%d blogger cliccano Mi Piace per questo:
Champions e conigliette stasera al Principe | 2Out.it – Seconds Out – Free Sport Magazine

Champions e conigliette stasera al Principe

poster - Copiadi Giuliano Orlando

Novità sabato sera al Principe: oltre al pugilato, Alex Cherchi ha voluto estrarre dal cilindro le conigliette di Play Boy, per offrire agli spettatori una valida alternativa per il dopo boxe. Si inizia nel modo tradizionale verso le 19 con i dilettanti, sempre bene accettati dal pubblico, sapendo di assistere a boxe di ottima qualità, oltre a mostrare come sempre tanto agonismo. Avanti con i professionisti e il proseguimento del dopo boxe all’insegna della musica, con la ragazze di Play Boy presenti per gli appassionati dello spettacolo. Questo dopo le 23,30, una volta che lo spazio occupato dalle sedie verrà lasciato libero per dare modo agli appassionati del ballo di potersi esibire. Alle ore 20 tocca ai professionisti. Primi a salire sul ring i leggeri Alex D’Amato (3-2) allievo di Giorgio Campanella, ottimo dilettante e da professionista oltre al titolo italiano, tre sfide mondiali nel suo curriculum, la prima nel 1995, contro il mitico Oscar De La Hoya a Las Vegas. Nella prima ripresa il destro di Campanella spedì al tappeto l’americano e per qualche secondo, il ragazzo di Calabria (Crotone), sognò l’iride. Poi Oscar vinse, ma Campanella resta uno dei pochi ad aver fatto contare De La Hoya. Il promoter e anima delle serate, Alex Cherchi ha accettato la richiesta di Giorgio a presentare a Milano un pugile della sua palestra. Affronta Osvaldo Gagliardi (1-2-2) a sua volta ben felice di esibirsi sulla piazza milanese. Donatello Perrulli, allievo della Rocky Marciano diretta dal maestro Biagio Pierri, lo scopritore di Roberto Cammarelle, dopo il debutto del 27 maggio sullo stesso ring, per il secondo impegno dove vedersela con Lorenzo Cali (2-6) che non è un predestinato ma ha dalla sua più esperienza. Perrulli, 22 anni, ha qualità naturali, compresa la potenza, ma per salire in alto nel professionismo deve impegnarsi negli allenamenti come non ha mai fatto da dilettante, la cui boxe al momento ne risente. Vedremo come saprà gestire questa prova. Samuel Nmomah, 20 anni, nigeriano prossimo al passaporto italiano, si allena a Novara e ha potenzialità e difetti in ugual misura. Fisico straordinario e tanta voglia di migliorare. E’ alla quarta esibizione e intende dimostrare di essere sulla buon strada in particolare mostrare meno rigidità sul tronco. Lo esamina il serbo Predag Cvetkovic (3-7), che non ha mai perduto prima del limite e delle tre vittorie due sono arrivate per KO. Samuel dovrà fare attenzione e cercare di evitare colpi d’incontro. Sempre nei superwelter, in realtà ormai un welter, parliamo di Nicholas Esposito, che da questo incontro inizia il percorso da professionista a tempo pieno. Col sostegno di papà Enzo, che lo ha indirizzato al pugilato, il giovane (23 anni), lavorerà solo in funzione di pugile e come tale intende puntare tutto sulla carriera del ring. Un atto di coraggio da seguire con simpatia. Pugile determinato, coraggioso e rapido, allenato da Calogero Serio a Cento nel ferrarese, sta crescendo sul piano tecnico e la prova dei miglioramenti la fornirà contro Sladjan Drasigic, il cui record negativo (3-6) non deve far pensare ad un rivale comodo. Tra l’altro il serbo ha tenuto bene contro Samuel e battuto Cvetkovic, quindi da prendere con le pinze, cuocendolo a fuoco lento. Ha una voglia pazza di riscatto l’ucraino Maxim Prodan, dopo il pari contro il panamense Largacha il 27 maggio, che gli interruppe la striscia vincente di 10 vittorie tutte per KO. Anche perché in quell’occasione Maxim combatté con la mano destra inutilizzabile per un infortunio in allenamento a distanza di un settimana dal match. Lo ha rivelato solo adesso: “Non volevo che la gente pensasse ad una scusa, ma chiedo ad Alex Cherchi di darmi l’opportunità di una rivincita, perché quel pari mi è andato di traverso”. Vedremo intanto se la mano destra avrà fatto giudizio contro Sasa Janic (6-17) che avrà un compito non facile a contenere la voglia di rivincita del welter nato pugilisticamente dalle mani di Franco Cherchi, un maestro di grande valore, che sta facendo crescere molti dilettanti oltre ai professionisti, che si allenano nella palestra delle OpiGym dei Cherchi a Milano.

Biglietti: 30 euro (sedie Vip) e 20 euro (balconata) che comprendono anche lo spettacolo dopo la riunione di boxe. Acquistabili presso la Opi Gym (Tel. 02.89452029) oppure sul sito www.opisince82.com cliccando sulla pagina events/tickets, oppure prenotare scrivendo una e-mail alla opigym@gmail.com.