10, 6 per ko, -1) affronterà sulle 12 riprese l’ungherese Istvan Nagy ( +8, 5 per ko, -3), anche lui di 25 anni, un età che giustifica l’etichetta mondiale di Titolo Giovanile per la IBF. Il “Chico” recentemente ha combattuto nella riunione di Petrucci-Sinclair strapazzando in una ripresa, sia pure per ferita, Younes Amrani. Si è trattato di un test valido che ha solleticato il promoter romano ad organizzare subito un match di cartellone con tanto di titolo in palio. L’avversario di Califano è questo Istvan Nagy che ha tutta l’aria di essere un becco a gas dopo i suoi recenti successi per ko. Ma l’insidia oltre che nel suo avversario potrebbe essere nel peso visto che il giovane dovrà calare di qualche chilo per rientrare nella categoria dei superpiuma. Comunque per il “Chico” sembra essere certa la presenza del “Califfo”, il cantante suo omonimo, diventato oltre che suo sostenitore anche il suo portafortuna visto che ogni volta Califano pugile ha messo ko i suoi avversari.
Adriano Cardarello ( + 5, 3 per ko), 22 anni, è uno dei giovani più seguiti a livello nazionale. Parliamo di un ragazzo che da dilettante tutti schivavano. Anche lui come Daniele Petrucci è di San Basilio, un quartiere che si smobilita per seguire i suoi beniamini. Adriano è una sorta di figliol prodigo tornato all’ovile dopo un periodo in cui la boxe non risultava essere al primo posto per quello che riguardava i suoi interessi. Il giovane dopo una tiratina d’orecchi fatta dal suo maestro Carlo Maggi sembra intenzionato a bruciare le tappe e lo dimostra il fatto di aver accettato un avversario come Janos Petrovics ( + 11, -16), 36 anni, che quest’anno si è battuto con gente del calibro di Marinelli e De Martinis, dando filo da torcere al prospect romano Giovanni De Carolis. Un test molto difficile che costringerà “Wonder Boy” a dar fondo a tutte le energie se vuole ottenere un successo che potrebbe diventare il suo definitivo trampolino di lancio.
La serata che dovrebbe iniziare a partire dalle 20,30 sarà aperta da quattro match dilettantistici: tra i medi Loreti (Team Boxe Roma XI) e Mongiello (Olympic Boxe Gym), Murat (Roma Tricolore) e Marcocci (A. Volpe); tra i superwelter Bianco (Boxe Albano) e Midei (Boxing Time), per finire coi welter Bucciarelli (Boxing Time) e Longo (Fitness&Fun).
Si tratta di un esperimento interessante con prezzi stracciati: 10 euro per la tribuna e 15 euro per bordo ring numerato. Il match tra Califano e Nagy sarà trasmesso su Rai Sport Più a partire dalle 22,30.  

Di Alfredo

3 pensiero su “Domani grande boxe sul campo del rugby all’Acqua Acetosa”
  1. Ringrazio belli de zia e prendo atto della svolta del bravo Adriano presso la Talenti Boxe dove insegna Roberto Ferri.

  2. …vorrei precisare che l’allenatore di Adriano Cardarello è Il GRANDE ROBERTO FERRI della palestra Talenti Boxe, BODY WORK!!!

  3. califano vado a vederlo sicuro e poi alle riunioni della BBT mi diverto. non la solita noia di quattro cani che strillano a bordo rin g

I commenti sono chiusi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi