C’ è un movimento particolare di macchine in via degli Alberini a Roma, strada che incrocia la parte finale di Via Palmiro Togliatti a due passi dalla fermata Metro di PonteMammolo. Il motivo è presto spiegato visto che al n. 31  c’è l’esordio inaugurale di una nuova Polisportiva racchiusa in un impianto di più di 3mila mq.. Quello che colpisce di più e solletica l’immaginazione è il nome di questa megastruttura: “Polisportiva Casalbruciato 2.0”. Non un nome a caso perché i due fondatori sono Romina Stella e Gianluca Marafina, provenienti entrambi dalla dirigenza della omonima “Polisportiva” di Via Diego Angeli, fondata nel lontano 1973 da Marcello Stella. Romina è la figlia di Marcello e in società con Gianluca ha voluto trasmettere passando da una storica società quell’impronta moderna e nuova come richiede lo sport in generale. Una scommessa ambiziosa che potrebbe diventare nel futuro  il prosieguo di un avventura da abbracciare Casalbruciato alla zona di Palmiro Togliatti-Ponte Mammolo, per diventare un punto di riferimento in una vastissima zona dove tutti- grandi e piccoli- hanno la possibilità di ritemprare il fisico con uno sport di palestra che oggi sembra essere diventato di moda, ma una moda utile per il fisico e la mente. Le intenzioni stanno in quel 2.0 che danno l’idea di una continuazione in chiave moderna di una Polisportiva, vero e proprio riferimento sociale. La Polisportiva comprende una trentina di discipline dove logicamente hanno la parte del leone gli sport da combattimento. Nel visitarla c’è da perdersi, nella scelta c’è solo l’imbarazzo. Un passato che diventa moderno e una garanzia per il futuro.

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi