Si torna finalmente a sognare con la boxe elegante del talentuoso tarantino Giovanni Rossetti che sabato 18 settembre ha condotto uno strepitoso match ai danni del serbo Ognien Raukovic. Il tutto è avvenuto nello spettacolare scenario del Palachiarbola di Trieste che la Promo Boxe Italia, – in collaborazione con la Ardita Boxe di Trieste, – ha scelto per celebrare la “settimana europea dello sport” mettendo in vetrina il pugilato professionistico di qualità. L’evento è stato incentrato sul titolo italiano superpiuma guadagnato dal piemontese Hassan Nourdine che ha sconfitto il triestino Michele Broili, preceduto dall’incontro sulle sei riprese nei pesi medi del professionista Rossetti che ha dimostrato tutto il suo vigore sportivo e forte determinazione nel battere Raukovic.

A soli vent’anni “Nino” si aggiudica la sesta vittoria da pro di cui due per ko, su sette match disputati in poco meno di due anni, dopo l’oro da dilettante ai campionati italiani assoluti in cui ha fatto breccia nel cuore del procuratore Mario Loreni. Il confronto tra Rossetti e Raukovic è stato condotto dal tarantino, che ha vinto con verdetto unanime le sei riprese contro il duro e più esperto pugile serbo che, come da aspettative, non ha fatto un passo indietro per tutta la gara, pizzicando Rossetti con dei pericolosi ganci a ogni occasione utile.  Da parte sua Rossetti ha eseguito maestosamente le azioni chiamate dal maestro Cataldo Quero che lo ha seguito all’angolo in compagnia dell’amico e maestro friulano Marco Visintin: il diretto sinistro doppiato seguito dal diretto destro e il montante destro che più volte è entrato nella guardia ermetica di Raukovic sono state le azioni chiave del match, aggiunte a forza fisica e rapidità di esecuzione.

Una bella carriera per il giovane pugile che cresce alla Quero-Chiloiro, per il quale il futuro è sempre roseo; quello di sabato è stato sicuramente un buon test per Rossetti in quanto ha affrontato un pugile di ottimo livello, e il match è piaciuto alla Promo Boxe di Italia che sta investendo su di lui. D’altronde, incontrando avversari quotati, Rossetti si assicura una rapida salita nella classifica nazionale e lo vedremo sicuramente impegnato in un’altra sfida entro la fine dell’anno che lo avvicinerà sempre di più al sogno del titolo italiano.

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi