%d blogger cliccano Mi Piace per questo:
OGGI A MANDURIA IL “PRIMO MEMORIAL DOMENICO CHILOIRO” | 2Out.it – Seconds Out – Free Sport Magazine

OGGI A MANDURIA IL “PRIMO MEMORIAL DOMENICO CHILOIRO”

1° Memorial Domenico Chiloiro come oggetto avanzato-1“Primo Memorial Domenico Chiloiro” oggi, domenica 19 settembre, a Manduria. La Pugilistica Quero Taranto offre un tributo al suo campione del ring. Dalle ore 19 in Piazza Garibaldi, si terrà la riunione dilettantistica Puglia-Basilicata-Campania. Patrocinio morale del Comune di Manduria, collaborazione di Pietro Dimitri e Piero Sanzone. Nel nome della corona continentale del 1972 dei “Superpiuma”, si terranno undici sfide. Queste le società rappresentate: Quero-Chiloiro, Pugilistica Taranto, Vivere Solidale Taranto, Accademia Pugilistica Panettieri Matera, Boxe Di Palo Canosa, Boxe Vesuviana Torre Annunziata (quella dell’olimpica Irma Testa) e Pugilistica Francavillese

I match in programma suddivisi per categoria: Elite 69 kg Giuseppe Fico (Quero-Chiloiro) contro Danilo Fortunato (Di Palo); Elite 60 kg Simone Carlucci (Vivere Solidale) contro Ciro Di Martino (Boxe Vesuviana); Senior 69 kg Giuliano Galeone (Quero-Chiloiro) contro Pouye Abdoulaye (Vivere Solidale); Youth 75 kg Andrea Ottomano (Quero-Chiloiro) contro Enrico Gabriele Vecchigno (Di Palo); Youth 69 kg Roberto Burgi (Panettieri Matera), contro Domenico La Barbera (Vivere Solidale); Youth 69 kg Stefano Bruno (Quero-Chiloiro) contro Angelo Pastore (Pugilistica Francavillese); Youth 64 kg Antonio Losurdo (Quero-Chiloro) contro Lorenzo Cascone (Boxe Vesuviana); Junior 75 kg Andrea Catapano (Quero-Chiloiro) contro Francesco Balestra (Francavillese); Junior 60 kg Manuel Arnò (Quero-Chiloiro) contro Giuseppe Vinci (Francavillese); Elite II Serie 60 kg. Maria Bartolo (Quero-Chiloiro) contro Ilaria Contini (Accademia Panettieri Matera).

CHILOIRO, UN “MITO” ROSSOBLU’ Domenico Chiloiro, scomparso all’età di 76 anni il 21 aprile del 2016, è in cima alla lista dei grandi pugili della storia tarantina. Nel suo decennio da professionista, dal 1964 al 1974, ha conquistato 31 successi (con 6 ko sul registro) al fronte di 22 sconfitte. Oltre alla corona europea, arpionata il 16 agosto del 1972 nel match contro Tommaso Galli, nella carriera di Chiloiro si annotano due assalti alla corona tricolore ed a quella australiana. Nella classifica “Superpiuma” italiana di tutti i tempi, stilata da BoxRec, l’atleta tarantino è al quinto posto su 100 atleti, mentre al 94° su 12369 a livello mondiale.

Sono celebri gli avversari affrontati da Chiloiro in carriera: Pat Gonzales, Jonny Famechon, Giovanni Girgenti, Don Johnson, Enrico Gismondi, Walter McGowan, Michel Houdeau, Marius Cordier, Jose Legra, Jimmy Revie, Eder Jofre, Felix Said Brami, Ould Makloufi ed Elio Cotena. Con i guantoni Chiloiro si è dimenato sui ring di Italia, Australia, Serbia, Svizzera, Inghilterra, Spagna, Brasile, Francia, Germania, Norvegia e Finlandia.

CON VINCENZO QUERO UNA PALESTRA DI TALENTI Dopo essersi allenati reciprocamente (all’angolo nei loro match della gloria: Europeo Superpiuma 1972 e Tricolore Leggeri 1975) Domenico Chiloiro e Vincenzo Quero fondarono alle fine del 1970 la Palestra Quero-Chiloiro. Un “faro” sportivo ed umano su centinaia di giovani allevati e lanciati sul ring negli ultimi quarantasei anni nella sede di via Emilia a Taranto. Pane e boxe, senza alcun contributo pubblico, con i valori umani impartiti da Domenico e Vincenzo. Prima amici e dopo colleghi. “Chiloiro era una persona umile e combattiva. Un esempio per me ed io per lui uno stimolo nella vita. Entrambi eravamo e restiamo una unica squadra” commenta Vincenzo Quero che, in occasione dell’evento di domenica prossima, donerà un quadro-tributo alla memoria di Domenico Chiloiro ai suoi familiari.

 

 

Addetto stampa Quero-Chiloiro

Alessandro Salvatore