Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

II giornata Fase Regionale Schoolboy-Junior-Youth | 2Out.it – Seconds Out – Free Sport Magazine

II giornata Fase Regionale Schoolboy-Junior-Youth

Legnante vs Malvitano Natalizi vs Mastromarino Santilli vs MorelliROMA, 07. 10. 2013 – La seconda giornata della Fase Regionale Schoolboy-Junior-Youth ha visto in azione dentro la palestra della Boxe Roma Casalbruciato gli youth dei 60 kg., 64 kg. e 69 kg., categorie con un buon numero di iscritti. L’inizio della serata vedeva di fronte fuori torneo Daniel Spada opposto a Tiziano Serangeli. Match vivace con rapidi scambi, anche se Spada riesce in qualche occasione a piazzare un gancio destro insidioso. Nel terzo round uno scambio prolungato conclude nel migliore dei modi il match assegnato a Spada. Fernandez non ha certo uno stile ortodosso, ma sembra più propenso all’attacco e più deciso di Bevilacqua. Quest’ultimo gli lascia l’iniziativa frenandolo con colpi d’incontro. Il terzo round termina con uno scambio furioso. Il verdetto premia la maggior precisione di Bevilacqua e penalizza Fernandez più attivo, ma propenso a colpire con guantone aperto. Santoro parte bene contro Di Pietro. Quest’ultimo dopo aver perso il primo round prende le misure del suo avversario incrociandolo con il jab sinistro e doppiando in più di un’occasione con il destro. Il terzo round conferma la superiorità di Di Pietro, che passa il turno. Castellucci dimostra fin dalle prime battute di essere un brutto cliente per Sestili. Il maggiore allungo e i colpi secchi del pometino tengono in allarme l’allievo di Mattioli e Ascani. Sestili le prova tutte ma deve fare sempre i conti con i colpi dritti di Castellucci, che non cede un millimetro neanche quando scambia dalla corta distanza. Per l’allievo di Vittorio Oi una vittoria preziosa. Pistella impone subito la sua aggressività ed efficacia a Liotino che non riesce a frenarlo con i colpi d’incontro. Il richiamo subito da Pistella nel secondo round non è certo sufficiente per ribaltare un match saldamente nelle mani dell’allievo di Ardu. Legnante porta colpi essenziali ed efficaci, passare sotto la barriera del suo allungo è un problema che Malvitano  riesce a risolvere solo negli ultimi secondi del match, con il verdetto saldamente in mano a Legnante. Girondini decide per l’attacco a oltranza con Marras, che replica bene, cercando di piazzare di tanto in tanto il montante destro. Match interessante e spigoloso dove pesano i due richiami subiti da Marras contro uno di Girondini, che incamera una bella vittoria. Morelli è uno dei pugili più interessanti delle ultime leve, ma ha di fronte un Santilli che non sembra concedere illusioni ai suoi avversari. Morelli gira attorno, rientra bene, e in qualche occasione accetta generosamente lo scambio a viso aperto. L’esperienza e la potenza di Santilli alla fine hanno chiaramente buon gioco, anche se il suo avversario va catalogato tra le rivelazioni. Tra Mauro e Loli il match ha una soluzione rapida e imprevista quando il primo perde la sua lente a contatto, il verdetto non ammette deroghe con l’intervento medico a favore del secondo. Tra Gargallo e Delle Piane il divario appare subito netto. Il pugile della Casalbruciato gira attorno al suo avversario cercando di evitare i colpi, ma quando è costretto allo scambio ne subisce la maggior potenza. Al terzo conteggio viene tolto di gara nel secondo round. Francesco Sarchioto, fratello di Giovanni grande protagonista ai recenti mondiali, se la vede con il pontino Immordino, che non ha nessuna intenzione di passare per vittima predestinata contro il quotato avversario. Il match è interessante e offre buoni spunti. Immordino regge alla pari due round, ma nel terzo Sarchioto carica i suoi colpi su un avversario che accusa la fatica e finisce in affanno. Mirko Natalizi, 38 match disputati con solo 5 sconfitte, Fabio Mastromarino, 5 match disputati e al primo anno di attività. Basta leggere questi dati per capire che per il pugile di Casalbruciato è una missione impossibile. Purtroppo nei Tornei a iscrizione libera può capitare. Natalizi esordisce con alcune mazzate al corpo e ai fianchi per costringere l’avversario ad abbassare la guardia e piazzare i suoi colpi volanti di sinistro e destro. Mastromarino ha carattere e coraggio da vendere, cerca di chiudere alle corde il suo avversario per scaricare bordate, che non sono carezze. Il match comunque non è mai in discussione come dimostra la lunga serie con cui conclude Natalizi, che si conferma gran favorito, mentre a Mastromarino va l’onore delle armi e un’esperienza che lo fortifica.

 

RISULTATI

Fuori Torneo

J- Kg. 52 Daniel Spada (Roma Tricolore) b. Tiziano Serangeli (Frontaloni).

Torneo

Youth

Kg. 60 Leonardo Bevilacqua (Body Fight) b. Miguel Fernandez (Agoghe il Mescolo); Gianmarco Di Pietro (Body Evolution) b. Giacomo Santoro (Otzuka Club); Marco Castellucci (Oi Team Pomezia) b. William Sestili (Team Boxe Roma XI); Simone Pistella (Co.Na. Boxe) b. Marco Liotino (Pal. Pop. Quadraro).

Kg. 64 Michele Legnante (Santa Marinella) b. Christian Malvitano (Bellusci Boxe Promotion); Matteo Girondini (Team Boxe Roma XI) b. Emiliano Marras (MMA Boxing Center); Marco Santilli (Athletic Boxe Minturno) b. Stefano Morelli (Roma Tricolore); Mauro Loli (Team Boxe Roma XI) b. Christian Mauro (Proget Boxe Team) rsci 1.

Kg. 69 Alessio Mastronunzio (Phoenix Gym) b. Matteo Campanella (Vigor Perconti) wo; Tancredi Gargallo (Sordini Boxe) b. Massimiliano Delle Piane (Casalbruciato) rsch 2; Francesco Sarchioto (Boxe Imperium) b. Marco Immordino (Dubla Boxe); Mirko Natalizi (Boxe Academy) b. Fabio Mastromarino (Casalbruciato).

Commissario di Riunione: Orfeo Mollicone, Mario Vincenti.

Arbitri/Giudici: Roberto Scali, Giulio De Maldè, Sara Badii, Vincenzo Raucci.

(Al. Br.)