di Alfredo Bruno

Le partite di Champions e un violento nubifragio hanno consigliato molte persone a rimanere a casa, per cui la prima giornata della fase regionale nel Lazio per gli Assoluti si è svolta con un discreto ritardo e con pubblico ridotto nel Palafijlkam di Ostia. In verità ci si aspettava anche una maggior presenza di iscritti, ma molti atleti non hanno potuto partecipare presentandosi in mattinata sovrappeso.

Nella serata comunque tutto è filato liscio con la buona regia organizzativa di Marcello Paciucci e Lamberto Petrecca. I primi a salire sul ring sono i superwelter. De Bartolomei, è una delle grandi promesse delle ultime leve e Pulciani contro di lui può fare poco, solo provare di tanto in tanto la zampata improvvisa. L’allievo di Frontaloni porta con disinvoltura tutti i colpi cambiando spesso e improvvisamente guardia. Nella serata di Ostia contro un rassegnato Pulciani ha dato pure l’ impressione di non affondare i colpi. Toccava quindi ad un match inedito tra Domarin, giovane I serie ed esperto, e Centi, giovane promessa proveniente dagli junior. Il pugile di San Basilio svolge il suo compito con intelligenza tenendo l’iniziativa ma senza aggredire un avversario molto bravo nel colpire con il suo maggiore allungo d’incontro. Il match è piacevole con fraseggi tecnici di buona levatura. Nella terza ripresa Domarin accumula con la precisione di un chirurgo punti preziosi e un credito sulla vittoria che il finale arrembante di un Centi rivelazione  non riesce a scalfire. Si entra quindi nella zona dei 75 kg. con l’ ennesimo rientro di Moruzzi opposto stavolta a Cerci, un pugile difficile da domare e inquadrare. Moruzzi ha classe e varietà di temi in quantità ma deve guardarsi dai diretti-sciabola dell’allievo di Granelli, che quando può raddoppia sia col destro che col sinistro. Negli ultimi minuti il pugile di Fiumicino da segni di stanchezza, ma le sue reazioni orgogliose imprimono il timbro di una bella vittoria. Nei mediomassimi Lepri si ricorda della sua “antica”  potenza e pesca con il gancio destro uno sbilanciato Staccone che accusa e va al tappeto. Il pugile di Sordini appare in buona giornata anche se la fortuna gli volta le spalle sotto la forma di un profondo taglio allo zigomo sinistro, che causa la sospensione per injury. Delude invece un Mascaro apatico contro un Abbassi che sfrutta al meglio la giornata no dell’allievo di Paciucci con la sua maggiore velocità. Mascaro ci prova solo nel quarto round con un gancio destro che non scalfisce certo la sua meritata sconfitta.

La categoria dei mediomassimi si chiude nella serata con un attesa rivincita tra Vergara e Guainella, precedentemente autori di un match entusiasmante. L’incontro tra i due poderosi atleti  mantiene le premesse con una prima ripresa tirata e ad alta tensione. Nel secondo round Vergara parte deciso e pesca con un violento gancio destro l’avversario che viene contato. Il pugile di Casalbruciato fa onore alla sua fama di picchiatore costringendo Guainella ad accettare un duro scambio in cui ha la peggio e viene contato per la seconda volta. Una ferita subita dal pugile dell’ Audace richiede l’intervento medico che decreta lo stop. Nei massimi Soggia, proveniente dagli junior, se la vede con l’esperto Lucci, insidioso pugile di Ceccano che ricompare quasi sempre ai Tornei. L’ allievo di Fiori conquista il centro del ring e scarica sull’avversario una buona quantità di colpi, spezzata di tanto in tanto da un buon lavoro da parte di Lucci alla corta distanza. L’iniziativa per tutte e quattro le riprese è di Soggia…ma non il verdetto finale.

Scafi dopo un lungo periodo di assenza dal ring si trova davanti un pugile quotato e difficile come Cataldo. Il pugile dell’Indomita  non sfigura nel confronto e costringe Cataldo a combattere in spazi ristretti dove non può ben figurare. Nell’ultimo round Scafi attacca per recuperare lo svantaggio, ma è il suo errore perché un destro d’incontro lo costringe al tappeto, dopo il conteggio interviene il dottore per una ferita al sopracciglio e termina lì il match. 

 

RISULTATI
Superwelter: De Bartolomei (Boxe Frontaloni) b. Pulciani (A.P. Frosinone); Domarin ( Laima Team) b. Centi ( Boxe San Basilio).
Medi: Moruzzi ( B. Fiumicino) b. Cerci (Boxe Casilina 2105).
Mediomassimi: Staccone (P. T. Barrale) b. Lepri ( Sordini Boxe) rsci 1; Abbassi (Body Evolution) b. Mascaro (Boxe Champion Club); Vergara (Boxe Casalbruciato) b. Guainella (Audace) rsci 2.
Massimi: Lucci ( P. T. Barrale) b. Soggia (Gim Boxe Setteville)  ; Cataldo ( Santa Marinella) b. Scafi ( Indomita) rsci 4.
Arbitri: Casentini (c.r.), Mollicone O. (c.r.), Scali, Angileri, Di Mario,
Medico: dott. Emiliano Bonanni, dott. Claudio Fabbricatore.

Stasera alle 19  seconda giornata al Palafijlkam con il seguente programma
Piuma: Faranda (A.S. Universo) c. Santillo V. (San Lorenzo); Biagiotti (Team Boxe Roma XI) c. Latini (Nuova Audax Cisterna).
Superwelter: Marziali ( Sordini Boxe) c. Loreti (Team Boxe Roma XI); De bartolomei ( Boxe Frontaloni) c. Domarin (Laima Team).
Mediomassimi: Crescenzi ( San Basilio) c. Staccone ( P. T. Barrale); Vergara ( Boxe Casalbruciato) c. Abbassi ( Body Evolution).
Supermassimi: Cirri (ASD Cosmo di Tarquinia) c. Solito C. ( Parisi Boxe).
Leggeri: Giannini ( Fiamme Oro) c. Melis W. (Centro Sportivo Esercito).

 

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi