Russo subito in sfida con Zuyeu, argento ad Atene 2004. Parrinello, più fortunato, salterà il primo turno. Dopo le operazioni di visita medica e peso, che hanno decretato il numero definitivo di partecipanti che si è ridotto a 283, questa mattina a Pechino l’Italia Boxing Team ha finalmente conosciuto i nomi dei suoi avversari.

La prima pallina estratta è stata quella dell’azzurro Di Savino: “Potevamo essere più fortunati ma gli atleti sono pronti e motivati per affrontare qualsiasi avversario”. Intanto Pechino è blindata per la cerimonia di apertura tra poco in diretta su Raidue…
La prima prova del pugilato italiano ai XXIX Giochi Olimpici è stata quella dei sorteggi, svoltisi questa mattina davanti ad un ricco parterre di personaggi istituzionali del CIO, dell’AIBA, di capi delegazione, tecnici e giornalisti. Ma la prima e ufficiale notizia della giornata è stata quella successiva alle operazioni di visita medica e peso. Da 286 i pugili partecipanti alle Olimpiadi si sono ridotti a 283, sempre in rappresentanza di 77 paesi. Tre gli atleti che, a sorpresa, hanno dovuto rinunciare alla meta olimpica non essendo riusciti a rientrare nei limiti di peso della categoria di appartenenza: il leggero campione del mondo di Frankie Gavin (GBR), temibile avversario dell’azzurro Domenico Valentino, che ha visto sfumare l’oro mondiale a Chicago proprio con l’atleta inglese, il gallo Gary Russell (USA) ed il leggero Molla Getachew Ambaw (ETH).
Notizie rassicuranti per l’Italia Boxing Team che, però, è stata poi messa a dura prova dall’esito dei sorteggi: “Potevamo essere più fortunati – ha commentato il CT Francesco Damiani – ma gli atleti sono pronti e motivati per affrontare qualsiasi avversario. Inizieremo a farci strada lunedì 11 agosto con Domenico Valentino che nei 60 Kg. incrocerà i guantoni con l’atleta marocchino Tahar Tamsamani, bronzo alle Olimpiadi di Sidney 2000 nei 57 Kg., e Alessio Di Savino, che nei 57 Kg. affronterà l’americano Williams Rayner, argento al Guanto d’Oro del 2007; il 12 agosto sarà la volta di Vincenzo Picardi che nei 51 Kg. sarà in sfida con il pericoloso atleta dello Zambia Cassius Chiyanika, campione nazionale in carica; il 13 agosto il supermassimo Roberto Cammarelle boxerà contro il croato Marko Tomasovic ma il primo grande ostacolo per il tricolore sarà la sfida di Clemente Russo, che dovrà vedersela con il forte bielorusso Viktor Zuyeu, argento ad Atene 2004. Sono fiducioso e credo che, se concentrato, Clemente potrà battere Zuyeu. Il più fortunato è stato Vittorio Parrinello che nei 54 Kg. salterà il primo turno delle Eliminatorie”. 
Le novità, poi, non sono mancate nel sorteggio di Pechino 2008. Ad informarci è il Team Leader della Delegazione Italiana Riccardo de Girolami, Segretario Generale della FPI. Il sorteggio è stato manuale; alle spalle dei due bussolotti, due vasi cinesi in ceramica, il primo contenente i numeri ed il secondo i nomi degli atleti, sono stati posizionati due grandi schermi su cui sono stati proiettati gli accoppiamenti attraverso una grafica originale e suggestiva, basata sullo scorrere delle bandiere delle nazioni partecipanti che si sono posizionate sui ragni delle gare in base ai sorteggi.
In prima fila il Presidente della FPI Franco Falcinelli, arrivato ieri a Pechino, il Prof. Vasiliy Filimonov e i due componenti del CIO, Ottavio Cinquanta e Francesco Ricci Bitti che hanno svolto il ruolo di supervisori e, invitati dal Presidente dell’AIBA Ching-Kuo Wu, si sono prestati anche loro alle estrazioni. La prima pallina estratta è stata quella dell’italiano Di Savino. Tra i personaggi istituzionali italiani presenti anche il Prof. Fabio Pigozzi, componente della Commissione Medica del CIO e della giunta del CONI.
Subito dopo, Damiani, Filimonov e De Girolami hanno informato Raffaele Pagnozzi e Roberto Fabbricini e hanno convocato gli atleti per la riunione tecnica di rito, al fine di metterli al corrente dell’esito dei sorteggi. Nessuna preoccupazione tra gli azzurri confortati dal giudizio del Prof. Filimonov: “Il livello di allenamento è molto buono e gli azzurri sono pronti; ora spetta a loro metterci testa e cuore al fine di guadagnare ciò che meritano”
Tra poche ore il via ufficiale ai Giochi Olimpici con la cerimonia di apertura. Pechino è blindata e pronta per il grande evento che sarà trasmesso in diretta su Raidue alle ore 14.00.

Gli accoppiamenti completi delle gare di pugilato sono su www.aiba.org  (pagina dedicata a Pechino 2008).

Ufficio Comunicazione FPI
Michela Pellegrini

 

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi