Bartolozzi e i Conti CaviniNon si sono ancora spenti gli echi dell’incredibile successo raccolto a Porto Santo Stefano, con una delle riunione di pugilato che resteranno sicuramente nella storia di questo 2009 per la bellezza degli incontri coniugata con il fascino dell’ambientazione, che Rosanna Conti Cavini e la sua organizzazione hanno già il mirino puntato verso il prossimo obiettivo, l’annuale manifestazione che a Sequals, in provincia di Pordenone, celebra il cittadino più famoso, l’immenso Primo Carnera, uno dei più importanti pugili italiani nella storia della boxe mondiale.

 L’amministrazione comunale della cittadina, con in testa il nuovo sindaco Enrico Odorico, richiede espressamente alla manager internazionale la disputa di quattro match professionistici tutti tra atleti italiani, tra cui almeno un titolo italiano. Quest’anno Rosanna Conti Cavini ha programmato il vacante titolo tricolore dei supergallo, tra il suo assistito Fausto Bartolozzi e il ternano Massimo Deidda, atleta del team di Armando De Clemente. Solo che negli uffici di Grosseto è appena giunta la notizia che il bravo atleta fiorentino, già campione italiano della categoria, è stato operato da poco alla retina di un occhio, e quindi deve dare forfait. Ma Rosanna Conti Cavini, coadiuvata dal marito Umberto, si è immediatamente attivata e, con il consenso della Federazione, ha trovato il sostituto di Bartolozzi in Ciro Pariso, giovane napoletano sempre del team De Clemente, che quindi salirà sul ring contro Deidda per le dieci riprese valide per il titolo italiano. I due pugili si sono già affrontati alla fine dell’anno scorso nella finale di Coppa Italia, con vittoria che dopo otto riprese equilibrate e spettacolari arrise a Pariso. A Sequals, presso Piazza del Municipio, il titolo italiano avrà quindi il gusto agro-dolce della rivincita, come fu l’anno scorso per il titolo italiano dei medi ad interim che Signani vinse su De Novellis, che pochi mesi prima lo aveva battuto sempre per la finale di Coppa Italia.

Rosanna Conti Cavini quest’anno ha voluto regalare all’appassionato pubblico di Sequals un altro ambito incontro, quello della semifinale della Coppa Italia 2009 dei pesi superleggeri, che sulle sei riprese sarà contesa dal giovane messinese Alfredo Natoli, uno delle grandi speranze dell’organizzazione della manager internazionale, e dall’esperto Morgan Milan. Per Natoli una vittoria aprirebbe la possibilità di aspirare non solo alla vittoria finale del torneo, ma anche quanto prima al titolo italiano vero e proprio, così come appena successo a Pariso. Inoltre dopo due incontri tra dilettanti friulani, ecco gli altri due incontri di professionisti sulle sei riprese, che bagneranno l’esordio professionale di due talenti pescati in giro per l’Italia da Umberto Cavini, che dirige la gestione sportiva dell’organizzazione della moglie: il massimo toscano Vitale Mele, prodotto della Boxe Lastra a Signa di Ferdinando Padariso, e il superwelter triestino Michele Bestiaco, allenato dal maestro Guido Crapez, affronteranno rispettivamente Massimiliano Pinna e Alessandro Segurini. Una giuria presieduta dall’assessore Elio De Anna attribuirà a fine serata un premio per il miglior pugile dilettante e il prestigioso Trofeo  Primo Carnera (opera della Scuola Mosaicisti del Friuli di Spilimbergo) al miglior professionista, riconoscimento che l’anno scorso premiò la grande classe di un talento eccezionale come Michele Di Rocco.

Come al solito sarà prevista la copertura televisiva di Rai Sport Più, in voce Mario Mattioli e Nino Benvenuti e, espressamente voluta come tutti gli anni dall’amministrazione di Sequals, l’ingresso gratuito a tutta la manifestazione.

Ufficio stampa Rosanna Conti Cavini

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi