Simona Galassi ha conservato il titolo mondiale WBC dei mosca superando nettamente e per certi versi con facilità l’hawaiana Eileen Miyoko Olszewski con una lezione durata 10 round.I punteggi parlano chiaro: 99-91 due volte e 99-92. La riunione, organizzata dalla OPI 2000, si è svolta nella piazza XX Settembre di Civitanova Marche, dinanzi a circa 5000 persone che non si sono lasciati intimorire dai rovesci di pioggia che ogni tanto sono comparsi

Simona Galassi ha subito inquadrato la boxe della sua avversaria e ha condotto le danze con il suo jab destro e le sue serie di tre colpi. Siamo su un altro pianeta o obiettivamente all’orizzonte sono poche le atlete d’oltreoceano che possono infastidirla.
Michele Piccirillo, 38 anni ma non li dimostra, ha impartito una lezione di bella boxe all’ungherese Janos Petrovics, diventato uno specialista nel valutare lo stato di forma dei nostri atleti. Il gentleman pugliese dopo 5 riprese di alta accademia pugilistica si è scatenato nella sesta e ultima ripresa con due serie che hanno strappato gli applausi dei presenti. Michele è pronto per la sfida europea nei superwelter.
In apertura c’è stato l’esordio del marchigiano Michele Focosi che affrontava lo slovacco Ambroz Horvath. Il welter della OPI 200 dopo una ripresa di studio gettava alle ortiche la prudenza e la sua micidiale potenza aveva buon gioco nella terza ripresa per kot. Carel Sandon ha ottenuto la sua sesta vittoria superando ai punti il magiaro Bela Sandor cercando di mantenere l’equilibrio su un ring bagnato per la pioggia. Senza problemi la vittoria del laureando Ottavio Di Leo sull’ ungherese Attila Molnar. La conclusione a favore del welter dell’OPI 2000 è arrivata alla quarta ripresa per kot.

La foto di Simona Galassi è tratta dal suo sito.

Di Alfredo

4 pensiero su “Tutto secondo copione a Civitanova per la Galassi”
  1. gentile sig. Cozzi

    io ho organizzato eventi, e capisco quali siano i problemi economici, però ho visto la serata come spettatore.

    e come spettatore ribadisco che questi match fanno malissimo al pugilato in televisione, perchè annoiano e la gente cambia canale, invece lei ben sa che se si vogliono gli sponsor serve alzare l’audience.

    Se lei si offende mi dispiace, ma la realtà non cambia, se si vuole la copertura media serve l’evento adatto e lo spettacolo adatto, diversamente il prodotto diventa noioso e gli sponsor non lo vogliono più.

    Dia ancora spazio a Simona Galassi, che è molto brava ed è molto telegienica, inviti atleti che lottano come tigri come Tuiach o Emiliano Salvini e gli sponsor aumenteranno.

    Con Piccirillo, con tutta la simpatia per gli sforzi che fa e per quanto si alleni duramente, ritengo che l’epoca sia finita con l’incontro con Mayorga.

    Poi spero che non si offenda, le mie sono opinioni e come tali valgono e non mi interessa offendere nè lei nè Piccirillo ma ho il difetto di non essere diplomatico e di dire quello che penso.

    Saluti

    Marco Panattoni

  2. mi riferisco al commento su michele piccirillo.e non posso non dire qualcosa.credo che il commento su michele sia stato molto duro e anche molto ingeneroso,per chi come lui a dato lustro alla boxe nazionale per cosi lungo tempo. io sono stato tra gli organizzatori della serata, e dico che e troppo comodo criticare standosene seduti tra la poltrona in tv. provate ad organizzarla una serata cosi. poi vedrete???????
    inanzi tutto latleta che ah affrontato piccirillo è un ex nazionale.secondo per tenere testa a michele credo che bisogna ingangiare uno dei primi 20 nelle classifiche mondiali.e mica sempre ci sono disponibilita’ finanziarie,lon sapete quanti salti mortali bisogna fare per offrire una serata cosi??? terzo il pubblico lo ah gradito e ne erano in 6000.scusate se è poco.quinto se eravate li a bordo ring avreste capito e accettato-tutti sanno che michele fa queste esibizioni per arrivare in forma al titolo europeo e credo sia il suo ultimo confronto.quindi ripeto e ingeneroso colpire tale prestazione che è stata tra laltro dignitosa.bruno cozzi

  3. Caro Marco sei troppo duro nei riguardi di Piccirillo. E’ vero Petrovics è un collaudatore, ma Piccirillo che sta per battersi per il titolo europeo dei superwelter non può rischiare, anche perchè le occasioni a 37 anni non stanno sempre dietro l’angolo. Mi è piaciuta l’analisi che hai fatto di Simona…

  4. ho guardato la serata su Italia 1.

    Simona Galassi è stata molto brava, certamente si è allenata focalizzando moltissimo il tempo sui drills con i guanti da passata, perchè ad ogni gancio dell’avversaria (più bassa) con un movimento quasi automatico schivava all’indietro con il volto rientrando con il diretto a segno.

    è bello vedere una atleta impostata molto bene tecnicamente, e la Galassi lo era, precisa nei contrattacchi.

    Non era convincente quando attaccava di suo, ma non è il suo stile essendo una longilinea ma nei counterpunch, come li chiamano gli americani, era quasi al 100% come statistica.

    brava, molto brava.

    Peccato aver rovinato la serata con il match di Piccirillo contro l’ennesimo signor Nessuno, il solito catorcio con sconfitte superiori alle vittorie messo lì a fare da heavybag e quindi il solito match da sbadigli che ho fatto fatica a vedere fino in fondo senza addormentarmi.

    Ora, delle due l’una. O si vuole rilanciare la boxe come sport televisivo e quindi si trasmette solo la Galassi e magari si lascia spazio a gente come Salvini, Bundu, Tuiach in televisione oppure si spingono vecchi pugili come Piccirillo, che con Mayorga hanno dimostrato quanto realmente valgono, e la boxe rimarrà uno sport trasmesso a mezzanotte e semisconosciuto al grande pubblico.

I commenti sono chiusi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi