L’ingresso in zona podio del tricolore ha visto brillare l’azzurro di Marcianise Clemente Russo (Kg. 91) che ha da poco superato il temibile ucraino Usik Oleksandr, bronzo europeo del 2006. Un avversario pericoloso, che nei sedicesimi ha eliminato il cinese Yushan Nijati, bronzo mondiale e favorito sulla carta, battendolo per 23 a 4, ma non per il campione mondiale Russo che si è imposto per 7 a 4 (1° ripresa 2 a 0; 2° ripresa 2 a 1; 3° ripresa 3 a 1; 4° ripresa 0 a 2),  in un incontro che lo proietta verso il podio più alto.

Per ora è medaglia di bronzo; per l’agente di polizia di Marcianise, però, esiste solo un colore, lo stesso che lo ha portato a raggiungere la vetta mondiale.
Oggi, nei quarti di finale, “Tatanka”, il soprannome che significa “bisonte” in sioux non è a caso, ha fatto valere la sua boxe potente ed allo stesso tempo veloce contro un avversario alla sua portata. “E’ stato un incontro equilibrato – ha commentato soddisfatto Russo – con una prima ripresa di studio. A partire dalla seconda ho sorpreso l’ucraino e ho messo a segno due destri, i colpi della vittoria. Nella quarta il match era già mio, anche se l’ucraino ha tentato il tutto per tutto. Ora ho in mente solo l’oro. La sfida in semifinale con l’americano non mi spaventa anche perché Oleksandr è molto più forte. La strada è in discesa e io sono carico per salire sul podio più alto”.
Le premesse ci sono tutte: “Oggi Russo ha sconfitto l’uomo più forte del torneo – ha dichiarato con orgoglio il CT Francesco Damiani – e in semifinale non dovrebbero esserci problemi. In finale Clemente potrebbe incontrare il russo Rakhim Chakheiv, l’argento mondiale che il nostro può di nuovo battere e che in semifinale affronterà il cubano Osmay Acosta Duarte”. L’appuntamento con il bisonte casertano è per venerdì 22 luglio con le tanto attese semifinali che vedranno l’azzurro in corsa per l’oro con l’americano Wilder L. Deontay, campione nazionale in carica, che oggi ha battuto per preferenza, +10 a 10, il marocchino Mouhammed Arjaoui che ha subito un richiamo ufficiale. Tra gli arbitri/giudici che hanno giudicato l’incontro c’era anche l’italiano Enrico Apa, componente della commissione arbitri/giudici AIBA per le Olimpiadi.
E domani, lunedì 18 agosto, al Workers’ Indoor Arena, intorno alle ore 21.31 (15.31 ora italiana), sarà di scena il capitano azzurro Roberto Cammarelle (Kg.+91) che incontrerà il colombiano Oscar Rivas, argento ai Giochi Panamericani 2007 e Bronzo al Torneo Independence Cup Rep. Dom. 2007, che nei sedicesimi ha vinto per 11 a 5 sul bulgaro Kubrat Pulev.
Forza azzurri!

PECHINO 2008 SU RAI SPORT
Gli incontri degli azzurri sono trasmessi su RAI DUE e su RAI SPORT PIU’. La telecronaca è condotta da Mario Mattioli. Al suo fianco, per il commento tecnico, c’è Nino Benvenuti (per info programmazione e gli orari definitivi RAI SPORT – PECHINO 2008 www.raisport.rai.it )

I programmi di gara giorno per giorno del pugilato sono su www.aiba.org  (pagina dedicata a Pechino 2008).

Ufficio Comunicazione FPI
Michela Pellegrini

 

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi