Trionfo tutto tedesco nelle categorie a squadre all’edizione 2007 dei Mondiali di Minigolf,. La Germania, prima dall’inizio alla fine nella classifica maschile, ha conquistato l’oro anche nella categoria femminile grazie a un imprevedibile sprint finale. Delusione invece per l’Italia che, dopo un buon inizio, ha perso terreno e si è classificata quarta nella categoria maschile a squadre e sesta in quella femminile.

184_germania1.jpg Per quanto riguarda gli uomini, nessun passo falso per i tedeschi, che si sono aggiudicati, come già previsto dopo le due ottime prime giornate, la medaglia d’oro con 1215 colpi. «La squadra maschile ha fatto un ottimo lavoro –commenta Reinhard Neitzke, commissario tecnico della Germania-. Il primo e il secondo giorno hanno giocato in modo impeccabile, senza commettere errori. Oggi hanno avuto qualche problema, ma sono stati comunque molto bravi. Sono molto soddisfatto della vittoria: tra i giocatori si è creato un ottimo spirito di squadra, come si vede dai risultati». Leader della nazionale tedesca sono i fratelli Harald e Walter Elbruch, trascinatori della squadra. Harald, già campione europeo, ha tutte le intenzioni di laurearsi anche miglior giocatore del mondo durante la finalissima di domani.
   Al secondo posto la Svezia (1231 colpi), che oggi ha recuperato qualche punto dai tedeschi, senza riuscire a colmare il distacco incolmabile dalla vetta. L’Italia, invece, non ce l’ha fatta a salire sul podio: un’ambizione mai nascosta alla luce dei progressi fatti dalla nazionale in questi anni, che avrebbero potuto realizzarsi proprio sul campo di casa. La giornata sembrava aver preso una piega promettente: il settebello azzurro aveva recuperato parte dello svantaggio ed era riuscito a risalire dalla quinta alla seconda posizione. Qualche errore di troppo nell’ultimo giro è però costato il podio: la Svizzera, più fredda, esperta e concentrata, ha vinto la medaglia di bronzo con 1238 punti. Italia quarta a 1256. «Abbiamo mancato il podio nella categoria a squadre per un soffio –afferma il presidente della Federazione italiana golf su pista, Giluiano Banfi-. Tuttavia non è ancora detta l’ultima parola: domani i giochi si riaprono e speriamo di vincere la categoria individuale. Ben 5 giocatori si sono qualificati per le finali, quindi abbiamo motivo di continuare a sperare».
Per quanto riguarda le donne, vittoria ancora alle tedesche. Dopo due giornate così così, oggi le tedesche trascinate da Bianca Oberweg hanno conquistato la vittoria: terze a due giri dalla fine, hanno conquistato l’oro grazie a un ultimo giro perfetto. La Germania ha chiuso quindi con 645 colpi, battendo le austriache (seconde con 650 colpi) e le svedesi (651). Sesta l’Italia con 676.
   Domani sulle piste del Relax Time si scontreranno i migliori 32 uomini e 16donne per il titolo individuale di Campione del Mondo. La formula è quello dello scontro a eliminazione diretta, quindi tutto potrebbe succedere. Esattamente come nel tennis le sfide saranno tra i primi in graduatoria contro gli ultimi (quindi tra il primo e l’ultimo in classifica, tra il secondo e il penultimo e così via), fino ad arrivare a proclamare il migliore.
Per l’Italia si sono qualificati, per gli uomini, Rudy Giroldini (quinto), Francesco Leuci (decimo), Roberto Garbui (25esimo), Massimiliano Crespi (31esimo) e Riccardo Simonetta (32esimo). Fuori per un soffio il campione italiano Michael Prantl (34esimo) e Massimiliano Ciceri (67esimo). Tra le donne ce l’ha fatta solo la milanese Sara Marchiani (11esima).

Classifica a squadre maschile: 1) Germania (1215 colpi); 2) Svezia (12321); 3) Svizzera (1238); 4) Italia (1256)
Classifica a squadre femminile: 1) Germania (645); 2) Austria (650); 3) Svezia (651); 6) Italia (676)

Classifica individuale uomini: Harald Elbruch (Germania), Daniel Klosek (Germania), Vitus Spescha (Svizzera), Marco Templin (Germania), Rudy Giroldini (Italia), Anders Olsson (Svezia), Lars Brown (Svezia), Jonas Gustafsson (Svezia), Philipp Albrechtsberger (Austria), Francesco Leuci (Italia), Christian Freilach (Italia), Christian Freilach (Austria), Michel Rhyn (Svizzera)m Pierre Zetterlund (Svezia), Walter Elbruch (Germania), Marcus Larsson (Svezia), Marco Balzer (Germania), Remo Zaugg (Svizzera), Alexander Geist (Germania), Omar Maggi (Svizzera), Samuel Hofer (Svizzera), Markus Berger (Austria), Linus Sundström (Svezia), Mike Mann (Svizzera), Bernd Gaida (Austria), Roberto Garbui (Italia), Alex Jasper (olanda), Christian Gobetz (Austria), Kosti Salonen (Finlandia), Achim Braungart-Zink (Germania) Manfred Lindmayr (Austria), Massimiliano Crespi (Italia), Riccardo Simonetta (Italia).
Classifica individuale donne: Sandra Nordin (Svezia), Elisabeth Gruber (Austria), Melanie Blaser (Svizzera), Bianca Oberweg (Germania), Nicole Piechotta (Germania), Sandra Wicki (Svizzera), Karin Wiklund (Svezia), Natasja Klarenbeek (Olanda), Nicole Gundert-Greiffendorf (Germania), Rebecca Weber (Svizzera), Sara Marchiani (Italia), Andrea Hackl (Austria), Jana Nakládalová (Repubblica Ceca), Tryntsje Schakel (Olanda), Karoline Karlsson (Svezia), Alice Kobisch (Germania).

Ufficio stampa: Eo Ipso
Silvia Perfetti – 348.2818278 – sperfetti@eoipso.it
Stefano Morelli. – 335 5920810 – smorelli@eoipso.it
Estero: Gina Fish – 333.3969952 – gfish@eoipso.it

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi