IL PUGILE ALEESANDRO GODDI
IL PUGILE ALEESANDRO GODDI

Comunicato stampa OPI Since 82

del 20 settembre 2017

______________________________________________________________________________

Venerdì 22 settembre, all’Espace Leo Ferrè di Fontvieille nel Principato di Monaco,

Alessandro Goddi sfiderà il francese Andrew Francillette per il vacante titolo continentale

dei pesi medi della World Boxing Association. Il pugile gestito dalla Opi Since 82 di

Salvatore Cherchi è reduce da una bella prestazione contro il campione d’Europa dei pesi

medi Emanuele Blandamura (pure quest’ultimo della scuderia Cherchi) lo scorso giugno al

Saint Vincent Resort & Casino. In quell’occasione ha vinto Blandamura ai punti, ma Goddi

ha dimostrato di poter competere ad alto livello e questo gli ha consentito di essere scelto

come sfidante dell’imbattuto francese venerdì prossimo.

“Ci auguriamo che Alessandro abbia fatto tesoro dell’esperienza contro Blandamura –

commenta il presidente della Opi Since 82 Salvatore Cherchi – e torni a casa con la

cintura di campione continentale dei pesi medi WBA. Per noi è un grande risultato essere

riusciti a fargli avere l’opportunità di combattere per un titolo WBA in una sede tanto

prestigiosa contro un avversario duro ma non impossibile. Oltretutto, Alessandro combatte

nel main event della manifestazione.”

Nato il 28 ottobre 1987 a Termini Imerese, in Sicilia, alto 178 cm, professionista dal

novembre 2010, Alessandro Goddi ha sostenuto 34 incontri con un bilancio di 31

vittorie (15 per ko), 2 sconfitte e 1 pari. Nel 2014, al palasport di Sarroch (in

Sardegna) ha superato ai punti Lorenzo Cosseddu diventando campione d’Italia dei

pesi medi. L’anno seguente, Alessandro Goddi ha ottenuto due vittorie importanti su

Riccardo Lecca e Andrea Manco. In entrambe le occasioni era in palio il titolo

internazionale silver dei pesi medi WBC. Andrew Francillette ha la stessa età di

Alessandro Goddi, ma meno esperienza pugilistica: ha debuttato nel marzo 2014 ed ha

combattuto 21 match: 20 vinti, solo 5 prima del limite, e 1 pareggiato.

Alessandro Goddi è fiducioso riguardo all’esito del match: “Sono in gran forma, mi sto

allenando con Silvio ed Omar Loi presso la ‘Villacidro Boxe’ di Viallacidro (In Sardegna),

Fa parte della squadra anche il cutman Paolo Ecca. I miei allenatori hanno visto le

immagini di Andrew Francillette e mi hanno detto che è un pugile molto tecnico che non

cerca la vittoria prima del limite. Io mi sento un fighter e vado sempre avanti con l’obiettivo

di imporre la mia boxe. Se il mio avversario mi concede un’apertura, lo metto knock out. Mi

sento un combattente come Miguel Angel Cotto, il mio idolo assoluto, anche se da

ragazzo mi piaceva molto Roy Jones. Sono sicuro di tornare in Italia con la cintura

continentale WBA, dopo sono pronto per qualunque opportunità. Non avrei problemi a

combattere in Inghilterra o in Germania contro i loro migliori pesi medi. Come ho già detto,

sono un fighter e rifiutare una sfida non fa parte della mia mentalità.”

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi