%d blogger cliccano Mi Piace per questo:
Nozze tra scacchi e boxe con la Chess Boxing | 2Out.it – Seconds Out – Free Sport Magazine

Nozze tra scacchi e boxe con la Chess Boxing

Lo sapevate che da qualche anno esiste uno sport che si disputa unendo il gioco degli scacchi con il combattimento sul ring con tanto di Federazione Mondiale? L’idea è nata nel 2003 ad un artista olandese con la passione degli scacchi e della boxe, il quale prese lo spunto da un fumetto in voga nel 1992 in cui i protagonisti si muovevano come se fossero nel 2034 e praticavano in maniera estrema come sport il Chess Boxing.

E’ questo il nome dello sport che sta avendo un discreto successo in Germania e in altre nazioni con  l’ ente World Chess Boxing Organisation (WCBO), che ha la sua sede a Berlino.
L’idea di base di questo sport è occupare al massimo l’atleta con la mente e il fisico. Il Chess Boxing si svolge tra due avversari che giocano o combattono alternando una ripresa con gli scacchi e una ripresa sul ring. Il match si svolge in 11 round, 6 di scacchi e 5 di boxe. La ripresa di scacchi si svolge in 4 minuti, mentre la ripresa di boxe in 3 minuti. Ci sono varie e immaginabili possibilità di vittoria compresa quella prima del limite che può avvenire per scacco matto o per ko.
Per la cronaca da novembre dell’anno scorso la World Chessboxing Association (tre le classi di peso) ha anche il suo primo campione del mondo: si tratta del tedesco Frank Stoldt, 37enne poliziotto che ha battuto l’americano David Depto per scacco matto al settimo round, e che recentemente ha ceduto il suo titolo dall’assalto del 19enne studente di matematica russo Nikolai Sahzin.
E’  una notizia di un paio di giorni quella che ha ricevuto il Maestro Gianni Burli, allenatore della  A.S.D. Boxe Spoleto dalla World Chess Boxing Organisation di Berlino e più precisamente dal Presidente mondiale della organizzazione, il Sig. Iepe B.T. Rubingh di Amsterdam. Il  4 Ottobre ad Amburgo avrà luogo il Campionato d’Europa di Chessboxing dei pesi massimi tra l’Italiano Gianluca Sirci ed il tedesco Wolfram von Stauffenberg.All’angolo del pugile Italiano ci sarà appunto, come è stato nell’ultimo match, disputato vittoriosamente a Berlino lo scorso luglio, il Maestro Gianni Burli.
Gianluca Sirci (Team Rosanna Conti Cavini), nativo di Foligno, plurilaureato di 36 anni, è un vero pugile professionista con all’attivo 4 vittorie e una sconfitta. Il pugile umbro da dilettante nel 2003 a Rovigo fu sconfitto ai punti in finale agli Assoluti da un “certo” Roberto Cammarelle.

10 Responses to Nozze tra scacchi e boxe con la Chess Boxing

  1. Salve, ho letto il tuo commento e volevo dirti che siamo già in tre. Olòtre al sottoscritto che allena, ci sono due pugili.
    Se vuoi puoi chiedere in redazione che ti danno i miei recapiti.
    Ciao

  2. la vedo come una promozione stravagante del pugilato, comunque positiva, “non solo pugni” per capirci… che ben vengano queste iniziative!!!

  3. Va be………… Non commento, mi trattengo. Giocare a scacchi è difficilissimo, cosi come è altrettando difficile essere un buon pugile e di ottimi livelli. Poi chi riesce a fare entrambe le cose nello stesso momento ha capacità straordinarie di auto controllo, di gestione delle emozini, insomma non è facile, è come vivere uno sdoppiamento simultaneo ora pugile ora giocatore di scacchi….. Ma no so se possa avere un futuro e comunque si allontana da quell’ottica di pugilato che ho amato studiare quando leggeve l’eneide e precisamente il capitolo quinto dove viene descritta una gara di pugilato talmente bene che i cronisti di oggi a quelle frasi non hanno aggiunto nulla di nuovo quando fanno le loro telecronache
    ciao a tutti comunque vada vabene cosi

  4. Caro Lex qui non si tratta di sigle pugilistiche, ma si tratta di intendere un nuovo tipo di sport, come potrebbe essere il Beach Volley al posto della Pallavolo.Che poi o piaccia o meno, questo dipende dai gusti. L’interessante di questo sport è che alla durezza del combattimento tu abbini il gioco e la tua intelligenza. Tieni presente che il pugilato in questo modo diventa anche meno duro considerando i 4 minuti della partita a scacchi come un riposo per fisico.Bisogna intenderlo come un nuovo sport e basta. La sigla WCBO non la devi abbinare a quelle pugilistiche. Per ora questa è l’unica sigla del ChessBoxing.

  5. lex…
    non vedi oltre i tuoi paraocchi…

  6. ma smettiamola prima parliamo di wbf come pagliacciata e poi presentiamo questa come cosa seria…

  7. bon!!!non so giocare a scacchi spero ke mettere il tresette tra un round e l altro sia uguale!

  8. CHE SPACCO! lo proporro’ in palestra… credo possa aiutare molto a mantenere la freddezza sul ring…

  9. Si, un’idea stravagante, che mi rispecchia in pieno, mi piace fare a pugni e giocare a scacchi, pensavo di essere uno dei pochi, ed invece… poi dicono che i pugili non hanno testa!!!

  10. una cosa un pò strana ma carina