Finalmente il capitolo che ha visto protagonisti Floyd Mayweather jr e Conor McGregor ha avuto la sua conclusione e per dirla in termini pugilistici la sua logica conclusione. L’arbitro ha fermato il match al decimo round quando Mc Gregor, affaticato, non era più in condizioni di continuare. Mayweather ha deciso di far durare “tanto” il suo match “del secolo”. Ha dato un po’ di spago al suo avversario nei primi round, poi man mano ha rimesso le cose a posto senza strafare. Una buona seduta di allenamento per un quarantenne lontano dal ring da circa due anni, mentre per il suo avversario la soddisfazione tutt’altro che “magra” di un lauto guadagno e una buona pubblicità. Forse passa in secondo ordine su questo match che Mayweather jr con questo successo ha superato il record di imbattibilità di Rocky Marciano fermo a 49. Certo l’esperto di turno potrebbe dire che Marciano aveva ottenuto il suo record mentre era campione del mondo, mentre Mayweather jr lo ha battuto non da campione del mondo, ma da rientrante. Sono sottigliezze, resta la realtà incontrovertibile delle cifre guadagnate per un match scontato, visto che Mayweather ha battuto un avversario con 0 (zero) incontri disputati. Speriamo che la cosa finisca quì e non si prenda per buono il detto che l’appetito vien mangiando.

(alb)

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi