Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Libri di sport: Insegnare rugby giocando dai 6 ai 12 anni – Autori vari – | 2Out.it – Seconds Out – Free Sport Magazine

Libri di sport: Insegnare rugby giocando dai 6 ai 12 anni – Autori vari –

Nel nome del maestro Villepreux. Uno sport capace di sviluppare capacità tattiche e strategiche.
Insegnare rugby giocando dai 6 ai 12 anni – Autori vari – Libreria dello Sport – Pag. 350 – Euro 27.50.
Almeno in teoria, dopo aver letto questo testo, scritto a più mani (Falla, Giusiano, Novarese, Pasqua e Tosatto) con prefazione di Pierre Villepreux, ex tecnico dell’Italia dal 1978 all’81, mettendo in pratica i consigli, giovani e meno giovani, giocheranno un rugby perfetto. Spiegare le metodologie non sarebbe esercizio utile, perché toglierebbe il piacere di scoprirlo riga dopo riga. Mi limito a riprendere alcuni passaggi di Villepreux: “Una volta i tecnici tagliavano il rugby in pezzettini, innestandovi la tecnica più evoluta. Questa tecnica occultava l’adattamento del giocatore. Oggi per essere competitivi si deve garantire competenza nell’intelligenza tattica”. Su questa teoria sono state scritte 350 pagine, 9 capitoli, ciascuno dei quali, scisso in numerosi capitoletti, per un totale di oltre 100 richiami. Forse un po’ tanti. Dal progetto di formazione sportiva ai cenni storici, dai metodi alle competenze, gestione dell’errore e del gruppo. Il bambino e il suo sviluppo, il corpo che cresce e la mete che evolve. Il gioco come espressione della personalità. Serve pure ripassare la storia, come la prestazione motoria. Conosciamo come si gioca a rugby nel mondo. Gioco strutturato, tattica e adattamento. Cos’è la strategia? L’evoluzione del pensiero tattico/strategico nel bambino. L’apprendimento delle competenze sovra citate. La seconda parte comprende l’attività per lo sviluppo cognitivo e motorio. I giochi propedeutici al contatto col terreno e con l’avversario. C’è pure il sistema di saper prendere e non farsi prendere! Come esercitarsi a camminare, correre e saltare. E pure strisciare, rotolare, arrampicarsi, tirare e spingere. Scoperta ed esplorazione del gioco del rugby. Si passa alle categorie per età: Under 6/8, 10 e 12. Per queste fasce, comportamenti, competenze tattiche e strategie. Obiettivi e sviluppi di competenze. Le abilità tecniche consistono nel plac caggio, il passaggio e il calcio in tutte le fasi di apprendimento. A questo punto, solo l’assorbimento del 50% di questo testo, ne farà un potenziale campione, Sempre in teoria. Sul campo la sentenza definitiva.

Giuliano Orlando