Ancora una volta Pomezia al centro del pugilato italiano. Ritorna Vittorio Oi, pometino d’hoc, questa volta titolato con la corona  dell’UE conquistata il 3 giugno di quest’anno  contro  il finlandese Ville Piispanen. Nato ad Albano Laziale il 14 maggio 1974, professionista dal luglio 2006, Vittorio Oi ha sostenuto 17 incontri: 15 vinti (3 prima del limite), 1 perso e 1 pareggiato. Quando nella sua Pomezia nel 2008 vince la finale di Coppa Italia mettendo ko l’avversario, il pur valido Christian Costarelli, da subito si capisce  che il suo ritorno non è un capriccio, ma la perfetta consapevolezza di poter dare ancora molto al pugilato: il 7 febbraio 2009, in Francia,  supera ai punti Frederic Tripp per il titolo del Mediterraneo dei pesi superleggeri; il 6 novembre dello stesso anno, a Roma,  diventa campione d’Italia dei pesi superleggeri battendo ai punti Alfredo Di Feto. E’ storia nota quando nel 2006, al cospetto del promoter Davide Buccioni, decide di tornare sul ring  dopo una lunga assenza durata 12 anni. Proprio contro la logica del tempo e dal clamore suscitato dai “soliti idioti” (terminologia che oggi va di moda!), Oi si ridesta  dall’inferno di una gioventù mai considerata seriamente e scala  precipitosamente il rating del pugilato che conta fino a raggiungere la vetta europea. La sua vita è come un film,  una pellicola vista e rivista, la sua esperienza esistenziale oggi è al cospetto di tanti giovani atleti che seguono le sue lezioni di pugilato presso la palestra dello  Stadio Comunale di Pomezia: oggi l’ASD Oi Team Boxe Pomezia è una realtà. Con l’epiteto “The Time Machine” , Vittorio Oi 37 anni suonati,  mette al chiodo la sua età e sabato 26 novembre 2011 presso il Palasport di Pomezia  si presenta davanti al suo pubblico per un match-test prima  della difesa ufficiale EU.  Dieci incontri dilettanti sono l’antipasto di una serata ancora una volta all’insegna della Nobile Arte con inizio alle ore 22.30. E’ proprio il caso di dirlo: il pugilato, per Vittoio Oi,  è un riflesso condizionato.

Ufficio stampa Michelangelo Anile, info 329.1667044.

 

Di Massimo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi