Si prevede un autunno e un periodo invernale di grandi impegni e di prestigiosi obiettivi quello che attende i pugili di Rosanna Conti Cavini, chiamati a sostenere impegni di livello nazionale e internazionale, come è ormai in uso e abitudine per la promoter di Grosseto. Il “via alle danze”, con tanto di fuochi artificiali, sarà dato il 21 settembre a Livorno, con un cartellone eccezionale che avrà come momenti clou due match per il titolo italiano e uno per quello della Comunità Europea. La riunione, per pathos e per qualità dei pugili protagonisti, e non solo come quantità di titoli in palio, si prospetta senz’altro come una delle migliori in scena in Italia negli ultimi vent’anni.

Copertina per il “padrone di casa”, il campione italiano dei pesi supermedi Luca Tassi, alla sua seconda difesa dopo quella sostenuta sempre nella sua città lo scorso febbraio contro Imparato. Lo sfidante di Luca Tassi (10-0) sarà il compagno di scuderia Antonio Di Feto (12-11-5), reduce dalla coraggiosa e sfortunata prestazione dello scorso 27 luglio, quando nella sua città, San Paolo di Civitate, perse contro il serbo Ribac nel tentativo di conquistare la cintura del Mediterraneo Wbc. Se Tassi è atteso dal confermare con questo match tutti i grandi progressi tecnici e caratteriali dimostrati in questo ultimo anno, per Di Feto quella di Livorno può essere l’ultima chiamata importante della sua carriera. Il match si prevede quindi interessante e dall’esito non scontato.

 cavini_umberto_e_rosanna.jpg

L’imbattuto piemontese Luca Michel Pasqua (10-0) dovrà invece contendere a Tobia Giuseppe Loriga (22-0-1) della Unicorner il vacante titolo italiano dei superwelter lasciato da Sven Paris, per un match tra pugili finora immuni da sconfitte che si presenta davvero di difficile pronostico e interpretazione, visto che Loriga è l’attuale campione del Mediterraneo Ibf degli stessi pesi superwelter. Ultimo, ma non certo ultimo, l’impegno di Michele Di Rocco (17-0-1), campione della Comunità Europea dei pesi superleggeri, che metterà in palio la sua cintura per la seconda volta dopo averla conquistata contro Marinelli nel Santo Stefano pugilistico dello scorso anno. Il talento umbro, appena trasferitosi a Grosseto sotto le cure del maestro Alessandro Scapecchi, affronterà lo sfidante ufficiale al suo titolo, Giuseppe Lauri (42-6), al termine di una serie di rinvii dello stesso incontro avvenuti tra giugno e luglio, e dopo che Rosanna Conti Cavini ne ha rilevato l’organizzazione. Lauri, pugile varesino della Opi2000, ha perso due volte con Bami per il titolo Europeo dei superleggeri, ma è pugile di grande cuore ed esperienza, e potrà essere un test severo e profondamente attendibile per quelle che saranno le ambizioni future di Michele Di Rocco, il miglior talento giovane della boxe italiana. Lo stesso Di Rocco, che ha già difeso il titolo comunitario nello scorso gennaio in Finlandia contro l’ostico Tollpola, è chiamato a una convincente vittoria per puntare poi a traguardi internazionali di più grande prestigio. Probabile sotto –clou riservato al pugile di Cecina, il sempre spettacolare Floriano Pagliara (6-1), in grande crescita e in attesa anche lui di una opportunità tricolore. Per questa riunione da “Mille e una notte”, è naturalmente in programma la diretta televisiva per Rai Sport Sat.
Dal mese di ottobre grandi impegni sono chiamati a sostenerli Alberto Servidei, Domenico Urbano e Fausto Bartolozzi. I primi due, titolati pesi piuma della scuderia grossetana, difenderanno le loro cinture: per l’imbattuto Servidei (25-0-1) si prospetta una difesa volontaria da disputarsi nella sua Ravenna, dove il 25 maggio scorso ha vinto il titolo Europeo in un accesissimo match contro l’ucraino Voronin, e in attesa di affrontare l’inglese Cook, sfidante ufficiale per l’Ebu; per Urbano (21-2-1) è in programma la quarta difesa del suo titolo della Comunità Europa, conquistato tre anni or sono, contro il pericoloso e imbattuto spagnolo Sergio Blanco (17-0). Ha già una data, il 26 ottobre, e una sede francese, il tentativo di Fausto Bartolozzi (9-3-1), campione tricolore dei pesi supergallo ormai senza più avversari in Italia, di conquistare la cintura della Comunità Europea contro il campione Salem Bouaita (18-12), sconfitto in passato sia da Urbano, sia da Servidei. Per Bartolozzi è la grande occasione per dare una svolta internazionale alla sua carriera. Probabile anche l’impegno per la pugile grossetana Emanuela Pantani per la conquista di una cintura, presumibilmente europea, nella sua città. Per la Pantani (6-0), 35enne peso supergallo, sarà l’appuntamento più importante della sua carriera professionistica, che si è meritata dopo incontri sempre spettacolari e generosi, l’ultimo dei quali sostenuto lo scorso 27 luglio con la vittoria ai punti in sei riprese con l’ostica serba Radovanovic.
In attesa di formalizzare altri impegni per i loro ragazzi, Rosanna e Umberto Cavini sono ormai orientati in un’ottica di impegni internazionali che porteranno sicuramente un contributo positivo per un rilancio importante e necessario della stessa boxe italiana.

Andrea Bacci – Ufficio Stampa RCC boxe –

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi