Castellano premia Attolino X Città di Mottola Cosimo Attolino vittoria su Yaya Kone al X Città di Mottola  La Puglia ha battuto l’Emilia al “X Trofeo Città di Mottola” di boxe, che è stato tributato al talento tarantino del giro della Nazionale Cosimo Attolino che è risalito, e vinto, sul ring dopo un anno e mezzo di inattività. E’ questo il succo delle spettacolare riunione pugilistica nazionale, tenutasi ieri in una gremita e partecipe piazza Trieste a Mottola. Di tre vittorie, tre pareggi ed una sconfitta il bilancio della Puglia nel confronto con L’Emilia. La società con più successi è stata la Quero-Chiloiro Taranto in una riunione che ha visto protagonisti anche le società di Boxe Parma, Pugilistica Castellano Mottola, Pugilistica Taranto, Boxe Avolio Castrovillari e Yama Arashi Piacenza.

L’ESEMPIO DELLA PUGILISTICA CASTELLANO L’evento “X Trofeo Città di Mottola” è stato promosso dalla Quero-Chiloiro in collaborazione con la Pugilistica Castellano Mottola. Il sodalizio sportivo diretto da Francesco e Giandomenico Castellano, con la manifestazione di ieri sera, ha dimostrato di avere in dote una valente formazione dedita alla promozione ed alla pratica sportiva di buon livello, mostrandosi come una società in ascesa che fa del bene per il suo territorio. Forte è il legame tra la Quero-Chiloiro e la Pugilistica Castellano, come evidenzia il tecnico e pugile professionista Francesco Castellano: “Ringrazio tutti i miei numerosi concittadini presente ieri. Ringrazio il sindaco Giampiero Barulli per essere venuto nonostante i numerosi impegni. Ringrazio mia moglie e tutta la mia famiglia per essere sempre presente e per sopportarmi. Ringrazio tutti i maestri e le società presenti, soprattutto la mia seconda famiglia Quero-Chiloiro che mi ha cresciuto pugilisticamente. Ringrazio gli sponsor che nonostante le difficoltà ci sostengono sempre. Grazie di vero cuore a tutti i ragazzi del team che ci aiutano sempre nell’organizzazione sono fantastici. Per ultimo ringrazio me stesso e il Signore per darmi  ogni volta la forza di andare avanti anche contro tutti i venti contrari”.

I Castellano, Quero, Causi, Zennoni, Di FetoIL PLAUSO DEL PRESIDENTE REGIONALE FEDERBOXE “La boxe è amicizia, è sorridere, è ritrovarsi con gli amici dopo tanto tempo, è prendersela con un giudice ed un arbitro e a fine riunione salutarsi con un sorriso come se nulla fosse accaduto. La boxe è vedere due ragazzi allenarsi, battagliare ed abbracciarsi a fine match”. E’ questo il commento del presidente della Federboxe Puglia-Basilicata Nicola Causi al “Decimo Trofeo Città di Mottola”. Parola segnate dal fair play dell’arte nobile del pugilato. Un merito nella sua divulgazione da 47 anni va alla Quero-Chiloiro Taranto il cui entusiasmo ha contagiato anche altre realtà territoriali come la Pugilistica Castellano Mottola, che ha co-organizzato l’evento dilettantistico nazionale di ieri, trasformando piazza Trieste sulla Murgia Tarantina in una casa dello sport colma di gente ed entusiasmo. A bordo ring, sulla strada e sui balconi. Scene d’altri tempi, che attestano la formativa genuinità della manifestazione, che ha goduto del patrocinio morale del Comune (presente il sindaco Barulli) e della collaborazione del Movimento per il Benessere comune di Mottola rappresentato da Antonio Tagliente e Salvatore Smiraglia, che hanno inserito l’evento sportivo nella rassegna “Serate di fine estate”.

I RISULTATI DEI MATCH Aperto da gare di light boxe, il “X Trofeo Città di Mottola” si è sviluppato attraverso nove match equilibrati e spettacolari di boxe. Il commissario di riunione è stato Giovanni Genchi, gli arbitri Maria Rizzardo, Daniele Palmieri, Arturo Russo e Cosimo Cappiello. Negli angoli, a sostenere i propri atleti un parterre tecnico fatto di esperienza con gli allenatori Vincenzo Quero, Maurizio Zennoni, Vincenzo Avolio, Francesco Castellano, Giandomenico Castellano e Alfredo Di Feto.

La preview della riunione agonistica ha visto il derby tarantino tra Quero e Pugilistica, con questa realtà co-protagonista della diffusione della disciplina del ring nel capoluogo jonico. Il match ha visto il pareggio tra gli Elite 64 kg Celestino Salvatore e Christian Mariano. Tornato invece al successo ed alla confidenza con il ring il già atleta della Nazionale Youth Cosimo Attolino dopo un anno e mezzo di inattività a causa dei tormenti alla schiena. Nella promozione alla categoria “Elite” 75 kg a 19 anni, uno dei prodotti più belli del vivaio della Quero-Chiloiro è stato dichiarato vincitore ai punti dalla giuria nel confronto duro con l’ivoriano della Boxe Parma Yaya Kone. Il “X Trofeo Città di Mottola” è andato ad Attolino, premiato da Francesco Castellano.

Pugilistica Castellano al Città di MottolaGli altri risultati di Mottola: il senior 64 kg di casa Stefano D’Auria, evidentemente emozionato, ha pareggiato con Ivan Ficcaglia (Yama Arashi) in una bella sfida; il campione italiano Junior ed ora nazionale Youth 75 kg Giovanni Rossetti (Quero-Chiloiro) ha battuto per sospensione cautelare dall’angolo opposto alla terza ripresa  il bravo Antonio Ardelean (Boxe Parma); lo Junior 54 kg Emilio Malecore ha superato Andrea Zoghlani (Boxe Parma); l’Elite 69 kg Emanuele Pepe ha pareggiato in modo stretto – visto il suo un knock down inferto alla prima ripresa – con Vadislav Filipenko (Boxe Parma); altro pari del Senior 75 kg Giuliano Galeone con Andrea Scanzo (Boxe Parma); l’Elite 81 kg Davide Ricci ha subito il ko per arresto da parte dell’arbitro alla prima ripresa condizionato dal colpo subìtp a freddo alla prima ripresa dal duro avversario Isoussa Nonkane con un avversario duro; l’Elite II Serie 60 kg Maria Bartolo dopo una prima ripresa fiacca è uscita positivamente nelle successive due ripresa, ma ha subìto il verdetto a favore di Rosanna Cersosimo (Avolio Castrovillari).

 

Addetto stampa Quero-Chiloiro

Alessandro Salvatore

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi