wbc2007chicago.gif Una giornata di riposo all’insegna delle novità a Chicago con l’interessante Seminario della Commissione Medica AIBA. Si riunirà due volte all’anno, in occasione delle quali si svolgeranno seminari dedicati agli sviluppi della medicina, ai nuovi regolamenti ed al dialogo aperto con interlocutori di ogni genere. Presentata ufficialmente la nuova struttura della Commissione Medica AIBA.


L’ inviato della Federazione Roberto Sannipola ci ha informati che ieri mattina, lunedì 29 ottobre, nella giornata di riposo dei Campionati Mondiali AIBA, alle ore 10.00 presso l’Adams Room del Palmer House Hotel a Chicago, si è tenuto un interessante ed innovativo Seminario della Commissione Medica AIBA, a cui hanno partecipato più di duecento persone tra atleti, allenatori e medici. Ben cinque i relatori appartenenti alla Commissione Medica AIBA: il Presidente Dr Ed Van Wyk (Paesi Bassi), il Dott. Derya Dincer (Turchia), il Dott. Sante Bucari (Italia), il Dott. Jean-Louis Llouquet (Francia) ed il Dott. Vagner Mortensen (Danimarca).
Ad aprire il seminario è stato il Presidente Dott. Van Wyk che ha presentato la nuova struttura della commissione, il nuovo Presidente della Sottocommissione Anti-Doping, il Dott. Mortensen, e la nuova Sottocommissione Scientifica presieduta da Tony Attwood (Regno Unito).
Al tavolo dei lavori, in rappresentanza dell’Italia, anche il cardiochirurgo Dott. Sante Bucari, Responsabile del Settore Sanitario della Federazione Pugilistica Italiana, che, insieme agli altri relatori, ha affrontato svariati temi tra cui le le fratture più frequenti del pugile, gli accertamenti medici dopo KO violenti, le nuove norme sul doping. Nello specifico, il Dott. Bucari è intervenuto sulla questione degli accertamenti medici e sulle statistiche relative al pugilato femminile che hanno evidenziato la crescita della popolarità della boxe in rosa e del numero dei partecipanti ai Campionati Mondiali AIBA ,che dal 2001 al 2006 sono passati da 124 a 174.
Tra i delegati medici intervenuti anche il Dott. Francesco Rondoni ed il fisioterapista Fabio Morbidini, che fanno parte della delegazione italiana.
A concludere il Seminario è stata la medaglia di bronzo dei Giochi Olimpici di Los Angeles Evander Holyfield, che ha evidenziato l’importanza di avere una disciplina sia fuori che dentro il ring, per il benessere fisico e mentale del pugile.  

Comunicato FPI 

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi