Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Libri di sport: Il rugby sottosopra | 2Out.it – Seconds Out – Free Sport Magazine

Libri di sport: Il rugby sottosopra

coverIl rugby sottosopra, quando l’Italia ribaltò la Francia – Francesco Volpe – Absolutely Free Editore – Pag. 164 – Euro 15.00.

La storia di un’impresa che ha segnato il rugby italiano. Il salto di qualità sognato e disatteso per tanti anni. Battere la Francia, grande ma spocchiosa, come è più degli anglosassoni, che se la tirano niente male. Un giorno da sottolineare con la matita rossa. E’ il 22 marzo 1997, il campo è quello di Grenoble e l’Italia ha sempre perduto dai galletti. Per la verità il nostro rugby sta crescendo dal 1991, ma la strada è sempre in salita. Il muro francese sembra invalicabile. Invece, accade il miracolo che la nostra televisione ignora, confermando il segno dell’insensibilità. La squadra di Coste mette in campo capitan Giovanelli, Checchinato,  Cuttitta, Mascioletti, Properzi, Vaccari, Pertile, Bordon, Francescato, Troncon, Dominguez, Cristofoloetto, Gardner, Orlandi e Croci. Nomi che resteranno scolpiti nella memoria degli appassionati. Non anticipo nulla di questa sfida, troppo godibile nella lettura, dove si alternano gli stati d’animo dei protagonisti con l’Italia che prima sorprende e poi mantiene quello che nessuno si aspettava. Una vittoria da lasciare ai posteri, anche se il bilancio finale mette nel conto sudore e sangue, incrinature e fratture. Non si battono i francesi a casa loro, senza pagare pegno. Ma il mondo del rugby è abituato a mettersi i cerotti col sorriso. Alla partita vanno aggiunti i capitoli dove si completa il quadro dei protagonisti, gli aspetti umani e i destini sportivi, episodi che fanno capire il magico involucro di uno sport tutto particolare, che ha similitudini col ciclismo, la boxe e altri sport da combatimento, ma non è solo fatica. Nel cocktail vanno aggiunte amicizia, cavalleria e senso dell’onore. Mica male.

Giuliano Orlando