%d blogger cliccano Mi Piace per questo:
Pugilato: Alle basi del moderno allenamento “funzionale” | 2Out.it – Seconds Out – Free Sport Magazine

Pugilato: Alle basi del moderno allenamento “funzionale”

Riuscito stage all’ Atletico Aniene diretto da Federico Squillace, grande esperto di qualità del movimento e della performance umana.

di Leandro Spadari

072Roma – Il progresso delle scienze motorie, caratterizzato dall’acquisizione dei risultati di sempre nuovi studi, conoscenze ed esperienze, e grazie anche ai continui apporti di diverse altre scienze e discipline, è oramai inarrestabile. Tale evoluzione porta a sottolineare il ruolo primario ed insostituibile della formazione, strumento decisivo per aggiornare ed omogeneizzare i ”saperi” generali e specialistici, adeguare le capacità, orientare le competenze dei tecnici di domani. Una scommessa pertanto sempre vincente quella della formazione, nel pugilato, come in qualsiasi altro sport, di combattimento o meno. A condizione che sia coerente la sua progettazione, siano definiti e chiari gli obiettivi di apprendimento, qualificate e valide le docenze ed altrettanto le modalità didattiche adottate, efficienti le verifiche in corso e finali, tutti fattori che, con i feed-back e risultati sul campo, in un ciclo virtuoso e tendenzialmente perpetuo, porteranno a nuove progettazioni… e così via. E proprio sulla formazione è tornato a scommettere il C. S. Atletico Aniene di Roma, che nella sua ampia ed accogliente sede in via Palmiro Togliatti sabato 18 novembre u.s.ha ospitato uno stage diretto da Federico Squillace. Laureato in scienze motorie,.preparatore atletico specializzato nella qualità del movimento e della performance umana, ivi compresi gli aspetti psicologici che la determinano, un curriculum caratterizzato da decine di autorevoli certificazioni internazionali, 17 anni di esperienza professionale in qualità di docente, presidente della società Just Sport System (che eroga servizi di consulenza e formazione di alto livello a tutte le federazioni ed enti sportivi), Federico Squillace riveste anche il ruolo di direttore tecnico della società Wellness Town, in zona Roma Montagnola. Lo stage aveva l’obiettivo di consolidare le conoscenze dei tecnici ed atleti partecipanti su alcuni principi cardine dell’allenamento funzionale: footwork, partendo dal piede ed attraverso il sistema nervoso; core, anteriore, posteriore e lavori chiave finalizzati ad una migliore performance, economia nel movimento e drastica riduzione del rischio infortuni;allenamento, alcuni metodi per programmare lezioni di gruppo realmente efficaci. “Il lavoro svolto – spiega – è finalizzato a sviluppare la qualità del movimento umano, e si fonda su di una corretta conoscenza, tra le altre, della fisiologia e della biomeccanica. Occorre bandire ogni approssimazione e saper “leggere” il corpo umano dalle basi. Molti vogliono arrivare subito al risultato ma alle soluzioni si può arrivare semplicemente con un ragionamento logico da parte di chi, però, conosca i vari tasselli e sappia come disporli. “ Molti gli spunti proposti nell’ambito dell’iniziativa: dalla stabilizzazione nel contrasto e gestione in modo appunto funzionale delle forze gravitazionali e torcenti, allo sviluppo della potenza, al ruolo svolto dal sistema nervoso nel reclutare ed attivare il muscolo corretto, alla corretta escursione dell’anca, al tratto lombare, fino ad esempi di circuiti di riscaldamento, con un lavoro cardio-muscolare, caratterizzati da cinque “stazioni” per lo sviluppo di capacità fondamentali quali la mobilità, la stabilità, l’agilità, il controllo, la forza con l’utilizzo di affondi, piegamenti e rotolamenti.

076Mi sento di poter dire “bello tutto” – conclude Squillace – in termini di atmosfera, palestra, voglia di apprendere, persone !” Ed a proposito di partecipanti, concludiamo con una velocissima impressione colta al volo da Francesca Loprete: “Sono insegnante di fitness al C.S. Santa Maria di Roma, e pratico anche tennis e nuoto. Federico Squillace è sempre professionale ed esaustivo, torno a casa con un bagaglio di conoscenze significativamente arricchito. Credo proprio che l’allenamento funzionale, di cui abbiamo potuto approcciare oggi alcune basi, da approfondire con lavori sempre più specifici, rappresenti oggi come oggi l’allenamento ideale per ogni disciplina…”