Sul ring del Suncorp Stadium di Brisbanepacquiao-vs-horn-960x540 di fronta a più di 50mila spettatori si è consumata una delle più grosse sorprese degli ultimi 10 anni, qualcuno è andato oltre paragonandola addirittura alla sconfitta di Tyson ad opera di Douglas. Stiamo parlando della vittoria ottenuta dall’ australiano Jeff Horn (+ 18, =1) su una delle leggende del boxing di tutti i tempi, vale a dire Manny Pacquiao (+ 59, – 7, =2), 37 anni, pluricampione, un vero e proprio fuoriclasse. L’incontro era valevole per il mondiale welter WBO. Sconfitta unanime quella subita dal filippino ma con qualche strascico. Per gli esperti Pac non aveva perso. Alla nona ripresa è stato molto vicino alla conclusione prima del limite, ma il suo avversario si è salvato per il rotto della cuffia. Anzi nelle riprese successive il filippino ha rallentato il ritmo, cosa ben sfruttata dal sorprendente Horn. Forse Pacquiao impegnato su più fronti non si è allenato a dovere. Nel contratto c’è la clausola di una rivincita e per certi versi si sta ripetendo quello che avvenne con Timothy Bradley, che vinse il primo match ma perse nettamente gli altri due. Strategie oppure per il grande Manny, vista l’età e la dura carriera, è iniziata la parabola discendente ?

 

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi