Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

La grande boxe “All In”: Megariunione al Palagems, si inizia con Bundu vs Petrucci in esibizione | 2Out.it – Seconds Out – Free Sport Magazine

La grande boxe “All In”: Megariunione al Palagems, si inizia con Bundu vs Petrucci in esibizione

La boxe vive e si alimenta di amarcord: le grandi sfide, i grandi match diventano il cibo di cui l’appassionato si nutre. Sono passati solo 6 anni da quando Leonard Bundu e Daniele Petrucci incrociarono i guanti per un’impietosa sfida italiana valevole per il Titolo Europeo dei welter. Non era una scelta a caso quella dell’EBU, perchè Petrucci e Bundu all’epoca erano i migliori della categoria, ci erano arrivati passo dopo passo, vittoria dopo vittoria, sofferenza dopo sofferenza. C’era da stabilire “solo” chi era il number one. Il Foro Italico di Roma, il 25 giugno del 2011, aprì i battenti per una grande serata organizzata da Armando De Clemente. Il match terminò all’ 8° round con il risultato Tecnico di parità. Impressionante il gonfiore dello zigomo di Leo dovuto ad uno scontro accidentale, il match non poteva continuare. Fu assegnata una parità a maggioranza, che in parole povere voleva dire “tutto da rifare”. Il 4 novembre del 2011 cambia lo scenario, ma la sfida è la stessa con l’organizzazione di Mario Loreni al Nelson Mandela Forum di Firenze. Stavolta il match ebbe il suo vincitore in Leonard Bundu e fu Daniele Petrucci a non accampare scuse ed accettare la sconfitta in un match tra due campioni con la C maiuscola dove il minimo errore veniva fatto pagare con moneta sonante dall’avversario. In pratica per Daniele Petrucci la carriera di pugile finì lì, mentre Bundu è stato il dominatore in Europa arrivando alle soglie del titolo mondiale. Daniele e Leo sono rimasti grandi amici e in pratica insegnano la boxe, anche se il fiorentino che continua a sfogliare un’ipotetica margherita se ritirarsi o meno, spera ancora in un colpo di coda organizzativo.

Questo potrebbe essere l’antefatto ma l’idea di una terza sfida tra i due è nata a Gianluca e Romina, titolari de “Il Ring”. La sfida stavolta è senza titolo in palio, ma è un’esibizione di tre round che farà felici gli appassionati e farà conoscere la vera boxe, quella universalmente nota come la Noble Art. Ad arbitrare l’esibizione è stato chiamato un altro “fuoriclasse”, si tratta di Claudio De Camillis, arbitro olimpionico. La serata è chiamata “All In” per stare a significare “completa”, dove la boxe è vista a 360° con ben 5 matches di pro, e 8 di Elite. Lo scenario, con inizio alle 19, è quello del PalaGems a Tor di Quinto, vecchio, ma non tanto, cavallo di battaglia della boxe romana.

Nei pro salta subito all’occhio la presenza di due campioni, titolati, come Mario Alfano e Pasquale El Puma Di Silvio. Non si è andato certo sul sottile per trovare gli avversari, perchè Dionise Tiganas e Eden Barreto, due atleti che hanno un buon seguito, faranno di tutto per sovvertire il pronostico e avere un rilancio alle loro ottime qualità. Si può parlare di main event, ma rimane difficile parlare di sottoclou, perchè ogni match nella sua incertezza fa storia a se. Vedremo di fronte in una sorta di santabarbara pugilistica Luca Papola e Roberto Ruffini, due atleti che hanno entusiasmato per la loro “asfissiante” aggressività nella precedente riunione romana. Riccardo Lecca non accetta il ruolo di veterano, come pure il suo avversario Carlo De Novellis. Entrambi hanno già combattuto per il Titolo Italiano, le ambizioni sono rimaste…le potenzialità anche. Luca D’Ortenzi, pupillo di Simone Autorino, gioca la carta più importante della sua carriera affrontando quel Yassine Habachi, recente vincitore di Mattia Faraoni.

Niente è stato tralasciato in questo incredibile “All In” romano grazie anche alla collaborazione della BBT di Davide Buccioni e all’entusiasmo di Romina e Gianluca.

 

Le operazioni di peso si svolgeranno domani, venerdì 14, alla sede de “Il ring” in via Luigi Vittorio Bertarelli 87-89 alle ore 17, e come nella migliore tradizione ci sarà un aperitivo per gli intervenuti.

 

PROGRAMMA

DILETTANTI:

GUALTIERI (CASALBRUCIATO) VS MALVITANO (ROMA EST)

AMBROSI (SAN BASILIO) VS STRAMAGLIA (IRPINIA PRO RING)

FAZZINO (SILICELLA) VS COCCIA (OLYMPIC BOXE GYM)

PERRONE (TALENTI) VS FARETRA (IRPINIA PRO RING)

CAMPANELLA (CASALBRUCIATO) VS SALVATI (FIAMME ORO)

CARBOTTI F. (SILICELLA) VS ROSSI (ASCOLI BOXE 1898)

ARMANINI (MONTESACRO BOXE ACADEMY) VS BALLI (BOXING CLUB CALENZANO)

CROGNALE (GIM BOXE SETTEVILLE) VS CORONA (BOXE FROSINONE)

PRO:

SUPERLEGGERI: LUCA PAOLA VS ROBERTO RUFFINI 6R

LEGGERI:PASQUALE DI SILVIO VS EDEN BARRETO 6R

MASSIMI LEGGERI: LUCA D’ORTENZI VS YASSINE HABACHI 6R

SUPERPIUMA: MARIO ALFANO VS DIONISE TIGANAS 6R

MEDI: RICCARDO LECCA VS CARLO DE NOVELLIS 6R

(al. br.)