Alessio Di Fiore con il suo maestro Sergio Simula Alessio Di Fiore dichiarato vincitore Fabrizio Piroli dopo il match Nino Benvenuti tra Tiberia, Egidi e Antonuccidi Luigi Capogna

Notte dedicata ai campioni, quelli veri, quelli che sognano ciò che per tanti è utopia, quelli che emulano i grandi del passato e quelli che si esaltano sin dai primi pugni questa è stata ieri sera, a Pontecorvo in piazza Europa, la sintesi di una notte importante di sport con un testimonial d’eccezione come Nino Benvenuti, sempre energico, lucido e in piena forma che dopo aver raccolto una vera e propria ovazione ha intrattenuto con un pizzico di commozione il numerosissimo pubblico, assiepato in ogni ordine di posto, con parole semplici e chiare parlando del vero significato della boxe che insegna ai giovani il coraggio, il senso del sacrificio, il rispetto delle regole, la capacità di migliorarsi perseguendo uno scopo, un obiettivo per mettersi in gioco puntando solamente sulle proprie potenzialità.

Il Presidente del Coni Lazio Dott. Riccardo Viola e l’Assessore allo sport del comune di Pontecorvo hanno introdotto Nino Benvenuti uno dei migliori pugili italiani e uno degli atleti italiani più amato di tutti i tempi che nel suo ricchissimo palmares annovera tra i dilettanti uno score di 120 vittorie con una sola sconfitta, campione olimpico alle Olimpiadi di Roma nel 1960, campione mondiale pesi superwelter tra il 1965 e 1966, campione mondiale pesi medi tra il 1967 e il 1970 oltre a tantissimi attestati e riconoscimenti a livello internazionale fino ad essere nominato nel 2017 dal Coni Ambasciatore del Pugilato Italiano nel mondo.

La calorosa ospitalità ricevuta e la constatazione del dilagante interesse delle tantissime persone presenti per il pugilato sono risultate gradite sorprese per il campionissimo a dimostrazione che tutta la provincia risponde compatta al forte richiamo del fascino che emana questo meraviglioso sport .

I risultati più tangibili si sono evidenziati con l’esibizione di diciannove incontri tra giovanissimi atleti ai primi approcci con una disciplina sportiva provenienti dalle varie scuole dei maestri S.Simula, R. Scala, G. Tucciarone, P.Capezzera, F. Lanciotti, G. Gabriele, N. Barrale, Bucciarelli, M. Egidi, P. Ciotoli che sotto l’attenta e straordinaria supervisione di Benvenuti hanno sciorinato agonismo, cattiveria sportiva, dedizione, impegno e amore infinito tutti ingredienti fondamentali per la loro formazione psico – fisica.

I giovanissimi atleti hanno ampiamente meritato gli scroscianti applausi del folto pubblico e il sacrosanto diritto di essere menzionati come di seguito in ordine di entrata : A. Giovagnoli, Daniel Malaggese, A. Scafi, Nicolò Malaggese, F. Crona, V. Gutu, C. Latina, F. Simula, F. Gabriele,E. Preziosi, C. Mottola, A. Palleschi, A. Rosu, D. Mirlabini, C. Quaglieri, L. Della Posta, E. Iacovasso, F. Ferrara, R. Rosu, I. Moretti e Pier Luigi Sardelli.

Lo spettacolo coinvolgente ed ammaliante di queste esibizioni sono di buon auspicio per la crescita esponenziale della boxe, attività sportiva difficile da spiegare, da far capire, a volte da comprendere, dove la vittoria o la sconfitta non sono essenziali; è importante rimettere al centro il proprio corpo, la propria fisicità, la propria concretezza, e condividerla con gli altri in un mondo dove sempre più prevale la relazione virtuale e dove l’isolamento diventa una piaga sociale con conseguenze future inimmaginabili.

Entrando nello specifico degli incontri, scontata vittoria del promettente Claudio Simula, primogenito di Sergio maestro e organizzatore della serata, che ha dominato Agostino Bortone della ”Pugilistica Fondi” mettendo in mostra indubbie qualità fisiche e tecniche notevoli. Nei pesi medi il castellano Alex Ferrara della “Frascati boxe” dei maestri Condello e Grossi vince per sospensione cautelare nei confronti di un Gianmarco Cristini apparso troppo remissivo e apatico rispetto ad altre esibizioni subendo l’attento e sgusciante avversario. Andrea Tiberia, assistito dal suo maestro Egidi della palestra “ASD D. Tiberia”, non ha espresso la rapidità ed eleganza dimostrata in altre occasioni e si è dovuto arrendere ai punti, dopo tre vibranti riprese, nei confronti di un determinato e smaliziato Luca Tistarelli della “ Boxe Frascati” .

Non va oltre il pari Alex Di Micco della “Venus” che al limite dei 60 Kg ha dato sfoggio delle sue immense qualità pugilistiche nei confronti di un indomito Valerio Proietti, della palestra “Boxe il Gladiatore” dei maestri Milone e Crusco, pugile esperto e difficile da contrastare che, nel terzo round, a seguito di un preciso gancio sinistro e un diretto destro, pur subendo un conteggio in piedi ha reagito con veemenza e ha portato a conclusione un bel match..

Nazar Tsebrik ucraino naturalizzato napoletano della “Napoli Boxe” del maestro Lino Silvestri al suo sedicesimo incontro ha surclassato Davide Dolce della “Boxe Frascati” con aggressività e potenza. Nei pesi mediomassimi Vittorio Amato della “Venus” ha messo in luce precise serie di colpi portati per linee interne con le quali ha contrastato le reazioni un po’scorrette, rilevate dall’arbitro con un richiamo ufficiale, di Cristian Diana e si è aggiudicato meritatamente il verdetto.

Gli ultimi tre incontri riservati alle categorie “Elite” sono stati molto incerti e combattuti. Ha iniziato il superleggero Fabrizio Piroli della “D. Tiberia Ceccano” che dopo una prima ripresa sul filo dell’equilibrio, con un diretto al mento ha costretto il suo quotato avversario Fiori Federico della “ASD Pugilistica Frosinone” ad un conteggio in piedi e si è assicurato la vittoria finale ai punti. L’espertissimo campione italiano Mirko Natalizi della “Gladiatore” al suo settantaduesimo incontro in canottiera ha meritato il verdetto in virtù di una boxe spumeggiante ed aggressiva ed ha costretto il suo avversario, il pari peso welter il napoletano Aniello Canfora, a subire le sue bordate a media e corta distanza compreso un conteggio nel secondo round.

Il match clou tra il villense Alessio Di Fiore della “Venus” e Marco Corona della “ASD Frosinone”, al limite dei mediomassimi, ha messo in vetrina due ottimi pugili, tecnicamente e fisicamente ben impostati che hanno mostrato cose pregevoli in modo particolare Di Fiore, da poco passato nella categoria superiore, che ha palesato evidenti progressi mostrando una migliore mobilità di gambe e sul tronco che gli hanno consentito di avere la meglio sul tenace avversario.

Il famoso e incomparabile Valerio Lamanna “la voce del ring” per antonomasia ha riempito l’atmosfera con emozionante trasposizione nell’intrattenere i numerosi ospiti e dettando i tempi con la sua impareggiabile ed inconfondibile voce.

Insomma una manifestazione riuscita sotto l’aspetto organizzativo e sportivo grazie all’impegno dell’Amministrazione Comunale del Sindaco Dott. Anselmo Rotondo, degli sponsor, dei collaboratori ma soprattutto del dinamicissimo maestro Sergio Simula che da ex pugile conosce molto bene la boxe, come viverla, come amarla, come praticarla per raggiungere i propri obiettivi ma soprattutto come plasmare una disciplina così complessa nel fisico e nella mente di un uomo speciale, Igor Moretti, che ieri sera sul ring ha dimostrato che nulla è precluso a chi con tenacia e determinazione sfida la sorte, se stesso e le leggi della natura che a volte sono crudeli e difficili da decifrare. Grande progetto, grande Sergio e soprattutto grande Igor.

Risultati dilettanti:

pesi minimosca: C. Simula vp A. Bortone; pesi medi: A. Ferrara vsosp. caut. G. Cristini; medi: L. Tistarelli vp A. Tiberia; piuma A. Di Micco pari V. Proietti; N. Tsebrik vp D. Dolce; V. Amato vp C. Diana; superleggeri F. Piroli vp F. Fiori; welter M. Natalizi vp A. Canfora; mediomassimi A. Di Fiore vp M. Corona.

Arbitri:

Sig. R. Scali, D. Meccariello, A. Golino, Passariello

Cronometristi:

Ciampa e Fraioli

Medico di servizio:

Dott. Cicconetti di Cassino

Commissario di riunione:

Sig. Orfeo Mollicone

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi