Le finaliste degli 8° Campionati Italiani Assoluti Femminili e le prime vincitrici delTrofeo Nazionale Femminile Cadette-Juniores 2009
Valentina LiottaCentro Sportivo Olimpico dell’Esercito (Roma) – 20/22 novembre 2009 Nella storica palestra del Centro Sportivo Olimpico dell’Esercito si è formata la rosa delle sedici finaliste che domani, sulla distanza delle quattro riprese da due minuti ciascuna, si contenderanno l’ambita maglia azzurra. Ad alzare il braccio per prime sono state le vincitrici della qualifica Juniores che hanno disputato le finali del torneo nazionale. Nel parterre un’ospite d’eccezione: Emanuela Pantani, campionessa mondiale WBA dei pesi gallo e campionessa europea dei supergallo. Il pugilato è orami di casa alla Cecchignola. Dal 30 settembre del 2008, anno di nascita del Centro Sportivo Olimpico dell’Esercito, che è sorto presso la Caserma intitolata alla M.O. al V.M. Cap. Silvano Abba, il centro ha collezionato molti successi formando campioni come Elisa Cusma, nell’atletica leggera, Genny Pagliaro, nel sollevamento pesi, e Mauro Sarmiento, nel taekwondo.

pugilato femminile campionati italiani 2009
Un ottimo medagliere che potrebbe essere arricchito dai successi del pugilato femminile, rappresentato con ben tre atlete in questi campionati, che entreranno nella storia del pugilato italiano per essere stati i primi dopo l’introduzione dei guantoni rosa alle prossime olimpiadi.
Marzia DavideCon lo sguardo rivolto a Londra 2012, il Responsabile della Nazionale Italiana Femminile Cesare Frontaloni, tecnico del Centro Sportivo Esercito, oggi è entrato nel vivo della selezione azzurra, a cominciare dalla categoria dei 46 Kg. che domani vedrà in gara per la maglia tricolore la siciliana Valeria De Francesco, più volte convocata in nazionale, appartenente all’ASD Pol. Accademia dello Sport, che oggi ha battuto di netto per 23 a 5, la piemontese Martina Bernile, e la campana Carmela Chiacchio, dell’ASD Pugilistica “De Novellis”, bronzo ai campionati dell’Unione Europea di Liverpool nel 2008, che ha vinto sull’altra campana azzurra Gioia Valentina, con il punteggio di 1 a 0, in un derby che forse avrebbe meritato un altro verdetto.
Nei 48 Kg. la siciliana Valeria Calabrese, dell’ASD Boxe e Fitness e atleta della Nazionale Azzurra, è passata in finale dominando per 20 a 0 sulla friulana Valentina Peloi, dell’ASD Fearless Boxing Team, che ha subito anche un conteggio da parte dell’arbitro. A contendersi il titolo di campionessa italiana di categoria con Calabrese sarà la lombarda Elisa Cumini, dell’ASD Accademia Pugilistica Monteclarense.
La prima vittoria del Centro Sportivo Esercito, nei 51 Kg., è arrivata grazie alla prova dell’azzurra Simona Lucarno che, sul filo del rasoio, per preferenza di punteggio, dato che il match è finito 3 a 3, dopo quattro riprese dal ritmo intenso, ha vinto contro l’emiliana guardia destra Terry Gordini, de La Torre Fitness Group. La seconda finalista di categoria è la veneta Tiziana Finocchio, dell’Accademia Pugilistica Bovo, che, sfruttando più volte l’allungo, ha superato per 8 a 2 l’emiliana Chiara D’Anzica, dell’ASD Team Olympia Boxe Capri.
Nei 54 Kg. la corsa all’oro sarà tra la laziale Paola Massagrande, dell’ASD Filippella Boxe Sport Club Setteville, che, agguerrita più che mai, con combinazioni di colpi precisi, ha battuto per 20 a 3 l’altra laziale Valentina Giordano, della Boxing Club Fiumicino. Domani sarà in sfida con la seconda finalista del Centro Sportivo Esercito Giada Landi, che ha dovuto faticare contro la siciliana Giovanna Conti, dell’ASD Polisportiva “Little Club”, facendosi strada a partire dalla terza ripresa in cui ha recuperato il punteggio chiudendo l’incontro per 8 a 5. Nessuna speranza di passare il turno nei 57 Kg. contro l’esperta Marzia Davide, campana dell’ASD Sporting Center, vicecampionessa mondiale nel 2002, campionessa europea nel 2003 e 2004, vicecampionessa dell’Unione Europea nel 2008 e campionessa italiana per ben quattro volte, nel 2002, 2004, 2005 e 2007. L’azzurra, tra le promesse di Londra 2012, nettamente superiore alla lombarda Emanuela Benedetti, dell’ASD Accademia Pugilistica Monteclarense, ha chiuso il match prima del limite, alla seconda ripresa, per Rsci sul punteggio di 11 a 0. A tentare l’assalto al podio, contro la veloce e determinata Marzia, sarà la siciliana Michela Rosanna Cottone, dell’ASD Polisportiva “Little Club”, che, in un match combattuto, ha superato per 9 a 7 la lombarda Alessia Migale, dell’AS Pro Sesto Boxe. Nei 60 Kg. la Sicilia ha dovuto cedere il posto alla laziale Arianna Zaccagnini, dell’ASCD Talenti Boxe, vincitrice ai punti, per 9 a 4 su Caterina Currò, dell’ASD S.K.I. (Sport Kombat Italia), che domani sarà in sfida con l’azzurra Romina Marenda, del Centro Sportivo Esercito, che ha vinto per walkover, ossia per ritiro dell’emiliana Slavka Vitali, della S.G.E. Sempre Avanti.
Ad avanzare e conquistare il passaggio alle Finali nei 64 Kg., nel primo incontro di categoria, è stata la piemontese Valentina Santambrogio, dell’ASD Boxe Chieri, che ha battuto per 12 a 2 l’azzurra Mina Morano, dell’ASD Boxe Vesuviana, imponendosi per buon gioco di gambe e. Il Piemonte si contenderà il titolo italiano con la Toscana, che ha visto la forte Monica Bernazzi, dell’ASD Fight Gym Grosseto, prendere il sopravvento, sferrando quattro colpi efficaci, sulla pericolosa Diana Orfei, della Società Boxe Piovese.
Anche l’altra atleta dell’ASD Boxe Vesuviana, Veronica Annunziata, non ce l’ha fatta a passare il turno nei 69 Kg., superata per 13 a 4 dalla lombarda Jennifer Corti, dell’ASD Panthers Lauri, che domani incontrerà la campana Viviana Castaldo Tuccillo, dell’ASD Excelsior Boxe.
Giornata di Finali, invece, per le Juniores che hanno partecipato al Trofeo Nazionale Femminile Cadette-Juniores 2009. Ad indossare la maglia federale realizzata per l’occasione da Boxeur des Rues, fornitore ufficiale della FPI, sono state: nei 60 Kg. la siciliana Lara Arlotta, dell’ASD Suprema Boxe, che ha battuto per 8 a 3 l’abruzzese Elisa Mattioli, dell’ASD Cepagatti Boxe; nei 46 Kg. la laziale Sara Pizzi, dell’ASD Filippella Boxe Sport Club Setteville, che ha superato per 7 a 0 la siciliana Gessica Cassibba, dell’ASD Tigers Kombact Boxe; nei 51 Kg. la siciliana Valentina Liotta, dell’ASD Eagle, ha battuto per 19 a 2 la pugliese Nicoletta Lobascio, dell’Acc. Pugilistica Navarra; nei 57 Kg. altra vittoria per la Sicilia con Giuseppa Marino, dell’ASD Body Power Boxe Bagheria, che ha superato per 7 a 1 la laziale Chiara Ferri, dell’ASCD Talenti Boxe; nei 69 Kg. la campana Patti Annunziata, dell’ASD Excelsior Boxe, ha vinto per abbandono alla prima ripresa della laziale Lucrezia Belardinelli, dell’ASD Cosmo.
