Un torneo fra pesi welter con un montepremi di 50mila euro è una novità assoluta per il panorama pugilistico italiano. Lo hanno ideato l’Opi Since 82 e la Matchroom Boxing Italy allo scopo di stabilire il numero 1 della categoria e proporlo in seguito sulla scena internazionale. Lo spiega Alessandro Cherchi: “Nella nostra scuderia abbiamo diversi pesi welter di buon livello e abbiamo deciso  di metterli in competizione. Maxim  Prodan (18-0-1 con 14KO), ad esempio, lo abbiamo gestito fin dall’inizio facendolo combattere al teatro Principe di Milano ed è ormai milanese d’adozione. Viene da due vittorie con titolo in palio con due buoni pugili come Steve Jamoye e Tony Dixon e sta attraversando il momento migliore della sua carriera. Nicola Crisofori (11-2-2 con 1 KO) ha preso il posto di Michele Esposito (era diventato campione d’Italia battendo proprio Esposito). Cristofori è molto tecnico, possiede uno stile che può impensierire Prodan e questo renderà il combattimento spettacolare. Essendo Maxim l’attuale campione internazionale IBF, questo titolo sarà in palio nel torneo. Andrea Scarpa (24-6 con 11 KO) è il pugile più esperto fra i quattro partecipanti al torneo, ha combattuto sia in Italia che all’estero per titoli prestigiosi ed ora gli stiamo offrendo l’opportunità di riacquistare credibilità a livello europeo dopo quattro sconfitte consecutive con un titolo in palio (due europei, un campionato dell’Unione Europea e un titolo Silver WBC, tutti nella categoria dei pesi superleggeri). Per Andrea questo torneo è il debutto nella categoria dei pesi welter.”

Dario Morello  (15-1 con 2 KO) ha vinto il titolo italiano e il titolo Global WBO perdendolo alla prima difesa contro l’inglese Luther Clay. E’ stato un match duro, ma Dario ha capito gli errori commessi  e vuole subito risalire la china per tornare protagonista sulla scena internazionale. Quando deteneva la corona  Global, Dario era il numero 15 al mondo nella classifica WBO

Le sfide che vedremo il 23 ottobre a Milano, Prodan-Cristofori e Morello-Scarpa, sono le semifinali del torneo. I vincitori si affronteranno in finale nei primi mesi del 2021. Il vincitore del torneo avrà  dimostrato non solo di essere il migliore, ma anche di essere salito di livello e di poter ambire a traguardi ancora più importanti. 

Insomma, questo torneo offrirà agli appassionati di boxe che lo seguiranno su DAZN combattimenti fra pugili che si equivalgono e che sono fortemente motivati a dare il 100%. Il montepremi di 50.000 euro è anch’esso una novità per la scena pugilistica tricolore. Questo il commento di Alessandro Cherchi: “I 50.000 euro saranno divisi tra i quattro partecipanti. Si tratta comunque di una bella cifra per ogni pugile, non solo per il vincitore. Anche la parte economica è importante a livello motivazionale. Noi lo sappiamo e cerchiamo di aiutare i pugili a guadagnare quello che meritano compatibilmente con le nostre possibilità in questo momento.”  

La manifestazione di venerdì 23 ottobre all’Allianz Cloud di Milano sarà a porte chiuse ed organizzata dalla Opi Since 82, da Matchroom Boxing Italy e dal servizio streaming DAZN che la trasmetterà in diretta e in seguito on demand. Nel main event, il fiorentino Fabio Turchi (17-1 con 13 KO) affronterà il lettone Nikolajs Grisunins (12-1-1 con 5 KO) per il vacante titolo Internazionale IBF dei pesi massimi leggeri sulla distanza delle 10 riprese. Saliranno sul ring anche Ivan Zucco (11-0), Francesco  Grandelli (13-1-1 con 2 KO),  Mirko Natalizi (7-0 con 4 KO) e Samuel Nmomah (13-0 con 4 KO).

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi