alfredo 10di Alfredo Bruno

Ai Mondiali di Milano c’è anche chi vince senza combattere conquistando una bellissima medaglia d’oro che fa onore alla boxe italiana in tutto il mondo. Non ci sono guantoni e caschetto ma c’è un libro, intitolato “La grande Boxe in copertina”, di 165 pagine con oltre 150 bellissime e rare foto, edizioni Atleticom, e logicamente la medaglia d’oro “platonica” è quella di Vincenzo Belfiore, l’autore di questo incredibile volume che raccoglie le foto di testate, antiche e moderne. Sono state stampate solo 1000 copie, una manna per collezionisti, consegnate dagli organizzatori e dalla Federazione Pugilistica Italiana in omaggio e sparite con la velocità di un lampo.


Non è facile definire con precisione Vincenzo Belfiore: forse uno storico, forse un antiquario, forse un giornalista, forse uno scrittore, forse un appassionato, forse un esperto. Prendete tutte queste voci, miscelatele ben bene e avrete il cocktail perfetto del personaggio. Vincenzo conosce la boxe a 360° anche come dirigente, da un periodo immemorabile, della A.P. Frosinone. Tutti ricordano i suoi articoli scritti su Boxe Ring nella seconda metà degli anni ’70 e negli anni ’80; articoli a tutto campo, a partire dalle cronache regionali del Lazio per arrivare alle imprese dei grandi campioni del passato. Tutto fatto con precisione e ben documentato.
Quando Roberto Fazi, direttore di Boxe Ring, grande giornalista ed esperto come pochi, morì lasciò in eredità a Vincenzo, il suo più fidato e stimato collaboratore, tutto il materiale personale (fotografie, libri, riviste e anche oggetti rari legati alla noble art) non immaginava certo di aver gettato sul campo della boxe un seme rigoglioso che avrebbe prodotto incredibili frutti. Per Belfiore più che un’eredità è stato un vero e proprio testamento pugilistico da lasciare ai posteri. Da quel momento è iniziato un viaggio, una vera e propria avventura, partendo da quella base, per reperire materiale da tutta Italia e anche dall’estero. Un percorso lungo fatto di pazienza e di passione a cui hanno partecipato un po’ tutti coloro che amano questo sport. Belfiore rivolge nella presentazione un ringraziamento di cuore per gli aiuti e i consigli. E’ stato fortunato perché ha trovato anche in casa campo fertile con la moglie Emiliana e la figlia Veronica. Lui ha messo la sua esperienza e conoscenza della materia, ma il vero motore di questa incredibile opera è stata Veronica che è riuscita, usando la tecnologia moderna dell’ Informatica, a sistemare, catalogare il tutto oltre ai pensieri preziosi del padre.
DSC_7161L’opera presentata a Milano è solo una parte, o uno stralcio, dell’opera completa che dovrebbe uscire prossimamente. Si tratta per certi versi di una vera e propria enciclopedia, di una storia cronologica della boxe attraverso gli scritti e le immagini con esauriente didascalia di tutte le opere (riviste, libri, annuari, usciti dall’inizio del 1900). Un volume ampio e prezioso che ha la possibilità di essere sempre aggiornato e che speriamo non abbia mai fine, continuando ad accompagnare la boxe anche nel suo cammino futuro.

Nella foto Vincenzo Belfiore parla con Marcello Stella, alla sua  sinistra accanto c’è la figlia Veronica.

Di Alfredo

2 pensiero su “La storia della boxe attraverso le copertine”
  1. Salve,
    complimenti per l’articolo: completo e sentito. Le scrivo perché sono interessata alle fotografie dei campioni di un tempo della boxe e non riesco a reperire il volume di Belfiore. Lei sa dirmi dove è possibile trovarlo o come si può recuperare il materiale in altro modo(es. internet)? La ringrazio, Erika M.

I commenti sono chiusi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi