Una bella serata estiva, una splendida piazza gremita nel cuore della città ed un ring sul quale è andato in scena lo spettacolo della boxe, con otto incontri tutti equilibrati, combattuti e vibranti: non c’era modo migliore per onorare il ricordo di Attilio Lasagna, campione mantovano di pugilato, proprio davanti al suo bar in piazza Broletto oggi gestito dal figlio Marco. E’ stata un successo la quinta edizione del Memorial Lasagna, organizzato dalla Boxe Mantova del maestro Bruno Falavigna e da Francesco Ventura con il sostegno del Comune (che l’ha inserita nel calendario di ‘Mantova Città Europea dello Sport 2019′) e di Confcommercio. Nelle quattro sfide professionistiche i pugili del Team Cavallari-Ventura, non senza fatica, hanno ottenuto un poker di vittorie.

Nella cornice dilettantistica, dopo l’ottimo esordio del bolognese Pietro Migliore e la vittoria del guastallese Alessio Braiati, due pugili mantovani hanno combattuto con alterne fortune: mentre Serjo Koka della Boxe Mantova si è un po’ addormentato nel finale perdendo con il veronese Domenico Chiaromonte, Andrea Bertaiola della Mantova Ring ha avuto la meglio del bolognese Mario Missoni con una prestazione in crescendo.

Nei professionisti il welter catanese Gaetano Guttà ha vinto ai punti contro il pericoloso (e con struttura fisica da peso medio) serbo Ognjen Raukovic, mettendo sul quadrato quella lucidità e quel raziocinio che gli erano mancate l’anno scorso, quando nella stessa piazza perse per ko da Arblin Kaba attaccato sconsideratamente.

Nei supermedi il mantovano Piero Di Gangi ha ottenuto la seconda vittoria in carriera aggiudicandosi la rivincita con l’amico Rodolfo Benini: amicizia che non si è vista sul ring, in quanto i due atleti, così come nella loro sfida precedente alla Boni finita in pareggio, non hanno mai arretrato di un centimetro.

Il peso gallo di Siracusa Gianluca Conselmo, nonostante due richiami ufficiali subiti nel finale per aver abbassato troppo la testa, ha battuto ai punti il pur ottimo piemontese Alfredo Di Bartolo, il quale dopo un inizio in cui ha incassato di tutto non si è arreso e ci ha provato fino all’ultimo secondo.

La sfida finale tra pesi medi, valevole per i quarti di finale del Trofeo delle Cinture Wbc, è andata all’esuberante catanese Gianluca Pappalardo, che ha vinto ai punti contro il bolognese Daniel Quiroz pur avendo dovuto soffrire in particolare nei round centrali. L’incontro, serrato ed applauditissimo, ha concluso degnamente una grande edizione del Memorial Lasagna.

 

Nelle foto:

  • Bertaiola in azione
  • Guttà vs Ognjevic
  • da sx: Arblin Kaba, Marco Lasagna, Paola Nobis, Francesco Ventura, Bruno Falavigna
  • Di Gangi vs Benini
  • Di Gangi vs Benini
  • Pappalardo vs Quiroz

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi