E’ uno dei personaggi sportivi più importanti di Grosseto e della sua provincia, una carriera da atleta alle spalle di grande risonanza e una attuale, da allenatore, altrattanto ricca di soddisfazioni. Alessandro Scapecchi, maestro della Pugilistica Grossetana di Umberto Cavini e primo uomo d’angolo di tanti atleti della Boxe Rosanna Conti Cavini, compie oggi cinquant’anni. Campione e atleta esemplare, in quasi otto anni di professionismo Scapecchi, che ha esordito nel 1980, ha messo insieme ben 42 incontri con 33 vittorie (14 prima del limite), 7 sconfitte e due pari.

Diventato campione italiano dei pesi leggeri nel luglio del 1982 battendo Cusma ai punti, due anni dopo ancora nella sua città ha conquistato il tricolore dei superleggeri, battendo sempre dopo 12 riprese l’espertissimo Gimenez e chiudendo la carriera di un uomo, l’italo-argentino, che aveva oltre cento incontri in carriera, tra cui Europei e Mondiali. Dopo la difesa del titolo contro Martinese, per Scapecchi, marzo dell’85, si sono spalancate le porte per l’occasione Europea, ma il grossetano incocciò nel fuoriclasse Patrizio Oliva, dal quale fu onorevolmente battuto ai punti. Difeso ancora il titolo italiano, Scapecchi ha ancora una nuova opportunità Europea, ma la perde ancora, a Montecarlo, contro Terry Marsh. Nel novembre ’86, dopo la quarta difesa del titolo italiano, Rosanna Conti Cavini gli procura una terza occasione europa a Catania, ma il ragazzo è ancora sfortunato e perde contro Nkalankete. Alla fine del 1987 Scapecchi cerca di conquistare ancora la cintura italiana dei supeleggeri, ma si deve arrendere di fronte a Nardino. Dopo una gloriosa carriera ricca di soddisfazioni, cui è mancato il grande acuto ma solo per la sfortuna di aver incrociato grandi campioni nella sua strada, Scapecchi decide di mettere a frutto la sua esperienza rimanendo nello staff di Umberto e Rosanna Conti Cavini, a insegnare ai giovani quello che faticosamente, a suon di pugni e di enormi sacrifici, ha appreso lui durante la sua carriera.

Umberto e Rosanna Conti Cavini, con tutta la loro organizzazione, fanno quindi ad Alessandro i loro migliori auguri per questo traguardo, che per il maestro grossetano, protagonista anche di un bel libro sulla sua carriera, sia solo un punto di partenza per la carriera di allenatore che dia, a lui e ai suoi ragazzi, sempre più grandi e belle soddisfazioni.

Ufficio stampa Rosanna Conti Cavini – www.rosannaconticavini.com

 

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi