Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Al Palazzetto torna la grande boxe con due titoli e 7 romani protagonisti | 2Out.it – Seconds Out – Free Sport Magazine

Al Palazzetto torna la grande boxe con due titoli e 7 romani protagonisti

2015-10-09-roma-peso029 2015-10-09-roma-peso045 2015-10-09-roma-peso043 2015-10-09-roma-peso031Emiliano Salvini, alla bell’età dei 36 anni, per la prima volta ha la possibilità di battersi per un titolo internazionale davanti al suo pubblico.In palio c’è il titolo dell’Unione Europea dei supergallo, detenuto da Abigail Medina, dominicano residente a Barcellona, che si è messo in luce con un discreto record affrontando i suoi avversari sui ring spagnoli a differenza di Salvini abituato a combattere girando come un “Globetrotter” sui ring di tutta Europa. Potrebbe essere questa sua esperienza il grimaldello per scardinare la sicurezza di Medina e dei suoi 27 anni. Salvini ha dimostrato a più riprese di essere ancora integro e poter svolgere tranquillamente le 12 riprese con una buona riserva di fiato, merito anche del suo preparatore, che lo costringe a due sedute giornaliere tra footing con scatti e il lavoro in palestra. Forse gli manca la continuità nei risultati, ma i successi su Crudetti e Scala parlano di un atleta ancora capace di exploits. Tecnicamente ha pochi rivali in Italia, vede il match come una radiografia e se in giornata diventa un problema contrastarlo. Abigail Medina (+ 14, – 3, = ) nel suo record ha una vittoria prima del limite su Daniele Limone, tra l’altro vincitore di Salvini, ma non è un termine di paragone valido quando si vanno a vedere gli avversari e la loro caratura internazionale affrontati dal romano. Il dominicano è però pugile in ascesa, dotato tra l’altro di buona potenza. Si tratta un match da tripla.

Ormai sta diventando quasi una regola abbinare al match internazionale uno dove c’è in palio il titolo nazionale ed ecco spuntare dalla “verve” organizzativa di Giulio Spagnoli e Marcello Paciucci un interessante match che vedrà Pasquale Di Silvio (+ 19, – 7, = 1) difendere il titolo appena conquistato dall’assalto che gli porterà Vincenzo Finiello (+ 12, – 1, = 2). Per quanto riguarda quest’ultimo come metro indicativo sul suo valore c’è da considerare la sconfitta subita ad opera di Massimiliano Ballisai, sempre per il titolo, ad Avellino. In quell’occasione il verdetto per split decision favorevole al piemontese non fu bene accolto dal pubblico e forse un pari avrebbe rispecchiato meglio l’andamento. Questo serve a far capire che Finiello, con il suo particolare stile ermetico sia pugile difficile per tutti, difficile da inquadrare, senza dimenticare che tra i pugili da lui sconfitti c’è anche ad inizio carriera Andrea Scarpa, attuale campione dei superleggeri. “El Puma” Di Silvio innanzitutto vuole sfatare il mito della “prima difesa”, che lo ha visto sconfitto dopo aver conquistato il titolo. Dopo la bellissima prova contro Acatullo che gli è valsa per la terza volta la conquista del titolo italiano Di Silvio vorrà ribadire la sua leadership nazionale che potrebbe riportarlo subito a mire più ambiziose in campo internazionale a cominciare dall’Unione Europea. La classe de “El Puma” non si discute, e il lavoro di “restauro” prodotto alla corte di Mario Massai ha dato i suoi frutti anche nel tono muscolare e nella potenza.

Gli organizzatori non si sono certo risparmiati presentando oltre ai due matches clou un contorno coi fiocchi a cominciare dal rientro di Emanuele Blandamura dopo la sconfitta subita da Michel Soro per il titolo europeo. Il “Sioux” affronterà sulle 6 riprese Mugurel Sebe, un romeno che in pratica ha tenuto a “battesimo” dignitosamente una trentina di pugili italiani. Per Blandamura Sebe rappresenta la prima fermata per arrivare al capolinea delle sue ambizioni che non sono poche.

Nella serata faremo anche la conoscenza di Roberto Bassi, campione italiano dei supermedi. Il pugile marchigiano con le sue vittorie su Fabrizio Leone e Roberto Cocco ha acquistato molto credito nella stima degli esperti. Abdallah Paziwapazi, pugile proveniente dalla Tanzania, è in pratica il campione della sua terra e su sette vittorie, ben sei le ha ottenute prima del limite. Per Bassi un campanello d’allarme da tenere in considerazione.

Molto attesi sono i debutti di Michael Magnesi e Adriano Sperandio. Il primo considerato uno dei pezzi pregiati del nostro dilettantismo ha deciso di fare il grande passo e lo vedremo opposto tra i neo pro ad un altro giovane: si tratta di Carmelo Palermo, che con due successi alle spalle si candida al titolo di questo nuovo campionato che sta riscuotendo molte adesioni e successo.

Adriano Sperandio fa il suo esordio dopo una lunga carriera dilettantistica che lo ha visto sempre ai vertici nella categoria dei mediomassimi. Il giovane ha tutte le doti per sfondare e per Kraiem non sarà certo facile trovare la soluzione per vincere.

L’apertura vedrà in azione due piuma ventenni e imbattuti. Tra Giovanni Tagliola e Dionise Tiganas sarà match senza soste tra due fighters che garantiranno forti emozioni al pubblico presente.

PRESS RELEASE

Il programma della Superserata di Grande Boxe che la Partnership ROUNDZERO/SPAGNOLI e PACIUCCI BOXING TEAM presenteranno il 10 ottobre 2015 sul Ring del Palazzetto dello Sport di Viale Tiziano rimane invariato con i matches che vedranno ben impegnati 7 pugili romani.

 

Si sono svolte le operazioni di peso in una sala del Novotel alla presenza di Enza Jacoponi, Segretaria Generale EBU, l’arbitro Massimo Barrovecchio e il Commissario di Riunione Raffaele Aveni:

 

Campionato dell’Unione Europea pesi Superwelter, 12 rounds

Abrigail MEDINA (kg. 54,4) vs. Emiliano SALVINI (kg. 55,1)

 

Campionato Italiano pesi Leggeri, 10 rounds

Pasquale DI SILVIO (kg. 61) vs. Vincenzo FINIELLO (kg. 60,2)

 

Pesi Medi, 8 rounds

Roberto BASSI (kg. 74,5) vs.  Abdallah Shabani PAZZY alias PAZIWAPAZI (Tanzania)

 

Pesi Pesi Medi, 6 rounds

Emanuele BLANDAMURA ( kg. 73,4) vs, Mugurel SEBE (kg. 76)

 

Pesi Mediomassimi, 4 rounds

Adriano SPERANDIO (kg. 78,1) vs. Claudio KRAIEM

 

Pesi Leggeri, 4 rounds

Michael MAGNESI ( kg. 59,9) vs. Carmelo PALERMO

 

Pesi Piuma, 4 rounds

Giovanni TAGLIOLA (kg. 56,3) vs. Dionise TIGANAS

 

 

Inizio della serata alle ore 19:30 mentre il collegamento live con DEEJAY TV (Canale 9 sul Digitale terrestre) sarà alle ore 23:00 circa. Collegate anche televisioni di Spagna e Polonia

Biglietti in vendita presso Circuito Prevendite BOXOFFICE LAZIO www.boxofficelazio.it

(Alfredo Bruno)

Foto di Renata Romagnoli