Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Il 21 ottobre a Pordenone riunione fiume con tre titoli in palio | 2Out.it – Seconds Out – Free Sport Magazine

Il 21 ottobre a Pordenone riunione fiume con tre titoli in palio

PordenonePordenone è un nome che solletica parecchi ricordi agli appassionati di boxe, ed ecco riproposta la città friulano per una riunione organizzata dal Team Loreni con ben tre titoli in palio nel Palasport “Maurizio Crisafulli”. Loreni è uno dei più attivi organizzatori del nostro panorama, oltrettutto senza lasciarsi scoraggiare dalle difficoltà che man mano si presentano. Il 21 ottobre sarà una giornata dedicata completamente alla noble art a partire dalle 15 con una serie di incontri dilettantistici, per poi proseguire a intervalli con i professionisti fino ad arrivare dopo una sosta fino alle 21 con tre sfide titolate. La prima di queste vedrà protagonisti sulle 10 riprese Stefano Abatangelo (+ 20, – 5, = 1) e Nicola Ciriani (+ 14, – 1, = 1) per la conquista del Titolo Italiano vacante dei mediomassimi. Entrambi i pugili sono stati già campioni. Ciriani, si può dire, è di casa essendo nato a Udine. Scende di categoria dai massimi leggeri per affrontare il piemontese Abatangelo. Un match che si presenta tutt’altro che facile per il friulano, perchè il suo avversario ha mani pesanti e una boxe aggressiva che non dà tregua. Anche Ciriani è dotato di notevole potenza, ma sul ring ragiona di più potendo anche contare su un maggiore allungo. Pasquale Di Silvio, 38 anni, è chiamato ad un esame valevole il titolo italiano dei leggeri. “El Puma” tra i migliori come tecnica del nostro boxing avrà di fronte Francesco Invernizio (+ 9, – 5, = 1), un siciliano che gioca la carta più importante della sua carriera contro il quotato avversario prendendo il posto di Davide Festosi, infortunatosi pochi giorni prima del match. Il match clou sarà disputato da Mohammed Obbadi (+ 13), che sta prendendo il posto di Leonard Bundu nel cuore dei toscani, e il nicaraguense Cristofer Rosales (+ 24, – 3) per il vacante Titolo Internazionale WBC dei mosca. Pronostico incerto, anche se Obbadi dopo la conquista dell’Unione Europea prova ad allargare i suoi orizzonti per poi puntare al mondiale. Nel ricco programma c’è molta curiosità per vedere all’opera il leggero Domenico Valentino e l’esperto Francesco Acatullo (+ 9, – 7, = 1). Il pugile campano vuole bruciare le tappe dopo appena due match disputati e vinti,glielo impone il suo rango che lo ha visto per anni tra i migliori dilettanti del mondo. Ad Acatullo il compito di guastafeste oppure di avvicinamento nella boxe che conta.