Soddisfatto degli incontri disputati, soprattutto di quelli che hanno visto all’opera le giovani promesse della nazionale italiana, il Ct Cesare Frontaloni ha già presentato un ricco programma per il 2010: “Punteremo sulla quantità degli incontri, dato che le atlete hanno bisogno di fare esperienza all’estero e soprattutto di confrontarsi con atlete di alto livello. Per questo nel programma del prossimo anno ho proposto alla Commissione Tecnica numerosi dual matches e di intensificare l’attività nazionale, magari con l’introduzione di un Trofeo Guanto d’Oro al femminile che preveda la partecipazione delle tre categorie di peso previste per Londra 2012: Kg. 51, 60 e 75. Dato che il numero delle tesserate alla Federazione è cresciuto, faremo anche un torneo nazionale. Sulla qualità lavoreremo, oltre all’estero, anche in casa, e devo dire che il livello tecnico delle atlete seniores che si sono giocate la finale è già buono. Tra le più esperte la Lucarno, la Davide e la Landi hanno disputato un bel match. Di interesse nazionale sarà la Gordini, sulla quale si può lavorare. Marenda ha vinto per walkover, ma ieri si era distinta contro un’avversaria che ha disputato tre mondiali di Kick Boxing e quindi esperta. Ottime le prove delle juniores come Liotta, Franzella e la sorpresa del trofeo Podda. Su di loro, le più giovani, bisogna assolutamente puntare”.
I numeri dei Campionati
Sul suggestivo ring della Cecchignola, al suo secondo appuntamento pugilistico dopo il Dual Match Italia vs Francia svoltosi lo scorso anno, le atlete partecipanti a questo campionato sono 51, provenienti da 15 regioni d’Italia (Campania, Lazio, Sicilia, Piemonte, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Puglia, Emilia Romagna, Veneto, Abruzzo, Toscana, Umbria, Liguria, Marche e Sardegna), in rappresentanza di 8 categorie di peso (Kg. 46, 48, 51, 54, 57, 60, 64 e 69). Numeri maggiori rispetto alla scorsa edizione svoltasi a Terni che ha visto in gara 39 pugili in rappresentanza di 10 regioni. Anche quest’anno è il Lazio ad avere il maggior numero di atlete iscritte con 19 pugili partecipanti, mentre la Campania e la Lombardia si piazzano al secondo posto con 10 atlete iscritte, seguite dall’Emilia e dalla Toscana. Le categorie di peso con maggiore affluenza, nel riordino avviato per allinearsi alle tre categorie di peso previste per Londra 2012 (kg. 51, 60 e 75), sono quelle dei Kg. 51, 54, 57, 60 e 64, con otto atlete per ciascuna.
La messa in onda su Rai Sport Più
Le Finali dei Campionati Italiani Assoluti Femminili e Trofeo Nazionale Femminile Cadette e Juniores 2009 verranno trasmesse in differita su Rai Sport Più giovedì 26 novembre dalle ore 14.45 alle ore 17.00 Info e risultati su www.fpi.it (all’interno della locandina dei Campionati Italiani Assoluti Femminili 2009 sull’home page– area Manifestazioni).

Di Massimo

2 pensiero su “Pugilato: Le finaliste degli 8° Campionati Italiani Assoluti Femminili”
  1. E’ evidente che tal “ricos” sia un frustrato e non un pugile!Un pugile uomo può anche non gradire la boxe femminile, ma sicuramente rispetterà un’atleta che ha fatto molti sacrifici e ha le palle per salire su un ring. Tu le hai?

I commenti sono chiusi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi