Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Muay Thai: Emidio Barone medaglia d’argento agli “Sportaccord World Games” | 2Out.it – Seconds Out – Free Sport Magazine

Muay Thai: Emidio Barone medaglia d’argento agli “Sportaccord World Games”

QUESTE FOTO DOVREBBE FAR PENSARE COLORO IL QUALE SONO PREPOSTI A RAPPRESENTARE L’ITALIA DELLO SPORT, COME IL “CONI” CHE NON SANNO NEMMENO O FANNO FINTA, CHE UN ITALIANO DI NOME “EMIDIO BARONE” CAT 91 KG. HA RAPPRESENTATO L’ITALIA DELLA MUAY THAI, RIPORTANDO LA MEDAGLIA D’ARGENTO VALIDA PER LE OLIMPIADI DEGLI SPORT DA COMBATTIMENTO ED ARTI MARZIALI GLI “SPORTACCORD WORLD GAMES” PATROCINATO DAL C.I.O. O COMITATO OLIMPICO, RIPORTANDO DOPO DUE VITTORIE PER KO, IL 1° INCONTRO  CONTRO UN OLANDESE E IL 2° INCONTRO CONTRO UN TURCO, PERDENDO IN FINALE CONTRO IL FORTISSIMO ATLETA RUSSO, CHE VEDIAMO ALLA SINISTRA DELLA FOTO CON IL PRESIDENTE DELLA RUSSIA VLADIMIR PUTIN, COME VEDIAMO DALLA FOTO I DUE ATLETI RUSSI SONO ORGOGLIOSI CHE LA PIU’ ALTA CARICA DELLO STATO E ANDATO CON ORGOGLIO, A RENDERE ONORE AI SUOI CONNAZIONALI E RAPPRESENTANTI DI QUESTO SPORT, LO DICO A MALINCUORE E CON L’AMARO IN BOCCA, PURTROPPO QUESTA E’ L’ITALIA E C’E’ DA VERGOGNARSI CHE NON ABBIAMO RICEVUTO NEMMENO DUE RIGHE SU QUALCHE GIORNALE O QUALSIASI ALTRO ORGANO DI INFORMAZIONE, A PARTE I NOSTRI SITI INTERNET FEDERALI O QUALCOSA DI SETTORE, MA ANCORA PEGGIO NESSUNA AUTORITA’ DELLO STATO O COMUNE O ALTRO, SI E’ SCOMODATA A RINGRAZIARCI PER IL GRANDE RISULTATO CHE HA OTTENUTO L’ITALIA, CLASSIFICADOSI TRA LE PRIME 7 NAZIONI AL MONDO, GRAZIE ANCHE AL SACRIFICIO DEGLI ATLETI E  PERSONALI DELLA FIMT, FEDERAZIONE ITALIANA MUAY THAI, CHE OLTRE CHE NON RICEVERE DAL CONI NESSUN CONTRIBUTO PERCHE ESISTE UN’ALTRA FEDERAZIONE CHE PERCEPISCE CONTRIBUTI ECONOMICI, AL NOSTRO POSTO, E SENZA AVERE NESSUN TIPO DI RICONOSCIMENTO INTERNAZIONALE, QUESTA E’ UN’ALTRA VERGOGNA!!! CERTO E VERO NON E’ IL CALCIO, FORTUNATAMENTE, MA E’ PUR VERO CHE E’ UNA DISCIPLINA CHE RAGGIUNGE IN TUTTO IL MONDO OLTRE 110 NAZIONI, ED ORMAI PRATICATO IN ITALIA DA MIGLIALI DI GIOVANI, SCUSATE SE E’ POCO, MA TUTTO QUESTO NON BASTA PER AVERE E DICO, UN MINIMO DI ATTENZIONE. SONO ANNI CHE CI BATTIAMO PER RICEVERE IL RICONOSCIMENTO AL CONI, CHE CI SPETTA DI DIRITTO MA NON SI RIESCE A CAPIRE PER QUALE OSCURO MOTIVO NON RIUSCIAMO A SCALFIRE MINIMAMENTE QUESTO MURO DI GOMMA. HO LETTO ALCUNE DICHIARAZIONI DEL NEO PRESIDENTE DEL CONI GIOVANNI MALAGO, CHE VUOLE PORTARE UN’ ONDATA DI CAMBIAMENTO, LO SPERIAMO CON TUTTO IL CUORE, ANCHE SE ABBIAMO PERSO OGNI SPERANZA, VEDENDO ANCORA QUELLA CONTINUITA’ TENENDOCI DISTANTI DALLE NOSTRE CONTINUE RICHIESTE. PURTROPPO LA POLITICA, QUELLA FATTA DI EQUILIBRI CHE NON DEVONO ESSERE TOCCATI E DIFFICILE ADDIRITTURA IMPOSSIBILE DA CAMBIARE, MA NOI SIAMO DEI SOGNATORI E CI PIACE PENSARE CHE UN GIORNO LA MUAY THAI E ALTRI SPORT DA COMBATTIMENTO, CONSIDERATI MINORI, ANCHE SE PRATICATI DA MIGLIALIA DI ATLETI, POSSANO RICEVERE QUELLA GIUSTA E MERITATA VISIBILITA’ E RICONOSCIMENTO. MI AUGURO CHE LE COSE GIUSTE  TRIONFERANNO!

MAURO BASSETTI