%d blogger cliccano Mi Piace per questo:
Sabato prossimo, in Spagna, Luca Giacon difende il titolo internazionale dei pesi superleggeri IBF | 2Out.it – Seconds Out – Free Sport Magazine

Sabato prossimo, in Spagna, Luca Giacon difende il titolo internazionale dei pesi superleggeri IBF

poster come oggetto avanzato-1Sabato 5 agosto, al Palacio de Deportes Jose Martin di Malaga (Spagna), l’italo-spagnolo Luca Giacon difenderà il titolo internazionale dei pesi superleggeri IBF contro il britannico Sam O’Maison sulla distanza delle dodici riprese nel clou di una manifestazione organizzata dalla World Factory Events. Si tratta della prima difesa per Luca Giacon, che ha vinto il titolo lo scorso 2 giugno alla Plaza de Toros di Illescas (Spagna), battendo al quinto round il belga di origine italiana Andrea Carbonello. Professionista dal settembre 2007, il ventinovenne Luca Giacon ha sostenuto 31 combattimenti: 29 vinti (25 per knock out e questo gli ha fatto guadagnare il soprannome di Black Mamba), 1 perso e 1 no-contest. E’ gestito dalla OPI Since 82 di Salvatore Cherchi che lo ha portato a diventare anche campione dell’Unione Europea dei pesi leggeri, campione continentale dei pesi superleggeri WBA e campione Silver dei pesi superleggeri WBC (in una memorabile serata al teatro Principe di Milano organizzata dalla Principe Boxing Events di Alessandro Cherchi il 21 marzo 2015).

Contro Sam O’Maison, il 5 agosto, Luca Giacon dovrà essere al meglio. Nato a Sheffield, nello Yorkshire (Inghilterra), 26 anni fa, alto 173 cm, professionista dal maggio 2012, Sam O’Maison ha combattuto sempre in casa costruendo un record di 14 vittorie (6 prima del limite) e 1 sconfitta. E’ la prima volta che combatte per un titolo ed è quindi motivato a non lasciarsi sfuggire l’opportunità di diventare campione internazionale dei pesi superleggeri IBF.

“Una sfida tra due pugili giovani e motivati è proprio quello che vuole il pubblico – spiega il presidente della OPI Since 82 Salvatore Cherchi – ed è un buon test per verificare i progressi di Luca Giacon che ha bisogno di procedere un passo alla volta dopo essere stato inattivo per un quasi un anno (dal luglio 2016 al giugno 2017). In precedenza era stato fermo per un anno e quattro mesi (dal marzo 2015 al luglio 2016), sempre a causa dell’infortunio alla retina. Lo scorso 2 giugno ha dimostrato grande sicurezza nei propri mezzi dominando Andrea Carbonello e dando una prova di forza mettendolo ko al quinto assalto. Se Luca fornirà un’altra prestazione positiva, vedremo di organizzargli un altro match contro un avversario importante per fargli scalare le classifiche mondiali. Sul ring di Malaga combatterà un altro nostro pugile: il peso supermedio Catalin Paraschiveanu che disputerà un match sulle sei riprese dopo la sconfitta contro Adasat Rodriguez lo scorso giugno.”

Luca Giacon ha un grosso seguito di pubblico in Spagna, dove vive e si allena con il maestro Bernardo Checa, un panamense che ha avuto una buona carriera professionistica negli anni Ottanta del secolo scorso. In Spagna Giacon è anche molto seguito dai media cartacei, online e televisivi. Per questo, l’organizzatore ha messo sul poster della manifestazione la foto di Luca con la cintura IBF e la frase “Todos con Luca Giacon” e si aspetta il tutto esaurito sabato prossimo al palasport di Malaga.

(Comunicato PBE)