Dopo la delusione per l’uscita di scena del napoletano Francesco Nespro, categoria 64 Kg., il tricolore ha esultato per l’ultima speranza azzurra che sta scalando la vetta mondiale con grande determinazione.
Oggi a Guadalajara è giornata di riposo per gli Youth ’90 e ‘91, i giovani pugili di età compresa tra i 17 e i 18 anni, come previsto nel calendario del 1st AIBA World Boxing Championships, ma non per l’Italia che si sta preparando ad affrontare al meglio le Semifinali in programma per domani, venerdì 31 ottobre.

Guantoni infilati e adrenalina a mille per l’abile Gianluca Rosciglione, categoria 81 Kg., di Ficarazzi in provincia di Palermo, nato il 24 novembre del 1990, proveniente dall’ASD Polisportiva Defence Club e campione italiano cadetti nel 2007, che ieri nei Quarti di Finale ha battuto per 6 a 3 il romeno Ionut Bodilcu. Un match giocato con grinta in cui l’azzurro, trovata la concentrazione, da buon attendista, ha studiato l’avversario e scelto il tempo giusto per portare colpi tecnici e puliti.
“Un grande successo – ha commentato soddisfatto il Responsabile della Squadra Azzurra Maurizio Stecca – ; match dopo match Rosciglione è arrivato a conquistare la medaglia di bronzo, voluta a tutti i costi dall’azzurro che ha dimostrato serietà, un grande spirito di sacrificio e voglia di arrivare. Domani la semifinale sarà molto difficile ma ci proveremo”. Rosciglione, infatti, dovrà affrontare il temibile cubano Jose Angel Larduet, medaglia d’argento al Battle of Stalingrad Youth Tournament e medaglia di bronzo al Cuban Senior National Champs, che ieri ha battuto per RSCH alla prima ripresa (1:59) il tedesco Artur Schmidt. Un incontro duro che animerà il ring del Gimnasio Ávila Camacho prima della sfida finale di sabato 1 novembre, in cui gli avversari non sarebbero da meno per il tricolore: il russo Marten Magomedov o l’irlandese con Thomas McCarthy.
Consapevoli di ciò che li aspetta ma rassicurati dal comportamento di Rosciglione, il CT Maurizio Stecca ed il Team Manager Angelo Musone, Consigliere Federale e medaglia di bronzo a Los Angeles ’84, tenteranno di chiudere in bellezza questa importante esperienza mondiale. 

A rappresentare l’Italia è anche l’arbitro/giudice Maurizio Forni.
Forza azzurri!

Ufficio Comunicazione FPI
Michela Pellegrini

Di Alfredo

3 pensiero su “Mondiali Youth: Rosciglione vola in semifinale”
  1. grande rosciglione!…una splendida medaglia di bronzo mondiale e ti confermi anche campione italiano!…complimenti! sei un vero campione…

  2. grande rosciglione siamo tutti cn te anche se domani il cubano nn è prova facile cmq male che vada bronzo mondiale

I commenti sono chiusi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi